Cosa vedere e cosa fare a Marsiglia in Francia

Marsiglia è una delle città francesi più antiche. Anche se oggi è parte della Francia ed è anche la seconda città più grande dello Stato, continua a essere autonoma e con una personalità tutta sua. Si trova a sud, nella regione della Provenza, e si affaccia sul Mar Mediterraneo. Gode infatti di un clima buono, con estati calde e ventilate e inverni freddi e moderati. Il periodo più piovoso è l’autunno.

E’ una città viva, lo è anche di notte. Proprio per questo motivo piace tanto ai giovani e a chi in generale ama i posti che non dormono mai. Vuoi che le strade sempre affollate mettono sicurezza e allegria, vuoi che Marsiglia è un luogo caldo e accogliente che, sia chi va in vacanza sia chi intende viverci, può trovare esattamente ciò che stava cercando. Ma cosa c’è da vedere a Marsiglia? Se avete pochi giorni da dedicare a questa giornata francese, allora c’è poco tempo da perdere. Dovete selezionare bene quali sono i posti dove intendete andare.

Marsiglia panorama cattedrale

Cosa vedere a Marsiglia

La Cattedrale de la Major

Cattedrale de la Major Marsiglia

Davanti alla Cattedrale de la Major rimarrete stupiti. Alta 146 metri, si distingue non solo per la sua imponenza ma anche per la cura con la quale è stata costruita. Potete visitarla tutti i giorni tranne il martedì, dalle 10 alle 18 e 30. L’ingresso è completamente gratuito.

E’ una cattedrale cattalolica costruita in stile neobizantino. Nello stesso luogo dove oggi vediamo la cattedrale marsigliese un tempo ci sono stati tanti altri edifici religiosi. Durante gli scavi per costruire l’attuale cattedrale sono stati trovati dei resti di una chiesa paleocristiana e un battistero davvero grande.

Fu Eugène de Mazenod a volere la costruzione di questa cattedrale e i lavori iniziarono nel 1852 e finirono nel 1893. I mosaici e le cupole richiamano lo stile bizantino ma le pietre verdi e bianche che si alternano invece, stanno a indicare anche l’influenza gotica e romanica. Per costruirla sono stati usati vari tipi di pietre, tra cui la pietra verde di Firenze, il marmo bianco di Carrara, l’onice d’Italia e della Tunisia e anche i mosaici di Venezia.

Cattedrale di Notre-Dame de la Garde

La Cattedrale di Notre-Dame de la Garde è stata costruita in perfetto stile romanico-bizantino e dimostra di essere una delle principali attrazioni di Marsiglia. Questa cattedrale è sormontata dalla statua della Bonne-Mére, la Madonna. Questa bellissima ma allo stesso tempo criticata struttura, è costruita da due chiese. Quella inferiore assume la forma di una cripta e quella superiore invece è il santuario che è stato consacrato alla Vergine. Bellissimi i mosaici con fondo oro e i molti marmi colorati che la impreziosiscono. Anche in questo caso l’ingresso è gratuito e potete visitarla ogni giorno ad eccezione della domenica tra le 7.30 e le 19.

Parco Naturale dei Calanchi

Marsiglia cala Parco Naturale dei Calanchi

Il parco naturale dei Calanchi è un luogo che vi lascerà senza respiro. Qui infatti vi sono le bellissime scogliere a picco su un mare dal blu intenso. Non sempre purtroppo è possibile accedervi, molto dipende dalle condizioni meteorologiche. L’accesso ai pedoni è permesso in base ai livelli di rischio. Se l’autorizzazione è arancione significa che i pedoni possono accedere liberamente per tutto il giorno. Se è rosso possono solo dalle 6 alle 11 di mattina ed esclusivamente all’interno della fascia litorale di 200 metri. Se è nero è vietato l’accesso. Ricordatevi che per via degli incendi e del suo fragile equilibrio è vietato andare in macchina dal 1 giugno al 30 settembre, non potete accedere i fuochi, piantare tende, portare cani, prelevare le piante…

Naviga lungo le cale del Parco dei Calanchi, scopri ora il tour!

Spiagge di Marsiglia

Marsiglia si affaccia sul Mar Mediterraneo e infatti sono tanti i posti bellissimi dove andare, più o meno frequentati dai turisti. Tra le alte scogliere trovate delle insenature strette che formano dei porti naturali. Un posto da visitare è sicuramente Calanca Di Port d’Alon, qui potete trovare della morbida sabbia su cui stendere il vostro asciugamano e godervi i meravigliosi fondali marini. Non molto lontano da queste belle spiagge vedete le immense ville lussuose e immerse nel verde. Qui le persone godono della massima tranquillità, molto lontano dallo stile di vita marsigliese.

Le panier

La panier Marsiglia

Le Panier è il quartiere più antico di Marsiglia. Passeggiando tra le strette vie trovate diverse chiese barocche, piazze e case dalle facciate colorate. Oggi è considerato un quartiere molto suggestivo, a dispetto invece della cattiva reputazione che si era vista attribuire in passato per via della molta criminalità.

Potete visitarlo tranquillamente a piedi. Ricordatevi di raggiungere Place Des Moulins, dove potete vedere due torri che stanno a testimoniare i 15 vecchi mulini a vento che andarono a prestare il nome alla piazza.

Isole del Frioul

Le Isole del Frioul si vedono sempre, da qualsiasi punto di Marsiglia sia visibile il mare. Si tratta di un arcipelago di 4 isole: Pomègues, Ratonneau, If e Tiboulen. Per arrivarci occorrono solo 20 minuti di traghetto. La più nota è sicuramente If, qui infatti c’è un castello molto famoso che per diversi secoli è stato usato come prigione. Sicuramente lo ricorda di voi chi ha letto Il Conte di Montecristo. Oggi non è più un carcere ma un monumento nazionale, almeno dal 1890. Le altre isole invece sono praticamente disabitate ma le spiagge sono davvero stupende! Il costo del traghetto è di 5,5€ per corsa. Costa lo stesso entrare al castello d’If.

Alcuni tour consigliati

Cosa mangiare a Marsiglia

Concludiamo con il consueto paragrafo dedicato a cosa mangiare a Marsiglia. Il piatto marsigliese per eccellenza è il Bouillabaisse, cioè una zuppa a base di pesce che vede unire lo scorfano, il sampietro, la gallinella di mare, il grongo, il pesce ragno, il pesce cappone. Ci sono poi le verde e varie salse. La potete trovare praticamente i tutti i ristoranti di Marsiglia, proprio come le cozze alla marsigliese. Ordinate anche la tapenade, cioè l’antipasto a base di olive, capperi, aglio e acciughe. Oppure la Panisse, cioè la schiacciata realizzata con la farina di ceci.

Lascia un commento