Lione: quello che non puoi assolutamente perdere!

Lione

Cosa vedere a Lione

Lione è dopo Parigi e Marsiglia la terza città più grande della Francia. Si trova nella parte sud-orientale dello Stato. Potete arrivarci grazie a due aeroporti. Il principale è Lione Saint Exupéry ed è a livello di traffico il quarto del Paese. C’è poi Lione-Bron, il secondo aeroporto. Chiaramente dall’Italia potete arrivare in Francia direttamente in macchina, usando le linee ferroviarie oppure un pulman.

Un evento molto sentito a Lione è la Festa delle Luci. Si celebra l’8 dicembre e consiste nel mettere delle lanterne alla finestra dell’abitazione. Per questa giornata arrivano artisti da tutto il mondo per fare bellissimi giochi di luce nel centro storico. C’è invece una curiosità interessante su Lione. Secondo gli esperti di occultismo rappresenta insieme a Torino e Praga il triangolo della magia bianca.

9 cose da vedere a Lione

Centro storico

Il centro storico di Lione è entrato a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. E’ uno dei meglio conservati di tutto il mondo. E’ il quartiere rinascimentale più grande  di tutta Europa. E’ sulla penisola che si formò tra il Rodano e la Saona ed è qui che possiamo passeggiare tra i vicoli, i passaggi segreti e le piazzette di Lione Antica e ammirare botteghe, chiese e case tutte colorate.

La più bella cosa da vedere a Lione è la cattedrale St-Jean. Sono occorsi ben tre secoli per terminarla e questo ha fatto si che assimilasse varie impronte. Oggi è uno degli esempi di architettura romanica-gotica più importante perché dimostra proprio la transizione da uno stile e l’altro. Per la facciata invece sono occorsi quasi quattro secoli e dopo altri 500 anni è avvenuto il primo intervento di restauro complesso. All’interno della cattedrale c’è uno dei più antichi orologi astronomici d’Europa.

Traboules

I traboules sono i passaggi coperti che potete trovare solo a Lione. In pratica permettono di passare da una strada a un’altra passando sotto gli edifici invece di dovergli girare intorno. Si trattava di una funzione esclusivamente pratica. Oggi potete visitarne alcuni, altri invece sono privati. Alcuni residenti che hanno accesso a questi passaggi non è raro che vedendo un turista curioso lo inviti a entrare e passare dall’altra parte.

Museo di belle arti

Lione ha un Museo di Belle Arti ed è davvero molto apprezzato tanto dai locali quanto dai turisti. Qui si trova una sostanziosa collezione di monete, circa 50.000. E’ dopo quella di Parigi la più bella della Francia. Non mancano poi tanti artisti italiani come Guido Reni e Veroese. Tra quelli francesi più importanti ricordiamo Corot, Maner e Delacroix. Nel Museo di Belle Arti di Lione ci sono anche opere di Van Gogh.

Place des Terreaux a Lione

Place des Terreaux a Lione è parte della città vecchia e un po’ tutti passano da qui. Bello il municipio da vedere da fuori e stupenda la fontana di Bartholdi che, per chi non lo sapesse, è lo stesso che ha costruito la Statua della Libertà. Inizialmente questa fontana era destinata a Bordeaux ma dopo, non potendo più acquistarla, intervenne Lione che la comprò a una cifra interessante.

La collina che lavora

I lionnesi la chiamano collina che lavora perché un tempo su questa collina c’era un numero incredibilmente alto di botteghe artigiane. Ancora oggi sono presenti ma in un numero decisamente ridotto. Il suo nome è collina Croix Rousse. Qui trovate anche il palazzo dei Voraces, da visitare assolutamente.

basilica Lione

Basilica di Fourvière

E’ il luoco sacro di Lione, eretta nel punto dove molto prima furono uccisi i primi martiri della religione cristiana. Possiede ben 4 torri ottagonali ed è possibile vederla dalla città vecchia semplicemente alzando gli occhi verso l’alto, dove c’è la Colina di Fourvière, la collina che prega. Milioni di fedeli ogni anno si recano in visita nella speranza di ottenere un miracolo. Questo perché è stata dedicata alla Madonna conservata nella Cappella che sembra appunto riesca a fare miracoli dal 1500.

Teatro romano di Fourviere

Anche a Lione si può trovare una testimonianza dell’Impero Romano. Il Theatres Romains de Fourvière fu costruito sotto il dominio di Augusto. E’ stato conservato in modo eccellente e oggi viene utilizzato per alcuni eventi di carattere artistico-culturale. Potete accedere in qualsiasi momento e l’ingresso è gratuito.

Rue du Boeuf

Se anche voi apprezzate i prodotti artigianali, allora è arrivato il momento di visitare Rue du Boeuf. Altro non è che una stradina ricca di botteghe artigianali e atelier dove potete acquistare souvenir od oggetti per voi. Potete osservare gli artisti locali mentre lavorano. Potete arrivare a Rue du Boeuf se partite dal centro città. Proseguite a piedi verso ovest e in 15 minuti circa a piedi avete raggiunto questo luogo caratteristico e ancora di grande valore.

Le Mur Des Canuts

Si tratta di un murales ma quando lo sguardo vi si posa sopra, sembra di vedere davvero delle case pitturate. E’ stato realizzato sulla facciata di un vero stabile. E’ un’opera realistica che siamo certi saprà affascinarvi.

parc tete dor

Gastronomia a Lione, cosa mangiare

Parliamo un po’ di gastronomia. In fin dei conti è quasi un obbligo, quando vai a mangiare fuori in un posto dove non sei mai stato, devi assaggiare le specialità. Come in tutta la Francia anche a Lione va alla grande la zuppa di cipolla gratinata. Vi consiglio di assaggiare anche La salade lyonnais, un’insalata verde preparata con la pancetta, i crostini di pane e accompagnata una bella uova in camicia.

Tra i primi piatti principali c’è il sanguinaccio con mele (il Boudin aux pommes), oppure la salsiccia di stomaco e intestino di maiale, ancora la trippa, il cotechino etc. Se siete amanti dei dolci a Lione potete gustarvi me Matefaim, molto simili alle crepe, oppure i bugnes, sono come dei bignè e si trovano soprattutto a Carnevale.

Lione come tutta la Francia può offrirvi degli ottimi vini come il Côteaux du Lyonnais, oppure il Beaujolais.

Le guide consigliate

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.