Cosa Vedere e fare a San Miniato

Nel centro della Toscana, esattamente equidistante da alcune delle città più famose della regione come Firenze, Pisa, San Gimignano, Volterra, Siena, Lucca sorge un bellissimo borgo medievale: San Miniato.

Conosciuto principalmente per essere uno dei maggiori centri di produzione del tartufo bianco, San Miniato è anche uno dei borghi più belli della Toscana e racchiude storie, edifici e panorami mozzafiato che possono essere ammirati in ogni periodo dell’anno!

L’area di San Miniato era già abitata milioni di anni fa, durante l’età del bronzo, per poi essere successivamente scelta dal popolo etrusco come insediamento e dai soldati romani come avamposto militare. Fu però grazie a un piccolo gruppo di Longobardi che San Miniato conobbe la sua ascesa grazie alla fondazione di una chiesa dedicata appunto a Miniato, primo martire della città di Firenze.

Successivamente il borgo cominciò a crescere e ad acquisire importanza grazie agli imperatori del Sacro Romano Impero quali Federico Barbarossa, Ottone I e Federico II, che fecero di San Miniato il centro di potere e controllo di tutta la Toscana! La città, come accennato sopra, si trova su un colle con posizione dominante ed equidistante dai maggiori centri toscani, e spesso era al centro di lotte di contesa.

Nel corso dei secoli è stata visitata da tantissime personalità importanti come appunto imperatori, Papi (tra i quali ricordiamo Clemente VII, secondo papa della dinastia medicea), Michelangelo Buonarroti, la granduchessa Maria Maddalena d’Austria, Napoleone Bonaparte, Giosuè Carducci e molti altri!

Quindi cosa rende San Miniato così speciale? Tutto!

Una volta arrivati in città potete recarvi nella parte più antica del borgo dove ammirerete la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Genesio, famosa soprattutto per un triste evento storico che causò la morte di 55 civili durante la seconda guerra mondiale e che ha ispirato i fratelli Taviani, famosi registi Samminiatesi, per il loro film la “Notte di San Lorenzo”.

Potrete ammirare il Palazzo Vescovile e il Palazzo dei Vicari Imperiali, con la sua torre che ancora oggi si affaccia sulla piazza del Prato del Duomo. Nella parte posteriore della cattedrale è possibile visitare la Torre di Matilde: nata inizialmente come torre di avvistamento delle mura difensive del borgo, dal 1489 divenne il campanile della chiesa e il singolare nome è dovuto alla leggenda secondo la quale la Granduchessa Matilde di Canossa fosse nata nel Palazzo dei Vicari Imperiali.

Dalla piazza del Prato del Duomo è possibile raggiungere lungo un caratteristico sentiero in salita, la parte più alta della città, dominata dalla Torre di Federico II (chiamata più comunemente “La Rocca”). Quassù troverete un bellissimo prato dove potervi rilassare e un panorama bellissimo che potrà essere ammirato una volta saliti in cima alla Torre: avrete uno spettacolo a 360° di tutta l’area circostante che vi permetterà di vedere in lontananza, se la giornata lo permette, città come Volterra e San Gimignano!

Una volta tornati in centro storico potrete visitare il Santuario del Santissimo Crocifisso, una meravigliosa chiesa finemente decorata in stile barocco che al suo interno custodisce un crocifisso considerato miracoloso!

Davanti al santuario si trova il Palazzo Comunale, dove è possibile ammirare al suo interno alcune sale meravigliosamente decorate ad affresco come la Sala delle 7 virtù, dove si celebrano i matrimoni civili, la sala del Consiglio Comunale e l’Oratorio del Loretino.

Continuando la passeggiata nel centro storico si arriva in Piazza della Repubblica, meglio conosciuta come Piazza del Seminario in quanto vi si affaccia il Palazzo del Seminario Vescovile. Questo edifico ha una conformazione concava in quanto è stato costruito lungo l’andamento delle antiche mura cittadine e fu adibito alla formazione del clero. Le decorazioni esterne sono state realizzate nel 1705 e rappresentano le virtù con motti religiosi in latino mentre al piano terra si possono ancora osservare gli sporti su cui veniva esposta la merce degli artigiani.

Passata l’arco chiamato “Porta Toppariorum”, scendiamo verso Piazza del Popolo dove è possibile visitare la bellissima chiesa di San Domenico: al suo interno si può ammirare un particolare e curioso affresco con mostri marini, dipinti e opere d’arte di vari artisti! Alla destra della chiesa ci sono i loggiati di San Domenico dove possiamo trovare il Mu.Me, museo della memoria dedicato alla storia cittadina dell’ultimo secolo (con particolare risalto alla seconda guerra mondiale e alle vicende legate alla Resistenza), la Biblioteca Mario Luzi e un passaggio che conduce ai Vicoli Carbonai. Quest’ultimi sono un passaggio di ca 800mt che costeggia le antiche mura cittadine e permette di fare una passeggiata in uno dei luoghi più suggestivi e meno conosciuti del borgo rilassandosi e godendosi un meraviglioso panorama sulle colline circostanti: le carbonaie in antichità erano dei fossati che venivano riempiti di carbone, al quale si dava fuoco in caso di attacco nemico!

San Miniato però, oltre ad essere terra di storia, è anche terra di sapori, e proprio nel centro storico potrete godervi alcuni dei piatti tipici più famosi della nostra area! Potrete gustarvi un delizioso tagliolino al tartufo, assaggiare i carciofi di San Miniato, oppure assaporare tipici piatti toscani dal gusto inconfondibile… Il tutto ovviamente accompagnato da un bel calice di vino rosso proveniente da una delle aziende vinicole più famose della nostra area!

Per conoscere San Miniato al meglio però, abbiamo pensato di realizzare per i turisti tantissime attività come visite guidate in centro storico e nei vicoli carbonai, per conoscere fino a fondo questo bellissimo borgo con le sue storie, i suoi aneddoti e le sue leggende, oppure far divertire grandi e piccoli con la Caccia al Tesoro “La maledizione della strega Barbuccia” dove sarà possibile conoscere la città divertendosi alla ricerca di indizi che porteranno all’apertura del forziere con all’interno il premio per i vincitori!

Oppure è possibile partecipare alla caccia al tartufo nei nostri boschi, dove verrete accompagnati da un esperto cacciatore e dal suo cane alla ricerca di questo preziosissimo tesoro di madre natura o dedicarvi una degustazione di vini e di prodotti tipici seduti in una delle aziende vinicole di zona, con bellissimi panorami circostanti! Se poi siete una coppia, una famiglia o un gruppo di amici e volete avere un ricordo indimenticabile di questa vacanza vi proponiamo un servizio fotografico nei vicoli di San Miniato, dove per 2 ore sarete protagonisti indiscussi di questa esperienza che lascerà un ricordo unico e indimenticabile!

Se poi preferite il vintage, abbiamo la possibilità di farvi vivere un’esperienza unica: alla guida di una bellissima auto d’epoca, sarete seguiti dal nostro fotografo Stefano Coltelli in giro per i luoghi più belli di San Miniato e d’intorni e diventare i protagonisti di un servizio fotografico alla guida di strepitose auto circondati da panorami meravigliosi!

Per qualsiasi informazione contattateci pure attraverso il sito www.discoversanminiato.it, oppure seguiteci per gli aggiornamenti sulle nostre attività su Facebook e Instagram!

WEBSITE https://www.discoversanminiato.it

FACEBOOK https://www.facebook.com/discoversanminiato

INSTAGRAM https://www.instagram.com/discover_sanminiato

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.