Isola d’Elba: le spiagge più belle del versante ovest

Avete programmato una bella vacanza sull’Isola d’Elba e desiderate conoscere le spiagge più belle del versante occidentale? Ecco una serie di suggerimenti, in modo da scegliere solo quelle migliori (qui biglietti di traghetti per l’Elba).

Quello che accomuna tutte le spiagge che andremo virtualmente a visitare, oltre alla bellezza, è il fatto che si tratta di spiagge molto riparate dai venti di Libeccio e Ponente e, per questo motivo, ideali per chi desidera prendere il sole e godersi il mare al 100%.

La prima spiaggia che andiamo a visitare e che, quindi, suggeriamo è quella di Chiessi che si trova nel comune di Marciana. Si tratta di una piccola spiaggetta con ciottoli e ghiaia che è facilmente raggiungibile anche a piedi se ci si trova in paese. Se, invece, si arriva in auto, si consiglia in ogni caso di lasciarla presso la piazza del paese e di dirigersi a piedi verso la spiaggia.

Qui si trova un paesaggio a dir poco incantevole, dato che è circondata da una scogliera di granito che fa da cornice a delle acque cristalline. La spiaggia di Chessi è molto amata sia da chi pratica windsurf che da chi pratica snorkeling.

Nei pressi di questa splendida spiaggia si trovano anche altri luoghi imperdibili tra cui la spiaggia di Pomonte, che dista 1,5 km circa, la spiaggia di Le Tombe, che dista poco più di 3 km, quella di Patresi e quella di Fetovaia.

Spostandosi nella spiaggia di Pomonte, che si trova sempre nel comune di Marciana, si trova un paesaggio molto interessante, dato che sorge proprio ai piedi del Monte Capanne. Qui non ci si deve perdere il relitto dell’Elviscot, cargo che affondò nel 1972 in seguito a una burrasca. Il fondale di questo tratto di costa è davvero bello e, per questo motivo, se amate le escursioni subacquee questo è il posto che fa per voi.

Tra le spiagge meno note e più selvagge dell’isola c’è quella di Le Tombe, che si trova sempre sul versante occidentale dell’isola e, per la precisione, nel comune di Marina di Campo. Il nome della spiaggia, che è composta per lo più da ciottoli, è alquanto strano ed è dovuto al fatto che qui sono state rinvenute delle tombe etrusche.

La cosa che si deve ricordare, se si decide di visitare la spiaggia in questione, è che non ci sono servizi e che si arriva dopo un percorso di circa 10 minuti, con una leggera salita. Tuttavia, il panorama, le acque pulitissime e tutto quello che ha da offrire questa spiaggia, ripagano non poco chi decide di visitarla.

Qui verrete accolti dai tipici odori e profumi della macchia mediterranea che sa di rosmarino, di lavanda, cisto rosa e bianco e molto altro ancora. A dire il vero, qui si trovano ben 2 diverse spiagge, che sono di diverse dimensioni ma entrambe bellissime.

Sulla sinistra si trova una spiaggetta un po’ più grande e, dopo una serie di scogli, una più piccola sorge sulla destra. Entrambe le spiagge sono composte da ciottoli neri che sono una delle peculiarità del luogo. La zona è molto amata e frequentata anche da naturisti.

Se, invece, si è alla ricerca di una spiaggia di sabbia dorata, perché magari non si amano i ciottoli e la ghisa, allora la soluzione ideale è quella della spiaggia di Fetovaia, molto bella e, soprattutto, frequentata da grandi e piccini, giovani e meno giovani, ma mai caotica o sovraffollata.

Si tratta di una spiaggia molto nota per il suo aspetto: accanto alla sabbia, infatti, si trovano delle scogliere granitiche che proteggono la zona assieme a un promontorio completamente ricoperto di macchia mediterranea. Senza ombra di dubbio questa è la spiaggia più suggestiva di tutta la zona e, pertanto, se ci si ritrova sul versante sud-occidentale dell’isola non ci si può perdere questo spettacolo per nessun motivo.

Fetovaia

Foto CC-BY-SA 2.0 di PhiliTizzani

Molto vicina è anche la spiaggia di Secchetto, lunga circa 130 metri e composta per lo più da sabbia. Anche qui, come nella vicina spiaggia di Cavoli, si trovano delle bellissime scogliere, ideali per coloro i quali amano prendere il sole in tutta tranquillità. In zona ci si arriva molto facilmente e, pertanto, questa è una spiaggia abbastanza frequentata durante il periodo estivo.

La bella spiaggia di Colle Palombaia, che si trova sempre nel comune di Marina di Campo, è un’altra bellezza a tutto tondo, che non si può perdere. Si tratta di una zona che ha sia sabbia che ciottoli e, pertanto, accontenta tutte le esigenze. Da notare che la spiaggia di Colle Palombaia è rimasta abbastanza incontaminata e, pertanto, la si può vivere al 100% se si stare a contatto con la natura.

Queste sono solo alcune delle isole più famose e belle di questa parte di isola d’Elba. Perdersele è un vero e proprio peccato e, pertanto, consigliamo di inserire queste mete appena suggerite in un eventuale itinerario alla scoperta di questa splendida isola che merita di essere vista nella sua totalità, cm dopo cm, spiaggia dopo spiaggia.

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.