Cosa vedere a Trani, monumenti, arte e cultura

Trani

La piccola cittadina marinara di Trani, sulla costa occidentale della Puglia, il tacco d’Italia, spicca in lontananza con i suoi edifici color crema, un mare blu profondo e una vista mozzafiato a picco sulla scogliera. Il suo punto di riferimento più famoso è la sua splendida chiesa romanica, che si affaccia sulla città come un faro di vedetta. L’intera area del porto turistico di Trani è estremamente incantevole, con molti luoghi interessanti raggiungibili da qui a piedi.

Se state programmando un viaggio in Puglia, Trani è semplicemente una tappa obbligata. Queste sono le migliori cose da vedere e da fare a Trani e consigli di viaggio per sfruttare al meglio la tua visita.

Cosa vedere a Trani, patrimonio di storia e cultura

Trani

Trani” by liakada-web is licensed under CC BY 2.0.

Con il suo patrimonio di storia e cultura, Trani attira i turisti che amano uscire dai sentieri battuti, sebbene la vicina Alberobello e Lecce di solito rubino i riflettori. Trani, però, è una chicca e chi ce la fa se ne va con gli occhi pieni di immagini indimenticabili dello splendore mediterraneo. Ecco cosa vedere in questo splendido borgo marinaro.

Il Castello Svevo

Castello Trani

ARC Trani Castle” by Verity Cridland is licensed under CC BY 2.0.

Una delle principali attrazioni di Trani è il Castello Svevo, una fortezza situata sul mare e vicino alla Cattedrale di Trani che fu costruita da Federico II di Svevia nel 1233. Il castello si erge maestoso sul lungomare, offrendo una delle viste panoramiche più belle di Trani.

Il castello fa parte della rete di fortificazioni volute da Federico II nel XIII secolo ed è costruito proprio dove la terra incontra il mare, in una zona di acque molto basse che offriva un’ottima protezione dagli assalti dal mare. Oggi è tutelato dall’UNESCO.

La cattedrale di Trani

Cattedrale Trani

Trani #2” by Chiara Marra is licensed under CC BY-ND 2.0.

Vicino al porto e andando verso il castello si trova la pittoresca Cattedrale di Trani. Intitolata a San Nicola, è stata realizzata nel 1143, in un stile romanico semplice ma suggestivo. Nonostante il pregio artistico, è la posizione dominante sull’estremo lembo della scogliera a farne una delle chiese più belle del sud Italia.

Visivamente, il risultato è mozzafiato: il colore crema della chiesa, con il suo campanile alto 60 metri, sembra un’apparizione che contrasta con lo sfondo del cielo e del mare. Da non perdere la meravigliosa semplicità degli interni.

La villa comunale

Trani Villa Comunale

Trani” by Nouhailler is licensed under CC BY-SA 2.0.

Un’altra terrazza sul mare adorna il lungomare di Trani. Fiori di tutti i tipi, siepi, un dedalo di vie interne percorse dal trenino rappresentano un importante polmone verde della città. Un gran polmone per fare un po’ di footing. Al suo interno, bagni pubblici e un bar dove ammirare la costa verso Bisceglie e Bari.

Da non perdere il “fortino”, un’area panoramica tra il parco cittadino e il porto turistico: una breve passeggiata panoramica con un bellissimo arco che incornicia la vista ed è un luogo perfetto per fare foto.

Cosa fare a Trani

Trani è una cittadina caratterizzata da un turismo tranquillo e di basso profilo con molte attività da fare soprattutto per chi apprezza un turismo slow e all’insegna della cultura.

Passeggiare al porto

Porto Trani

Trani” by firing_tower is licensed under CC BY 2.0.

Il porto turistico di Trani si trova proprio di fronte alla cattedrale e rappresenta uno incantevole per un drink o un pasto con vista sulle barche e sulla chiesa stessa. Il porto è enorme ed è pieno di pescherecci, yacht e barche private. Sul lungomare non mancano ristoranti, gelaterie e caffè a bizzeffe.

