Visitare Trieste, profumo di caffè

Trieste

Teatror Politeama Rossetti a Trieste – Foto CC BY di Triestino

Per scoprire il segreto di una vita felice bisognerebbe visitare a Trieste , il porto italiano nascosto all’interno del confine con la Slovenia . La vita a Trieste abbraccia  triestini con una passione che è palpabile e contagiosa, che si evince dalle chiacchiere durante l’ aperitivo serale, oppure dal fatto che, al minimo accenno di sole , i triestini sono fuori al mare nelle vicinanze, a Barcola , anche a novembre.

Questo carattere aperto, questo umorismo è senza dubbio dovuto al fatto che Trieste è una città di frontiera, che è stata, di  proprietà o occupata, dai Romani, degli Asburgo, dal regime di Mussolini, dai tedeschi e dalle Forze alleate, e solo nel 1954, c’è stato il meritato ritorno in Italia.

La conseguenza è un guazzabuglio glorioso di influenze architettoniche ed etniche. Se si visita Trieste nel giro di 15 minuti, si ci può imbattere in serbo ortodossi , in greco-ortodossi, in chiese evangeliste , in sinagoghe (quella  della città è uno dele più grandi in Europa).

Trieste è una città mitteleuropea per eccellenza, nella quale si respira l’intreccio di tante culture, una città che affascina con i suoi caffè antichi, con la sua arte, con  le sue eterogenee architetture ed il suo meraviglioso mare.

Fu l’imperatore austriaco Carlo VI nel 1719 , nei 500 anni di dominio asburgico, a dichiarare Trieste porto franco, attirando così stormi di commercianti, che hanno portato a questo mix ” mitteleuropea “.

La ricchezza creata ha portato ad una vistosa ” new town”, a nord del nucleo medievale con tutti i grandi edifici neoclassici, i viali e le piazze, e con due cuori: il Canal Grande e la vasta Piazza Unità d’ Italia . Quest’ultima, aperta sui lati verso il mare , è chiaramente modellata sul modello  San Marco di Venezia, ma non ha molto da invidiare al meraviglioso “originale”.

Per avere un’idea di come siano divenuti ricchi alcuni Triestini si può visitare il Museo Revoltella , l’ex palazzo di Pasquale Revoltella , un finanziere mago  che, tra le altre cose , ha investito i suoi soldi nel Canale di Suez del 19 ° secolo.

Si resta abbagliati dai pavimenti  intarsiati in lussuoso parquet e dagli arazzi in seta, nella sala da ballo, e dall’imponente  lampadario bianco e  oro nella sala da pranzo. La sua collezione d’arte costituisce la base della galleria d’arte moderna che si diffonde nei due palazzi adiacenti .

Un altra caratteristica che rende Trieste un'”isola felice” è il suo caffè, probabilmente il miglior caffè in Italia . Forse questo è dovuto al binomio: status di porto franco – fiscale e mania del caffè tipica italiana. Oltre a diventare un grande importatore di caffè (  ancora oggi , Illy ha la sua sede qui ) , ha sviluppato una serie di caffè intesi come locali in stile viennese. Alcuni di essi esistono ancora oggi, come il Caffè Tommaseo con il suo fascino sbiadito della  bella époque.

Scalando le strette vie lastricate della città vecchia , fiancheggiata da alti edifici color sorbetto con persiane, si arriva alla Cattedrale di San Giusto.

CastelloMiramare

Castello Miramare

Foto CC BY di Triestino

I resti romani – un foro e la basilica – si trovano nelle vicinanze all’ombra del castello del 15 ° secolo , una residenza fortificata degli Asburgo.
Il Castello di Miramare, abbracciato da un rigoglioso parco che sfoggia pregiate specie botaniche, in un mix di stile italiano e in inglese, si trova a picco sul mare sulla punta del promontorio di Grignano, in una posizione panoramica incantevole.

