Cosa vedere a Baku, Azerbaijan

Bibi Heybat Mosque Baku

L’Azerbaigian, o la “Terra del fuoco”, è un paese di contrasto tra il vecchio e il nuovo. Nessun altro paese ha attraversato una trasformazione così drastica dall’era sovietica ad oggi come l’Azerbaigian e il posto migliore per vedere questa trasformazione in prima persona è a Baku, la capitale dell’Azerbaigian.

I vicoli un tempo fatiscenti sono ora affollati di caffè hipster e ristoranti internazionali. Le Flame Towers sono una meraviglia dell’architettura moderna. Ma Baku non ha perso il suo fascino primigenio.

Nel cuore di Baku si trova la Città Vecchia, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Intorno a questa capsula del tempo ci sono palazzi in pietra e boutique di lusso. La miscela di vecchio e nuovo funziona senza forzature qui.

La città si sta espandendo rapidamente e troverai molte cose da fare a Baku per tenerti occupato e divertirti.

Cosa vedere a Baku

La vecchia città fortificata di Baku, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, era la capitale medievale sotto gli Shirvanshah. Oggi è il cuore storico della capitale e ospita la Maiden Tower, i tradizionali tessitori di tappeti e una miriade di bar e ristoranti. Baku è stata definita da Lonely Planet come “la figlia romantica di Dubai e Parigi“. Già in base a questa definizione puoi aspettarti tanto da vedere!

La città vecchia

La Città Vecchia o “Icharishahar”, è uno dei due siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dell’Azerbaigian. Recentemente rinnovata, è una città dove si respira arte e cultura ed è circondata da possenti mura fortificate. Le strette viuzze di ciottoli ti condurranno tra edifici antichi, palazzi storici, moschee e l’iconica Torre della Vergine. Non mancano venditori di souvenir, ottimi negozi di tè e ristoranti. È davvero un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.

Baku città vecchia

“Baku (38)” by GoGap is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Museo dei Libri in miniatura

Nascosto nel labirinto della Città Vecchia si trova l’intrigante Museo dei Libri in Miniatura. Questo piccolo e antico edificio è l’unico museo al mondo interamente dedicato ai libri in miniatura, e in qualche modo è finito a Baku, in Azerbaigian. Il museo ospita piccoli libri provenienti da tutto il mondo, compresi libri così piccoli che è necessaria una lente d’ingrandimento per leggerli.

Museo dei libri in miniatura baku

“‘Reading kit’ for the miniature books” by shankar s. is licensed under CC BY 2.0

Moschea Bibi Heybat

La Moschea Bibi Heybat è una delle cose più belle da vedere a Baku e anche per i non musulmani. La struttura odierna risale al luglio 1998 ed è una ricostruzione della moschea costruita nel XIII secolo da Shirvanshah Farrukhzad II Ibn Ahsitan II. La moschea comprende la tomba di Ukeyma Khanum (discendente del profeta Maometto) e oggi funge da centro spirituale e da importante monumento dell’architettura islamica dell’Azerbaigian. Le visite sono possibili al di fuori dell’orario di preghiera.

Bibi Heybat Mosque Baku

“File:Bibi Heybat Mosque Baku 1.jpg” by Emin Bashirov is licensed under CC BY-SA 3.0

Torre della Vergine

Mentre sei a Baku, non puoi non salire in cima al punto di riferimento più riconosciuto dell’Azerbaigian. La Torre della Vergine, così chiamata per la sua impenetrabilità, si trova nella Città Vecchia ed è costantemente circondata da un alveare di attività di locali e turisti. Risalente al XII secolo, fa parte della lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO, insieme alla Città Vecchia e al Palazzo degli Shirvanshah. Sali sulla Torre della Vergine poco prima del tramonto per goderti la vista panoramica della capitale dell’Azerbaigian e della sua Città Vecchia.

Cosa fare a Baku

Grazie al suo sviluppo esponenziale, Baku oggi è una città quasi futuristica che riesce a coniugare tradizione e modernità, rendendo possibile praticare tantissime attività in grado di soddisfare qualsiasi tipo di viaggiatore.

