Le spiagge più belle delle Tremiti

Le isole Tremiti, o isole Diomedèe, si trovano nel Mare Adriatico e, per la precisione, a 22 km dalla costa garganica e a 45 km da quella molisana. Si tratta, oltre che di un arcipelago formato da diverse isole, di un comune italiano che amministrativamente fa capo alla provincia di Foggia e che è completamente racchiuso nel Parco Nazionale del Gargano. Tra l’altro, le isole Tremiti dal 1989 sono una riserva naturale marina. Si tratta di un comune molto piccolo, ma questo non gli impedisce di avere un turismo molto sviluppato. Le Tremiti, infatti, sono una delle attrazioni turistiche più note della Puglia e, assieme al Salento, sono una delle mete più gettonate dell’Italia.

L’arcipelago è formato da diverse isole che sono San Nicola, sede comunale e sede dei più importanti monumenti dell’arcipelago; San Domino, l’isola più grande e più abitata che ospita le strutture turistiche più rinomate e ha la sola spiaggia sabbiosa dell’arcipelago, ossia Cala delle Arene; Capraia che è la seconda per grandezza ma è completamente disabitata; Pianosa, anch’essa disabitata; Cretaccio e La Vecchia, che sono poco più che scogli. Ma quali sono le spiagge più belle delle isole Tremiti? Andiamo a scoprirlo insieme.

Partiamo dall’isola più grande, ossia quella di San Domino. Qui si trova la Cala delle Arene che è una lingua di sabbia bianca, che rappresenta l’unica zona non rocciosa dell’arcipelago. Qui il mare cristallino la fa da padrone e tuffarcisi dentro ha un sapore esotico.

isola san domino

Photo CC-BY-SA di FlickreviewR

Ricordiamo anche che in zona, accanto alla spiaggia per la precisione, si trova anche la Grotta dell’Arenile. Sempre sull’isola di San Domino si trova la Spiaggia dei Pagliai, che è la più nota, nonché quella più immortalata in foto. La spiaggia è raggiungibile solo via mare e regala anch’essa un piccolo arenile dorato, circondato, però, da rocce più o meno alte che vanno a formare una sorta di cornice a un mare a dir poco fantastico. Qui si trova una spiaggia attrezzata molto in voga. Passando alle cale e rimanendo sull’isola di San Domino, segnaliamo Cala dei Benedettini, che si trova nella zona a ovest dell’isola, Cala degli Inglesi, che è attaccata a quest’ultima, Cala dello Spido che, invece, si trova accanto a Cala Matano e che è una delle più belle, selvagge e suggestive. Tutte queste piccole calette dell’isola di San Domino rappresentano la zona più verde e più intatta. Infatti, qui si presenta una rigogliosa vegetazione che completa un quadro già di per sé fantastico. Ripa dei Falconi è un’altra località molto suggestiva dell’isola, così come Cala delle Rosselle. Non si può non nominare, infine, Cala Tramontana che è uno dei luoghi più esclusivi di San Domini, grazie anche alle strutture esclusive che si trovano in zona.

Spostandoci a Capraia, troviamo la Cala dei Turchi, che si trova sulla costa nord occidentale ed è, senza dubbio, la spiaggia più frequentata della zona. La cala in questione è davvero molto bella: si tratta di una cala rocciosa che custodisce un relitto e il tutto è molto suggestivo. Dalla parte orientale dell’isola, invece, troviamo Punta Secca, che è una spiaggia molto amata dai sub, dato che qui ci sono dei fondali che sono annoverabili tra i più belli delle Tremiti. Segnaliamo, infine Cala Pietre di Fucile, che si trova sempre a Caprara ma nella parte sud occidentale della costa.

Spostandosi, invece, sull’isola del Cretaccio, si trova la Cala del Diavolo e la Cala del Cretaccio. La caratteristica di questa suggestiva caletta sono gli scogli di creta liscia, che sono molto importanti per le caratteristiche benefiche e che vengono molto amati da coloro che amano prendere il sole.

Cretaccio

Foto CC-BY-SA di Bultro

La creta, in ogni caso, è disponibile su tutta l’isola. La Cala del Cretaccio, invece, è molto amata da chi ha la passione per la canoa o il nuoto ed è tutta da esplorare. Ricordiamo che l’isola del Cretaccio è poco più che uno scoglio, ma qui si trovano diverse calette molto caratteristiche, che vale la pena di scoprire quando si è in loco. Qui, però, non si trovano strutture organizzate, anche perché è la zona più selvaggia di tutto l’arcipelago: se si è amanti della tranquillità, della natura e dei fondali cristallini in cui tuffarsi, questo è il posto ideale, anche perché, essendo disabitata, l’isoletta regala il massimo della riservatezza possibile.

Le isole Tremiti accolgono ogni anno un numero abbastanza elevato di turisti che ne amano il carattere riservato e selvaggio e che arrivano in zona per goderselo a pieno. Quello che differenzia le Tremiti da altre zone della Puglia è proprio questo essere un vero e proprio paradiso semi disabitato in alcuni punti e meno selvaggio in altri: c’è l’imbarazzo della scelta e non mancano comunque le zone in cui c’è una vita notturna molto sviluppata. Scegliere le Tremiti per le proprie vacanze è sempre una delle migliori scelte che si possano fare!

 

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.