Otranto e le cave di Bauxite

Avete mai sentito parlare della bauxite? Molto probabilmente sì, ma nel dubbio vogliamo spiegare di che si tratta. La bauxite è una roccia sedimentaria con la quale si produce l’alluminio. Il suo particolare nome proviene da un paese francese, Les Baux de Provence, dove nacquero, nel lontano 1822, le prime miniere. Ma non dobbiamo andare in Francia per trovarne una, perché anche nella nostra bella Otranto c’è una cava di bauxite. Dobbiamo, però, sottolineare che si tratta di una cava dismessa, che venne utilizzata dal 1940 al 1976. Trattasi di una miniera a cielo aperto che adesso è piena di acqua ed è uno spettacolo da non perdere, dato che al suo interno si è formato un vero e proprio ecosistema lacustre tutto da scoprire.

otranto_cava (4)

È proprio alla scoperta della cava che vogliamo portarvi e iniziamo dicendo che, se si è in vacanza in Salento, questa è una cosa da vedere a tutti i costi, anche perché Otranto è una delle mete turistiche più belle e imperdibili di tutta la Puglia. Arrivando nei pressi della cava di bauxite di Otranto vi troverete dinanzi a uno spettacolo mozzafiato. In primis, c’è da sottolineare che questa cava si trova in una posizione molto favorevole, ossia tra Punta Palascia e il Monte Sant’Angelo. Pertanto, avrete questo piccolo laghetto smeraldo, il faro che segna il punto più a est d’Italia e un panorama da togliere il fiato. Grazie a queste peculiarità, questo è uno dei posti più fotografati del Salento e non solo da fotografi del posto, ma anche da coloro che arrivano qui proprio per godere di questa bellezza immensa. Oggi come oggi, infatti, la zona è dismessa e vi si accede facilmente e la foto si scatta facilmente, anche perché il panorama aiuta non poco ad avere uno scatto meraviglioso.

otranto (21)

Quello che colpisce a primo acchito è il contrasto che si crea tra il verde smeraldo delle acque che si sono depositate all’interno della cava e il colore rossastro delle rocce. In più aggiungete il verde intenso e vivo della vegetazione spontanea e il gioco è fatto. Queste caratteristiche rendono la zona una delle mete turistiche più gettonate nel Salento, complice anche il fatto che la vicinissima Otranto non solo è bella ma è anche viva dal punto di vista della nightlife. Come accade in tutta la penisola salentina, tutti i paesini sono vicini e, durante l’estate, si animano di feste, sagre e concerti imperdibili e spostarsi risulta essere semplice e veloce.

Tornando alla cava di bauxite, c’è da sottolineare che non si è avuto, nel corso degli anni dopo la dismissione della miniera, un’opera di recupero ambientale. In poche parole, tutto quello che si vede è stato opera della natura e di null’altro. Con il passare del tempo, le acque hanno riempito lo scavo e da lì non si sono più mosse. Il che significa che, essendosi formato un piccolo laghetto naturale, è nato un nuovo e complesso ecosistema lacustre, semplice ma anche molto interessante da scoprire e studiare. Possiamo considerare questo spettacolo della natura una vittoria di quest’ultima sull’uomo e sul suo tentativo di manipolarla: qui la natura si è rimpadronita del suo spazio e ha fatto proliferare nuove forme di vita che, qualora ci fosse stata ancora una miniera occupata da attività estrattiva, non avrebbero mai visto la luce in quel punto.

A chi vuole visitare le cave di bauxite consigliamo, naturalmente, di alloggiare nella vicinissima Otranto. Qui ci sono possibilità alloggiative per tutte le tasche e tutte le esigenze e, nei pressi dalla cava, ci sono anche diversi campeggi, pensati proprio per tutti coloro i quali preferiscono rimanere a contatto della natura, aborrendo i comfort che, invece, si trovano altrove.

Come detto, Otranto è una città bella da vedere e molto interessante da vivere. Durante il periodo estivo in particolar modo, diventa un po’ una sorta di capitale ideale di tutto il Salento, assieme a Gallipoli che, però, si trova sulla costa ionica, mentre, lo ricordiamo, Otranto si trova sull’Adriatico e guardandone la costa si capisce al volo. Il famoso Castello d’Otranto è spesso sede di bellissime mostre ed esposizioni e questo rende possibile coniugare una bella vacanza fatta di mare e relax, con l’arte e la cultura.

La bella Otranto offre molto a chi la visita: il bellissimo borgo antico ha tanti scorci imperdibili, così come la Cattedrale, simbolo della resistenza contro i Turchi, che conserva le reliquie dei martiri morti per salvare la città. Perdersi tra i vicoli e i vicoletti di Otranto è una bellissima esperienza polisensoriale da fare almeno una volta nella vita. Camminando per le stradine ripide del centro non vi sembrerà di essere al mare, ma poi questo apparirà bello, blu e prepotente e vi riempirà gli occhi di bellezza e magia.

otranto (5)

Ma Otranto offre anche ristoranti tipici tutti da provare, dove gustare non solo il pesce freschissimo pescato in loco, ma anche tutte le specialità culinarie salentine. Locali e bar sono il centro della vita notturna di Otranto: tantissime persone di tutte le età passano le serate a chiacchierare, passeggiare, bere cocktail e divertirsi. Lungo la costa, inoltre, si trovano le discoteche più in della zona. Nel periodo estivo, che corrisponde anche al periodo migliore per visitare la città, nelle vicinanze ci sono tantissime sagre e feste di paese. Ricordiamo, ad esempio, che Otranto è vicinissima a Melpignano, paesino della Grecìa Salentina noto in tutta Italia per la ormai famosissima Notte della Taranta.

Come arrivare alla cava di Bauxite? Arrivare a Otranto è molto semplice, da qualsiasi parte del Salento voi vogliate arrivarci. Può, invece, risultare meno facile arrivare alle cave di cui vi abbiamo parlato. In auto si consiglia di prendere la strada che conduce da Otranto a Santa Cesarea, entrando a Otranto dall’ultimo ingresso possibile. Da qui si dovrà svoltare  a destra per immettersi su una piccola stradina di campagna. Si consiglia, naturalmente, di lasciare l’auto prima che la strada in questione diventi sterrata e proseguire a piedi sino alla vista del lago verde. Se volete raggiungere la cava a piedi vi consigliamo di partire dal porto e di seguire le indicazioni per Orte.

RISORSE UTILI

Per maggiori approfondimenti sul territorio di Otranto si consiglia di visitare il sito www.terredotranto.it

Per soggiornare nel territorio Idruntino, invece, potete visitare il sito Affittinsalento.

 

Foto realizzate da Emanuela Rizzo Fotografa per NelSalento

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.