Esplorare le stradine del centro storico

Un elenco delle migliori cose da fare a Trani non sarebbe completo senza esplorare le graziose strade del centro storico di Trani. Sono in tutta l’area portuale e riescono a deliziare con i loro dettagli insoliti e curati. A partire dai balconcini in fiore fino alle sontuose facciate in decadenza dei vecchi palazzi nobiliari.

Visitare i musei di Trani

Trani ha diversi musei più piccoli, alcuni piuttosto inaspettati. Il Museo Diocesano, i musei della Sinagoga di Sant’Anna, la Pinacoteca Ivo Scaringi (con collezioni legate a Trani e alla sua storia), il Museo dei Carri e il Museo delle Macchine da Scrivere sono tra questi.

Come muoversi a Trani

L’aeroporto più vicino per raggiungere Trani è quello di Bari, a circa 30 minuti di auto. Altri aeroporti che è possibile utilizzare per visitare Trani sono Brindisi (1h45 minuti in auto) e molto più lontano Napoli (2,30 ore).

Il modo più semplice per visitare Trani è con l’auto privata, poiché i collegamenti interni sono piuttosto scarsi. Inoltre, a Trani non mancano i parcheggi a pagamento. La zona più comoda per il parcheggio è vicino al porto turistico: seguire le indicazioni per la cattedrale, il lungomare o il porto, a pochi minuti da tutte le attrazioni.

Se preferisci non guidare, puoi raggiungere Trani in treno o in autobus o visitarla con un tour locale.

Quando andare a Trani

I periodi migliori per andare in Trani in Italia sono la primavera e a partire da Settembre, quando il caldo clima mediterraneo allenta la morsa e la temperatura diventa piacevole, con scarsissime precipitazioni.

Inoltre, si tratta di un periodo in cui l’afflusso turistico è più contenuto, e quindi permette di passeggiare senza il rischio di incontrare la calca e di prenotare a prezzi ancora accessibili. Anche ottobre concede diverse parentesi soleggiate per chi vuole concedersi una vacanza in questo periodo.

Cosa mangiare a Trani

Focaccia Barese

Focaccia barese Buon Ferragosto!” by ci_polla is licensed under CC BY 2.0.

A Trani la gastronomia è una cosa seria, che rende giustizia alla tradizione pugliese. Il suo clima soleggiato e ventoso favorisce la coltivazione di materie prime pregiate, come l’olio extra vergine di oliva, che conferiscono al cibo quel gusto sorprendente tipico della zona – in particolare pesce, verdure, formaggi freschi e l’ottimo vino locale.

Da non perdere la focaccia: la troverai ovunque in una delle sue tante forme, rotonda, alta, ripiena di pomodori e olive, la focaccia è la regina dello street food pugliese e da non perdere a Trani. Provala con cipolle, melanzane, verdure, salumi, formaggi e così via. Calda e croccante, è perfetta come piatto principale o spuntino in qualsiasi momento della giornata.

Un altro classico è rappresentato dai panzerotti, piccoli paninetti fritti che vengono farciti con pomodoro e mozzarella o prosciutto e mozzarella. A Trani vale la pena provare le orecchiette con le cime di rapa. Il nome di questo tipo di pasta fresca deriva dalla sua forma: un disco concavo, liscio da un lato e ruvido dall’altro, che ricorda un piccolo orecchio. Le troverai con salsa di pomodoro, ragù di carne o verdure, ma la ricetta classica è con le cime di rapa.

I sapori di terra e di mare si fondono in un unico piatto nella ricetta riso, patate e cozze. Originariamente tra i piatti tipici pugliesi che venivano cucinati per commemorare i giorni di festa è ormai diventato un alimento base. È un piatto principale gustoso, da consumare caldo, appena sfornato, ma può essere gustato anche freddo durante i mesi estivi.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.