Costruito tra il 1855 e il 1860 per volontà dell’arciduca Massimiliano d’Asburgo , il castello è un tempio alla sua vanità , irta di merlature , di sfarzosi arredi e di una bizzarra Sala del Trono con un trono  con  leoni dorati come i piedi.

http://www.castello-miramare.it/

Ma perchè scegliere Trieste come destinazione di una vacanza nel mese di Marzo?

Per tanti motivi ma anche perché dal 7 al 10 marzo 2014 si svolgerà a Trieste, nelle prestigiose sale della Stazione Marittima, l’8a edizione di Olio Capitale, la più importante fiera interamente dedicata all’olio extravergine d’oliva, evento specializzato che presenta le migliori produzioni nazionali ed estere.
Sempre nel mese di Marzo si può  partecipare alla mostra Magrit Dittmann-Soldicic che si terrà dall’08 febbraio 2014 al 09 marzo 2014 a Palazzo Costanzi in Piazza Piccola, 2 (telefono: 0406754701). La mostra, a cura di Magrit Dittmann-Soldicic, è promossa e realizzata dal Comune di Trieste, Area Cultura e Sport con la collaborazione di Casa della Musica – Scuola di Musica 55.

Dal 15 febbraio 2014 al 30 marzo 2014 ci sarà l’appuntamento al Museo Revoltella di Trieste dove sarà allestita, fino al 30 marzo, la mostra Memorabilia di Franko Vecchiet
indirizzo Via Armando Diaz, 27 telefono: 0406754350  fax: 0406754137

Molto interessante la a mostra dedicata alle tracce lasciate dalle persone passate in Risiera: le scritte e i graffiti tracciati nelle cellette, le pagine dei diari di Diego de Henriquez in cui lo studioso triestino ricopiò le scritte che vennero poco dopo cancellate, le lettere scritte dai prigionieri e le memorie di chi poté tornare indietro a raccontare quello che aveva subíto. Fino al 2 giungo 2014 al Museo Civico della Risiera di San Sabba (indirizzo Via Giovanni Palatucci, 5 telefono: 040826202  fax: 0408330974)

Dove alloggiare a Trieste

Urban Hotel Design Un edificio rinnovato radicalmente nel 16 ° secolo , con 62 camere in stile minimalista fatte di pareti bianche , e sedie colorate funky ( 0039 40 302 065 ; urbanhotel.it).

L’ Albero Nascosto
Situato tra le strette vie del centro storico medievale, questa stretto hotel di 10 camere ( senza ascensore ) trasuda fascino , semplice ma elegante, con pavimenti in legno e oggetti d’antiquariato ( 300 188 ; alberonascosto.it) .

Savoia Excelsior Palace
Questo grand hotel indossa la sua eleganza neoclassica con leggerezza . Ampie camere, bagni in marmo e arredi eleganti dai colori polverosi e fotografie in bianco e nero; (starhotels.com)

Dove mangiare a Trieste

Da Pepe
Gli chef di questo rumoroso e affollato “buffet” serviranno un piatto di salumi misti – soprattutto carne di maiale – in pochi minuti . Aggiungi crauti e una birra ( Via Cassa di Risparmio 3; 366 858 ) .

Triestecathedral

Cattedrale di San Giusto, Trieste

Foto CC BY di Zinn

Nettare Di Vino
In questo rilassata, ristorante enoteca in stile in un ex magazzino , non c’è nessun menu, i camerieri illustrano di volta in volta quella che è  la scelta quotidiana: minestra di fagioli e crauti, tartare di manzo o spaghetti con il pesto fatto in casa ( Via Diaz 6b ; 310 200 ) .

Osteria Istriano
Questa osteria per nulla sofisticata premia con pesce cucinato in casa, semplice ma ottimo ( Riva Grumula 6) .

Al Bagatto
Nonostante il suo interno in vecchio stile, questo ristorante serve piatti di pesce cucinati con estro , mentre ai piatti tradizionali come il baccalà viene dato un tocco elegante ( Via Cadorna 7) .

