Cosa vedere a Fiuggi

No machine-readable author provided. Travus~commonswiki assumed (based on copyright claims)., CC BY-SA 2.5, via Wikimedia Commons

Fiuggi non è solo una delle località termali più famose d’Italia ma anche un centro storico ricco di monumenti e scorci incantevoli. La Ciociaria è come la “sacca senza fondo di Mary Poppins” che nasconde infinite meraviglie: monasteri, castelli, siti archeologici, antichi borghi, musei, boschi secolari, sentieri e parchi.

Terme e arte, buona cucina e paesaggi sconfinati: benvenuti a Fiuggi, un borgo medievale ben conservato caratterizzato da un’incantevole atmosfera antica con un tocco di modernità.

Il centro storico di Fiuggi

Una passeggiata nel centro storico di Fiuggi significa immergersi in un’atmosfera medievale attraverso vicoli stretti e ripidi, antiche case, chiese, archi, piazze e scalinate in pietra. A certe ore del giorno si sente solo il rumore dei propri passi. In alcune parti del borgo antico si possono ancora ammirare alcuni antichi edifici. In alcuni punti sono ancora visibili i resti delle torri delle mura difensive.

Uno degli angoli più suggestivi di Fiuggi è il “vicolo baciadonne”. Basta dargli un’occhiata per capirne il nome: è così stretto che chiunque abbia il coraggio di provare ad attraversarlo insieme a un’altra persona sarà quasi costretto a baciarlo.

Da non perdere la Chiesa Parrocchiale di Regina Pacis, poco lontana da piazza Spada. L’interno è ricchissimo di mosaici, graffiti e vetrate, insieme a molte opere del cappuccino padre Ugolino. Da ammirare la navata centrale con il Cantico delle Creature con tessere nere, rosse e oro, poi le grandi vetrate con San Francesco, San Biagio, Santa Marta e le parabole della Misericordia.

Merita una visita anche la chiesa di Santo Stefano, la più antica di Fiuggi, che si affaccia su una piccolissima piazzetta sotto il palazzo Falconi. All’interno semplice e carina, il tetto a travatura con capriate in legno. Sotto l’altare maggiore sono conservati i resti mortali di Sant’Artemio estratti dalle catacombe di Priscilla in Roma.

Dove mangiare a Fiuggi

Come tipico della Ciociaria, anche la tradizione culinaria di Fiuggi è basata sui sapori della terra, semplici ma decisi: formaggi (ricotta, caciotte e mozzarella di bufala), vini, carni e paste fatte rigorosamente a mano. Da provare gli strozzapreti con ragù, i tagliolini in bianco con carne e funghi, lo stracotto di manzo al vino Cesanese, la polenta con salsicce e maiale nero dei Monti Lepini.

Le materie prime sono di eccellente qualità e vengono manipolate il minimo indispensabile per preservare tutti i sapori del territorio. Una delle pietanze più conosciute è la pasta all’uovo fatta a mano, tagliata a fettuccine sottili dette “fini fini”, condite con sugo di carne o con pomodoro semplice.

Fiuggi è anche terra d’olio e di vini, tra i quali le eccellenze sono, sicuramente, il Cesanese DOCG, rosso impenetrabile dal sapore caldo e morbido di frutti di bosco, il Cabernet di Atina della Valle del Liri, da uve di ottima qualità, e la Passerina del Frusinate, ottenuta da uve autoctone con una profumazione vivace e fruttata.

Puoi assaggiare queste e altre specialità tipiche al ristorante il Grifoncino di Fiuggi, vicinissimo alla Chiesa parrocchiale di Regina Pacis.

Fonte Anticolana

La Fonte Anticolana, denominata anche “Fonte nuova” perché inaugurata negli anni ’20 è situata in una posizione incantevole, offre splendide passeggiate nei giardini e nei viali alberati del grande parco attrezzato.

Qui si può passeggiare tra cedri, sequoie e fiori e ci sono anche campi da tennis, campi da bocce, piste da golf in miniatura, tavoli da ping pong e una zona riservata ai bambini.

Inoltre, presso la Fonte Anticolana è possibile ricevere un consulto medico prima di essere ammessi alla potabilizzazione dell’acqua (l’acqua è potabile, il consulto medico serve per poterla bere visto che è un’acqua che potrebbe abbassare la pressione).

Le Terme di Bonifacio VIII

Non appena attraverserete l’iconico portale in stile liberty, sarete immersi nell’atmosfera della Belle Époque. Gli altri edifici invece sono stati progettati negli anni Sessanta dall’architetto Moretti, autore anche del Watergate Complex di Washington.

Quest’area è tradizionalmente riservata alla terapia con centinaia di sorgenti che possono ospitare fino a 25.000 persone contemporaneamente. Qui puoi ricevere visite mediche da un urologo ed esami ecografici, ma anche rilassarti nelle tante aree verdi e relax.

Passeggiate ed escursioni

Durante la stagione invernale, merita una visita Campocatino, dove si trovano alcuni impianti di risalita. Vi consigliamo anche passeggiate nei vicini monti Ernici, che vi porteranno al Lago Canterno. Un luogo dal fascino straordinario, nonostante la vicinanza a trafficate strade provinciali.

Da Fiuggi è inoltre raggiungibile il lago di Canterno, un piccolo bacino  situato nel verde della Ciociaria tra i comuni di Fiuggi e Ferentino. Luogo incontaminato dove si possono trascorrere piacevoli giornate in coppia o con amici per un bel pic-nic.

Articoli consigliati