Cosa vedere a Dublino

Trinity College main entrance - Dublin

Dublino può essere una delle capitali più piccole d’Europa, ma è nota per rubare il cuore di ogni visitatore, con qualcosa per tutti. Essendo una delle città storicamente più importanti d’Europa, la capitale dell’Irlanda racchiude abbastanza arte, cultura e carattere per riempire un itinerario di un mese e lasciarti ancora desiderare di più. Inoltre, la città è quasi interamente percorribile a piedi.

Cosa vedere a Dublino

Nonostante la sua ricchezza e diversità, Dublino conserva un’atmosfera da piccola città che non manca mai di incantare i visitatori. Sebbene ci siano migliaia di angoli da esplorare in città, queste sono le attrazioni da non perdere.

Trinity College e Libro di Kells

Fondato nel 1592 dalla regina Elisabetta I, il Trinity College è il college più antico e famoso d’Irlanda. Tra i suoi alunni ci sono scrittori famosi come Jonathan Swift e Oscar Wilde. Oggi, visitatori da tutto il mondo vengono ad esplorare il campus verdeggiante del college e le imponenti sale in stile gotico. Ma il vero motivo per visitarla è dare un’occhiata all’interno della Biblioteca Vecchia. Queste sacre sale ospitano una straordinaria collezione di letteratura. Di tutti i libri della Vecchia Biblioteca, il più famoso e inestimabile è il “Libro di Kells”, una versione illustrata dei Vangeli, riccamente illustrata, creata intorno all’800 d.C. da monaci celtici.

Trinity College main entrance - Dublin

“Trinity College main entrance – Dublin” by budgetplaces.com is licensed under CC BY-SA 2.0

Castello di Dublino

Proprio nel cuore della città, il Castello di Dublino ha avuto un ruolo centrale nella storia dell’Irlanda da quando la terra fu utilizzata dai Vichinghi per costruire una fortezza nel 930 d.C. Oggi è utilizzato come location di rappresentanza, sede degli uffici governativi irlandesi e di spazi commerciali per enti privati. Il parco del castello comprende anche aree preservate come i sontuosi appartamenti di stato che ospitarono la corte vicereale dal 1680 al 1830. Inoltre, i terreni ospitano la famosa Biblioteca Chester Beatty.

Dublino Castle

“dublin castle tower” by guido612 is licensed under CC BY 2.0

Cattedrale di San Patrizio

La Cattedrale di San Patrizio è la più grande cattedrale di Dublino e la cattedrale nazionale della Chiesa d’Irlanda. Eretta tra il 1220 e il 1259, è uno dei pochi edifici ancora in piedi della Dublino medievale. Oggi è una delle chiese più rinomate e amate al mondo, tanto da ospitare circa 500.000 visitatori all’anno. Mentre sei qui, assicurati di ammirare gli imponenti soffitti a volta e i dettagli delicati che caratterizzano lo stile gotico. Un’altra tappa obbligata qui è la tomba del famoso autore Jonathan Swift, autore di “I viaggi di Gulliver”.

Dublino: Cattedrale di San Patrizio

“Dublino: Cattedrale di San Patrizio” by fabiopaoleri is licensed under CC BY-SA 2.0

Guinness Storehouse

Come la Jameson Distillery, la Guinness Storehouse non è più un birrificio funzionante, ma ti offrirà una visione privilegiata della storia e del processo dietro la storica stout. Fai il tour autoguidato attraverso i sette piani dell’ex birrificio per conoscere la storia della birra, dagli ingredienti utilizzati nel processo di produzione alle iconiche pubblicità viste in tutto il mondo. La parte migliore del tour per alcuni visitatori? La pinta gratuita alla fine insieme alle viste sul tetto.

Cosa fare a Dublino

È impossibile annoiarsi a Dublino, non importa come ti piaccia trascorrere il tuo tempo libero. Che tu sia un appassionato di storia, d’arte, un fanatico dello sport o un nottambulo, questa città ha musei, montagne, gallerie, mercati, vita notturna e altro ancora per farti divertire.

