Cosa vedere a Buenos Aires

Puerto Madero, Buenos Aires

Elegante ma sempre vivace, Buenos Aires racchiude l’essenza stessa dell’Argentina. La seconda città più grande del Sud America, è la capitale politica, economica e culturale dell’Argentina, nonché la porta d’accesso al resto di questa grande nazione.

Il suo compatto centro alberato ricorda Parigi, con molti angoli affascinanti dove grattacieli ordinati sono intervallati da affascinanti edifici del XIX secolo. La maggior parte dei visitatori è sorpresa di scoprire che questa grande città è riuscita a preservare le sue antiche tradizioni. Ognuno dei suoi 47 “barrios” vanta il proprio carattere distinto e non ti stancherai mai di esplorare questi deliziosi quartieri.

Per saperne di più sui luoghi da visitare nella capitale argentina, assicurati di leggere questo elenco delle principali attrazioni turistiche e le attività da fare a Buenos Aires.

Cosa vedere a Buenos Aires

Dalle attrazioni popolari alle gemme poco conosciute, ci sono un milione e uno di cose da vedere in questa metropoli, che, proprio come i suoi abitanti, non dorme mai. Cominciamo da quelle imperdibili.

Il quartiere di Palermo

Il quartiere chic e tentacolare di Palermo a nord di Buenos Aires è noto per i suoi musei e parchi urbani, come l’Orto Botanico Carlos Thays. Palermo Chico, che ospita stravaganti palazzi nascosti dietro il Museo di Arte Latinoamericana di Buenos Aires (MALBA), è un luogo nascosto spesso trascurato dai turisti. E Palermo Viejo è il luogo in cui incontrerai la maggior parte dei colori e dell’atmosfera locale. Palermo Soho ospita invece una serie di boutique esclusive, caffetterie e bar affollati e strade acciottolate. La vicina Palermo Hollywood, situata appena a nord di Soho, pullula di vivaci bar di tapas, studi cinematografici e festosi mercatini all’aperto.

buenos aires palermo soho house art

“buenos aires palermo soho house art” by dandeluca is licensed under CC BY 2.0

Cimitero della Recoleta

Questo amato cimitero, situato nel lussuoso quartiere di Recoleta, è il luogo di riposo di molte importanti figure, non solo politiche, della storia argentina. Probabilmente ricorderete Madonna nel brano “Don’t Cry for me Argentina” interpretato per il ruolo di Eva “Evita” Perón nel musical del 1978, Evita. Proprio qui si trova il luogo di riposo della signora Perón, circondato da mausolei in stile art nouveau, art déco e modernista. È una necropoli ricca di arte architettonica. Una visita alla città non sarebbe completa senza la visita a questo cimitero.

Anguish, La Recoleta, Buenos Aires

“Anguish, La Recoleta, Buenos Aires” by Rod Waddington is licensed under CC BY-SA 2.0

Il Museo Nazionale delle Belle Arti

Per gli appassionati d’arte, il Museo Nazionale delle Belle Arti è imprescindibile. La collezione si estende su 30 stanze e tre piani, spaziando dall’arte medievale a quella contemporanea. All’interno si trovano opere di Rembrandt, Goya, Manet, Modigliani e Picasso. Le collezioni permanenti latinoamericane e argentine del museo si trovano al primo piano, mentre le mostre temporanee si trovano in tutto l’edificio e nel padiglione esterno.

'La mirada en el otro' en el MNBA

“‘La mirada en el otro’ en el MNBA” by Ministerio de Cultura de la Nación is licensed under CC BY-SA 2.0

Cosa fare a Buenos Aires

Buenos Aires è un luogo di splendore architettonico intriso di vivace spirito latino. In nessun luogo è meglio sperimentare la passione argentina per il cibo, la musica, l’arte e lo sport, o esplorare l’impronta culturale europea in Sud America. Abbiamo raccolto alcune delle cose più belle da fare a Buenos Aires per aiutarti a ottenere il massimo dal tuo tempo in città.

Conoscere la cultura locale alle Fiera dei Mataderos

Per avere un assaggio della cultura locale, ti consigliamo di non perdere la Fería De Mataderos. Qui, i guachos (simili ai cowboy) passeggiano su cavalli maestosi e i venditori del mercato offrono una gamma colorata di artigianato e cibo. Ballerini di tango riccamente in costume accendono le strade con danze tradizionali di campagna e guachos si sfidano a vicenda nelle gare argentine per vincere premi. Se ti stanchi di guardare tutto il divertimento da lontano, puoi iscriverti alle boleadoras ( lezioni di guacho ). E se ti viene fame, non mancheranno gustosi panini con bistecca da sgranocchiare e deliziosi vini locali da sorseggiare tranquillamente.