Come arrivare a Trieste
Potete raggiungere Trieste via terra, via cielo e via mare. Ecco come.

Raggiungere Trieste via auto

Le vie di accesso alla città sono sostanzialmente quattro:
Prendendo l’ autostrada A4 Venezia Trieste, casello del Lisert, uscita “Sistiana” e SS.14 “Costiera” – è la più panoramica e quindi la preferita dai turisti, vale la pena per vedere Trieste e il suo mare;
Prendendo l’ autostrada A4, casello del Lisert, SS202 – attraversa l’altopiano, non si arriva direttamente in centro e quindi è più facile perdersi, ottima invece per raggiungere l’ospedale di Cattinara;
Dall’Istria si passa per il confine di Stato di Rabuiese (Muggia) e si segue la SS 15 “Via Flavia” – è turisticamente brutta ma porta in centro;
Dalla Slovenia (Lubiana) si passa il confine di Stato di Fernetti (SS 58 “Carniola”), si passa per il paese di Opicina e si scende lungo strada nuova per Opicina. C’è anche la possibilità di parcheggiare la macchina e di scendere dalle alture con il caratteristico antico tram (molto turistico).
www.autostrade.it.

Raggiungere Trieste in pulman.

Ecco le società che effettuano questi servizi.
Si può arrivare a Trieste anche in pullman.
SAF autoservizi FVG SpA
Via Rio Primario, 2/A
34149 Trieste
Tel.: 040-8320347
Fax: 040-8320357
Autostazione: Via Flavio Gioia, 2 – Trieste
Info e biglietteria:
Tel.: 040-425020
Numero verde: 800-915303
Sito web: www.saf.ud.it
E-mail: info@saf.ud.it

Autolinee Internazionali
Rossana S.r.l.

Autostazione Trieste: Piazza Libertà, 9 – Trieste
Info e biglietteria:
Tel.: 040-425020
Sito Web: www.autostazionetrieste.it

APT Gorizia
P.le Martiri della Libertà d’Italia, 19
34170 Gorizia

Trieste

Trieste

Foto CC BY di Vgane

Autostazione: Piazza Libertà 11 – Trieste
Info e biglietteria:
Tel.: 040-425020
Numero verde 800955957
Sito web: www.aptgorizia.it

Raggiungere Trieste in treno

I treni raggiungono la Stazione Centrale di Trieste (Piazza Libertà, 8), che si trova a soli pochi minuti dalla piazza principale.

Servizi offerti da Trenitalia ai viaggiatori:

Trenitalia informa: 892021

Assistenza disabili: 040 44705

Assistenza alla clientela: 040 412695

Filiale viaggiatori (consulenza commerciale per gruppi e agenzie di viaggio): 040 630363

Centro comitive: 040 415703

Club Eurostar: 040 44114

Direzione trasporto regionale FVG

Piazza Vittorio veneto, 3 – Trieste
Tel. 040 3794331
Sito web: www.trenitalia.com.

Raggiungere Trieste in aereo

L’Aeroporto Internazionale di Ronchi dei Legionari è collegato alla Stazione Ferroviaria da un autobus navetta (linea 51). La durata del percorso è di circa 1 ora.
Aeroporto Internazionale Friuli Venezia Giulia
Via Aquileia, 46
Ronchi dei Legionari – Gorizia
Informazioni voli: 0481 773224
Sito web: www.aeroporto.fvg.it

Raggiungere Trieste in nave

I collegamenti marittimi con la città della costa istriana e con le località balneari di Grado e Lignano sono stagionali.

Per informazioni:
Trieste – Istria
Linea Alto Adriatico – Venezialines
Tel.: 040-6702711
Approdo: Stazione Marittima
E-mail: samer@samer.com

Trieste – Grado
Numero verde 800-955957
Approdo: lato sud del molo IV
Sito web: www.aptgorizia.it

Trieste – Grado – Lignano Linea Alto Adriatico
Tel.: 040-6702711
Approdo: Stazione Marittima
E-mail: samer@samer.com

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.