Odense: cosa vedere e cosa fare in questa città della Danimarca

Odense

Foto di Nigel Swales – Own work, CC BY-SA 2.0 – Link alla foto: clicca qui

La Danimarca è uno stato dell’Unione Europea ricco di fascino. Ogni anno sono tantissimi i turisti che si recano in questa terra scandinava per assaporarne le bellezze. Una delle città più apprezzate è Odense.

E’ la terza più grande dello stato e si trova sulla bellissima isola di Fionia. Probabilmente ai più è nota per essere la città natale dell’autore Hans Christian Andersen, padre di alcune delle fiabe più famose al mondo come La sirenetta, Il brutto anatroccolo e La principessa sul pisello.

Nonostante il nome di Odense è legato a quello di Andersen, sono tante le cose belle da vedere in questa città il cui significato letterale è Santuario di Odino. Antica, bellissima e dai tratti suggestivi, andiamo a scoprire insieme cosa c’è da fare a Odense.

Cosa vedere a Odense

Santuario di San Canuto

Cattegradle San Canuto

Il santuario di San Canuto è una di quelle cose assolutamente da vedere se decidete di passare la vostra vacanza in Danimarca e la città di Odense è una delle tappe prefissate. Questo santuario si trova nella Cattedrale omonima e per tutto il Medioevo è stata un’importante meta di pellegrinaggio. E’ stata fondata nel 1086 ma ha subito una ricostruzione nel XIV secolo circa. Oggi è considerata una delle più importanti chiese gotiche del Paese. Al suo interno ci sono le reliquie di San Canuto, patrono della Danimarca.

Il centro antico

Di grande fascino è il centro antico di Odense. Caratterizzato dalla presenza di splendide casette in legno e muratura, attualmente sono la sede di alcune corporazioni.

Chiesa di Nostra Signora

Non è famosa come il santuario di San Canuto ma è comunque una delle attrazioni di Odense e dell’intera isola di Fionia. E’ stata lei infatti in antichità la cattedrale della città. E’ posizionata a pochi chilometri della cattedrale attuale ed è considerata dagli esperti la più antica chiesa cittadina. La sua costruzione infatti risale al 1184.

Casa natale di Andersen

Importante attrazione turistica è proprio la casa natale di Andersen, dal 1908 diventata un museo. Si trova nel quartiere vecchio e al suo interno si possono trovare una serie di indizi e opere che permettono di ripercorrere la vita dello scrittore. Qui viene esposta la raccolta dei disegni e dei ritagli di carta.

Poco distante da questa casetta gialla si trova il Museo Hans Christian Andersen. Al suo interno c’è un vero e proprio allestimento multimediale completamente dedicato all’autore.

E’ in corso di costruzione il nuovo museo progettato da Kengo Kuma. L’inaugurazione si avrà nel 2020. Il nome pensato per questa nuova manifestazione di affetto verso lo scrittore nato a Odense è Eventyrhustet che tradotto letteralmente diventa la casa delle favole.

Museo dei treni

Museo treni odense

Foto di Leif Jørgensen – Own work, CC BY-SA 2.5 – Link alla foto: clicca qui

Passiamo adesso al museo dei treni. Anche questa tappa è perfetta per la famiglia. Uno spazio molto ampio e al coperto dove è possibile iniziare a conoscere un po’ meglio il mondo dei treni. Qui infatti trovate locomotive, motori ma anche giochi e simulazioni tematiche davvero divertenti. E’ aperto poche ore al giorno, dalle 10 alle 16.

Castello di Egeskov

Uno dei castelli più belli di Odense è quello di Egeskov. Oggi è diventato un museo dove trascorrere la giornata. I bambini sicuramente ameranno la casa delle bambole all’ultimo piano, per non parlare della collezione dei giochi d’epoca.

Parte comunque fondamentale della visita è il parco. Arricchito da labirinti, automobili d’epoca, parchi giochi, aeroplani e tante altre incredibili attrazioni. Tra queste c’è l’incredibile ponte sospeso tra gli alberi.

Villaggio di Fionia

E’ un villaggio bellissimo perché ricostruisce l’ambiente danese che fu tra il 1700 e il 1900. Le case sono costruite in pietra e legna ed è presente anche un bellissimo laghetto. Durante l’estate alcuni attori in costume iniziano a raccontare cosa accadeva durante il XIX secolo all’interno delle campagne della Danimarca.

Cosa fare a Odense

Scoprire le favole di Odense

La passeggiata tra le favole di Odense vi permette di ripercorrere le incredibili storie dello scrittore. E’ la classica visita perfetta per chi viaggia in Danimarca con i bambini. L’ideale è muoversi in bicicletta in modo da potersi muovere velocemente e sostare allo stesso tempo quando desiderate. Potete seguire il percorso grazie alla mappa oppure scoprirle cercandole da soli. Non si tratta di un posto specifico da vedere, ecco perché ho messo questo punto tra le cose da fare. Dovete muovervi infatti per la città alla scoperta delle varie attrazioni dedicate all’autore e le sue opere.

Crociera sul fiume

Dal centro cittadino passa un fiume. Potete decidere di organizzare una bella crociera. In questo modo potete godervi anche il parco cittadino e arrivare anche al Fionia Village. Il percorso non vi porterà via tanto tempo, dura circa un’ora. Nel frattempo potete iniziare a vedere i vari personaggi delle favole da lontano! Questa crociera comunque prevede tre fermate e voi potete scendere e salire sull’imbarcazione a vostro piacimento.

Festival Hans Christian Andersen

Potete decidere di partecipare al Flower Festival se siete in zona. Il periodo di riferimento va dal 18 al 21 di agosto. Tuttavia se non riuscite a vederlo, sappiate che subito dopo inizia quello dedicato a Andersen, che conta la bellezza di 270 appuntamenti e quasi tutti sono completamente gratuiti.

E’ perfetto per i bambini perché arricchisce l’immaginazione con le favole. E’ una settimana fatta di sfilate, concerti e arte.

Cosa mangiare a Odense

A Odense rimane viva la tradizione gastronomica danese. Qui infatti potete mangiare lo Smorrebrod, nonché il sandwitch nostrano. Solo che loro lo preparano diverso.

Prima di tutto ha una sola fetta di pane e qui sopra devono essere appoggiati gli ingredienti. Viene usato il pane di segale e sopra possono essere messi diversi tipi di prodotti, come i filetti di platessa, il pesce affumicato, i gamberetti freschi, il caviale, le fette di limone etc.

Un altro piatto da provare è il Drikadeller, le polpette di carne dal sapore unico! Oppure c’è il Wienerbrod, è un dolce sfizioso che sicuramente non fa altro che accrescere la già nota fama della pasticceria danese.

Lascia un commento