Esplora i vulcani di fango del Parco Nazionale di Gobustan

L’altro dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dell’Azerbaigian è il Parco Nazionale di Gobustan, che attira migliaia di turisti ogni anno. Questo sito naturale è un vasto campo punteggiato di gorgoglianti vulcani di fango, siti antropologici e laghi sfrigolanti. In Azerbaigian ci sono circa 300 vulcani di fango: si tratta di circa il 30% del totale mondiale ed è uno dei motivi principali per cui le persone scelgono di visitare l’Azerbaigian. Puoi raggiungere il parco tramite diversi autobus in partenza dalla Torre della Vergine.

Gobustan Baku

“Gobustan – Azerbeidzjan” by Rita Willaert is licensed under CC BY-NC 2.0

Passeggia nel Museo del Tappeto dell’Azerbaigian

In Azerbaigian e nella vicina Asia centrale, la tessitura dei tappeti occupa un posto speciale nella storia della sua cultura nazionale. Per questo vengono utilizzati anche per rivestire pareti e pavimenti di case, tende di nomadi, moschee ed edifici governativi. Il Museo del tappeto dell’Azerbaigian è stato istituito nel 1967. Oltre agli ovvi tappeti, ospita anche oltre 10.000 oggetti come ceramiche, manufatti in metallo e gioielli risalenti all’età del bronzo, ecc. Il museo è principalmente utilizzato per la ricerca, la conservazione e l’esposizione di tappeti e oggetti in moquette, nonché di opere d’arte applicata.

Museo del Tappeto Baku

“[‘Goja’ carpet]” by Library & Archives @ Royal Ontario Museum is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Raggiungi le Flame Towers

Le Flame Towers si trovano su una collina che domina la Baia di Baku e la Città Vecchia. È un iconico trio di edifici che ha trasformato l’immagine della città da un luogo dimenticato alla moderna Baku. Non solo ha modernizzato lo skyline della città, ma rispetta anche la storia di Baku tramandandone le radici. Il design delle torri è stato infatti ispirato all’ancestrale adorazione del fuoco tipica delle popolazioni locali. Gli edifici hanno la forma di una fiamma e sono completamente ricoperti da schermi a LED che presentano movimenti di un incendio. Da quasi ogni punto della città si possono vedere le Flame Towers, che dominano il nuovo skyline.

Flame Towers of Baku

“Flame Towers of Baku” by wilth is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Quando visitare Baku

Il periodo migliore per visitare Baku, in Azerbaigian, è la primavera o l’autunno, quando la temperatura è moderata e i colori delle foreste e delle montagne sono in pieno sviluppo.

Baku è circondata da un terreno desertico e quindi può diventare piuttosto calda in estate ed estremamente fredda in inverno. Se non ti piace esplorare con il caldo o il freddo, eviterei questi periodi. Baku è anche conosciuta come la Città del Vento e può diventare estremamente ventosa in qualsiasi momento dell’anno, quindi preparati quando visiti Baku.

Piatti tipici di Baku

La gastronomia azera è una delle esperienze culinarie meno conosciute del Medio Oriente. Il cibo in Azerbaigian fonde le influenze regionali dell’Iran, della Turchia e del Mediterraneo. I piatti tendono ad essere a base di carne, in particolare di montone, con ricette tramandate da generazioni per dare sapori distinti.

A Baku è quasi d’obbligo provare il plov, un vero e proprio piatto nazionale a base di riso e carne. Può avere nomi diversi, a seconda degli ingredienti principali utilizzati. Quando si tratta di riso, gli azeri amano cuocere a vapore il riso a chicco lungo con lo zafferano, conferendogli una deliziosa qualità aromatica.

Plov

“Plov” by ShashiBellamkonda is licensed under CC BY 2.0

Da non perdere il dolma un piatto tradizionale azero, popolare anche nell’Europa orientale e nella cucina mediterranea. Essenzialmente, è una miscela di carne, cipolla, riso, piselli e spezie, avvolta in foglie di vite o farcita in verdure come pomodori, peperoni o melanzane.

Cooked Dolmas

“cooked dolmas” by Shockingly Tasty is licensed under CC BY-SA 2.0

Gli azeri amano cucinare i loro ingredienti freschi con una vasta gamma di meravigliose erbe e spezie. Questo rende alcuni sapori e piatti aromatici davvero unici.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.