Buenos Aires: Feria de Mataderos

“Buenos Aires: Feria de Mataderos” by puroticorico is licensed under CC BY 2.0

Passeggiare nel Roseto

Quando sei stanco di girovagare lungo la vivace Avenue Libertador, prenditi una pausa nel tranquillo roseto della città. Situato a Palermo Woods, questo lussureggiante spazio verde esplode di colori grazie a più di 1.000 specie di rose. Il Giardino delle Rose emana un fascino zen simile alle Tuileries di Parigi. Il percorso parte da un suggestivo patio andaluso, brulicante di piastrelle colorate importate da Siviglia.

Rosedal de Buenos Aires

“Rosedal de Buenos Aires” by Gobierno de la Ciudad de Buenos Aires is licensed under CC BY 2.0

Ammirare il tramonto a Puerto Madero

Quando i visitatori vogliono fare una passeggiata serale, molti si dirigono a Puerto Madero, dove le luci abbaglianti della città illuminano il porto che un tempo era una delle principali destinazioni per il commercio europeo. Durante il giorno, questa zona è un tranquillo centro d’affari, ma di notte questo piccolo quartiere esplode di energia. I porteños alla moda affollano i ristoranti di carne e pesce del quartiere e il tango la fa da padrone nelle discoteche festive.

Puerto Madero, Buenos Aires

“Puerto Madero, Buenos Aires” by deensel is licensed under CC BY 2.0

Attraversare Viale Corrientes

Per un assaggio dello spirito esuberante dell’Argentina, fai una passeggiata lungo l’Avenida Corrientes. È qui che i ballerini di tango si sono riuniti dopo il boom degli anni ’30 e dove gli artisti di Broadway hanno fatto il loro debutto. Cinema e teatri di fama mondiale si affiancano ad affascinanti librerie e boutique. Oltre ad ammirare l’architettura locale, in particolare l’obelisco monumentale e il Teatro Colón, troverai anche giardini paesaggistici, abbaglianti spettacoli notturni di tango e molta vita notturna.

El Palacio de Aguas Corrientes, Buenos Aires

“El Palacio de Aguas Corrientes, Buenos Aires” by Robert Cutts is licensed under CC BY-SA 2.0

Quando visitare Buenos Aires

Il periodo migliore per visitare Buenos Aires va da aprile a giugno (autunno) o da settembre a dicembre (primavera). Queste dolci stagioni inaugurano temperature miti, folle vivibili e un diffuso fogliame colorato. L’anno di Buenos Aires è comunque disseminato di eventi imperdibili, a prescindere dalla stagione. Il carnevale che si svolge a febbraio, sebbene non sia così grande o famoso come quello di Rio, è articolato in sfilate, parate in costume, tantissima musica e un’esplosione di colori.

Se ti trovi in città il 25 maggio, non perdere il “Dia de la Revolucion de Mayo”. Tutti si ritrovano in piazza per commemorare l’anniversario della rivoluzione del 1810 e dell’indipendenza dalla Spagna, con eventi incentrati su Plaza de Mayo, che prende il nome dalla rivoluzione.

Piatti tipici di Buenos Aires

La maggior parte dei visitatori della cosiddetta “Parigi del Sud America” si limita a prenotare nelle parrillas (steak house) conosciute a livello internazionale. Ma con il suo insolito mix di influenze europee e indigene, Buenos Aires offre in realtà un vertiginoso buffet di specialità che anche i vegetariani apprezzeranno.

Passeggia assaporando un’empanada: questo fagottino di pasta al forno o fritta, ripieno di qualsiasi cosa, è una vera istituzione dello street food argentino. I ripieni tipici sono manzo, pollo e humita (mais dolce), ma puoi anche trovare calabaza (zucca), formaggio erborinato e prosciutto.

Empanada buenos Aires

“Empanada” by rewbs.soal is licensed under CC BY-SA 2.0

La carne simbolo di questa città è l’asado. Si tratta di un manzo nutrito con erba, tagliato in modo caratteristico e cotto lentamente usando solo sale su una griglia di ferro chiamata parrilla che drena i succhi in eccesso e previene le fiammate che brucerebbero la carne.

pollo asado con verdura salteada

“pollo asado con verdura salteada” by xurde is licensed under CC BY-SA 2.0

Accompagnate il tutto con il Malbec, un vino rosso derivato da un vitigno importato dalla Francia. Le riserve sono calde con sentori di cioccolato, vaniglia, cuoio e tabacco, ma se abbinate a carne di manzo, scegliete un vino giovane dove i profumi e il gusto di prugna e frutti di bosco ben si bilanciano con le qualità sapide della carne alla brace.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.