Immergersi nella natura al Phoenix Park

Quando il trambusto della città diventa eccessivo, cerca rifugio nel Phoenix Park, il più grande parco pubblico recintato di qualsiasi capitale europea. Estendendosi su oltre 687 ettari, Phoenix Park offre molti prati verdi lussureggianti, aree boschive ombrose e laghi freschi e puliti. Nel 1600 il parco era la riserva reale di caccia e fu aperto al pubblico nel 1747. Ancora oggi i visitatori possono incontrare i daini in libertà. La più grande attrazione all’interno del parco è lo zoo di Dublino, risalente al 1831, il che lo rende uno dei più antichi del suo genere in Europa. Ospita più di 400 animali in una varietà di grandi habitat naturali.

Passeggiare per Temple Bar

Questo quartiere poliedrico e festaiolo è una nota zona di aggregazione giovanile. Durante il giorno, pullula di musica e artisti di strada, con numerose gallerie indipendenti e luoghi di performance art. Di notte, decine di pub aprono le loro porte a coloro che desiderano condividere una pinta di Guinness e ballare con la vivace musica irlandese.

Dublin's Temple Bar

“Dublin’s Temple Bar” by budgetplaces.com is licensed under CC BY-SA 2.0

Fare compere a Grafton Street

Quando hai bisogno di una pausa da tutti i musei e i siti storici, vai a Grafton Street. Questa strada pedonale, che va dal Trinity College a St. Stephen’s Green, è il principale quartiere dello shopping di Dublino. Qui troverai di tutto, da marchi noti a oggetti più unici come scarpe stravaganti e libri usati. Quindi, se stai cercando un posto dove sfruttare la tua carta di credito, dirigiti qui. Molti lo hanno definito un grande “punto di riferimento di Dublino” che merita una passeggiata solo per l’atmosfera.

Grafton street - Dublin

“Grafton street – Dublin” by vavva_92 is licensed under CC BY-ND 2.0

Quando visitare Dublino

Molti visitatori si preoccupano della pioggia irlandese e rimandano la pianificazione dei viaggi fino all’estate, ma il periodo migliore per visitare Dublino è in realtà aprile o maggio, quando arriva il clima primaverile, ma la folla rimane gestibile, o in ottobre prima delle temperature veramente fredde.

Alcuni dei periodi migliori per visitare Dublino coincidono con gli eventi più singolari della città. Dagli anni ’90, Dublino organizza un festival di San Patrizio per celebrare il 17 marzo. 1 I festeggiamenti richiamano folle di festaioli e ora si estendono nel corso di 4-5 giorni ogni anno.

Anche la ricorrenza del 16 giugno è molto sentita dai dubliners, quando gli amanti della letteratura celebrano il Bloomsday in onore di James Joyce. Infine, il periodo natalizio porta un’atmosfera decisamente festosa nella capitale irlandese. Verso la fine di gennaio, il  Temple Bar Tradfest mette in risalto la musica irlandese dal vivo in alcuni degli edifici storici della città.

Piatti tipici di Dublino

La scena gastronomica di Dublino è straordinariamente vivace e vanta un’abbondante selezione di ristoranti raffinati e una miriade di cucine provenienti da tutto il mondo. Quando si tratta di provare i piatti tradizionali irlandesi, il posto migliore per trovare sapori autentici è la cucina di qualsiasi affollato pub locale.

Uno dei piatti più amati del paese è lo stufato irlandese, tradizionalmente preparato con ingredienti come patate, cipolle, carote, montone a dadini (dalle pecore più anziane) e pancetta. In questi giorni, ristoranti e pub cucinano una versione modernizzata del classico stufato con diversi tipi di carne e birra Guinness come ingrediente aggiunto.

Altro evergreen sono i pancakes di patate, preparati mescolando patate crude grattugiate, purè di patate cotte e farina con latte fresco per formare una pastella. Possono essere mangiati solo con burro o zucchero, ma spesso sono serviti con una colazione irlandese completa di uova, pancetta, salsiccia, sanguinaccio, pane tostato e fette di pomodoro.

Un altro piatto classico è il colcannon, preparato con purè di patate con cavoli. Essendo circondata dal mare, l’Irlanda vanta alcuni dei migliori frutti di mare del mondo. Se sei ghiotto di pesce, l’appuntamento imperdibile è col fish ‘n chips.

 

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.