Guida di Hanoi, Vietnam.

-Hanoi_Montage

Hanoi

Foto CC BY di Cheong

Se dici Vietnam dici baie punteggiate, pensi a risaie ed a  piantagioni di caffè , ti vengono alla mente spiagge tranquille e anche  spiagge vivaci, ma soprattutto pensi a sorrisi ed alla accoglienza. Sorrisi ed accoglienza sono le caratteristiche principali dei vietnamiti.

Di certo anche per questo motivo, il Vietnam, in quanto a popolarità tra i turisti, è in rapida crescita rispetto agli anni precedenti.. Il Vietnam vanta ancora un buon rapporto qualità-prezzo, ci sono buoni ristoranti e interessanti negozi.
Tra i tantissimi posti da Visitare vi raccontiamo Hanoi, la  piccola capitale del Vietnam, il punto di ingresso per i visitatori attratti nord montagnoso del Paese e dalle isole scoscese di Halong Bay.

Con un accento francese e un vecchio cuore venerabile, Hanoi è stata in gran parte risparmiata dai bombardamenti americani. Si tratta di una città  piena di trambusto, ma molto più attraente rispetto alla tentacolare Saigon che si trova nel sud. Il punto focale è Hoan Kiem , un’oasi di verde con una pagoda, ricca di leggenda e accarezzata dalle fronde degli alberi di banyan .

I viali del quartiere francese e gli edifici coloniali sbiaditi che costellano la  sponda meridionale, e, al nord,  la rete di viuzze che compone il centro storico . Se non fosse per i ciclomotori che danno il senso dell’epoca in qui ci troviamo, ci si potrebbe sentire immersi nel passato.
Passeggiando per le vie di Hanoi si possono sentire i brividi, la vita qui si vive per la strada tra donne che lavorano canne di bambù e bambini che giocano a palla.

Hanoi-Vietnam

Architettura coloniale ad Hanoi, Vietnam

Foto CC BY di    Adam Jones

Dove alloggiare ad Hanoi

Ecco una serie di alberghi, appartenenti a diverse “fasce” dove poter alloggiare in questa città.

Sofitel Metropole (albergo di “fascia alta”)
Sofitel Metropole ( 15 Ngo Quyen , sofitel-legend.com/hanoi ) è il miglior hotel storico di Hanoi, costruito in un grande edificio francese vicino al teatro dell’opera . Ci sono suites dedicate agli ex ospiti Graham Greene , W Somerset Maugham e Charlie Chaplin .
Ha Noi Pearl  (albergo di “fascia media”)

Ha Noi Pearl  ( N6 Bao Khanh , hanoipearlhotel.com ) è un albergo che può essere definito “di fascia media” per gli standard di Hanoi , ma ancora molto conveniente per i visitatori occidentali. Nuovissimo e nel centro della città vecchia , dispone di camere in stile europeo con pavimenti in parquet.
Anise Hotel
Anise Hotel ( 22 Quan Thanh , anisehotel.com ) è un hotel con camere pulitissime in una piccola torre appena a nord del mercato . Se si alloggia ai piani alti si sarà lontani dai rumori di traffico e strada.

Cosa fare ad Hanoi: giornata tipo del turista

Appena arrivati ad Hanoi concedetevi un pranzo in un ristorante che serve vera cucina francese creativa. Il luogo adatto è  il Metropole, un lounge bar suggestivo , che ospita cantanti jazz di spicco.

09:15

Il teatro delle marionette sull’acqua Thang Long ( 57b Dinh Tien Hoang ) è giustamente famoso per la sua prorompente allegria, sprigionata attraverso racconti popolari vietnamito . Le storie raccontano di Pescatori di Serpenti di danzatrici fenici e di altre leggende, il tutto accompagnato da canti tradizionali suonati da musicisti dal vivo .

Notte ad Hanoi sul Hoan Kiem Lake

Notte ad Hanoi sul Hoan Kiem Lake

Foto CC BY di   David et Magalie

Primo giorno

sveglia alle 07:00

Almeno uno dei giorni trascorsi ad Hanoi sarebbe opportuno alzarsi presto per assaporare la bellezza di questa città quando ancora “dorme”. Al lago Hoan Kiem , la gente del posto pratica tai chi . Indispensabile una sosta per un caffè ( le birre vietnamite sono dolcificate con latte condensato e creano dipendenza, anche se per noi il solo pensiero di questa cosa el dolcificante dovrebbe scongiurare questo pericolo ) presso la terrazza sul lago di Hapro Bon Mua .

09:00

L’imponente mausoleo ( Huong Vuong ) , dove è custodito il corpo imbalsamato di Ho Chi Minh , il padre della moderna Vietnam, deve essere visitato prima delle 11 e si deve farlo con il massimo rispetto sfilando in modo solenne. Nell’adiacente Museo di Ho Chi Minh ci sono mostre simboliche della vita di “Zio Ho” .

11:00

Il Tempio della Letteratura ( Quoc Tu Giam ) è un bel complesso di cortili e padiglioni con tetti di tegole fondato nel 1070 . All’interno si trova un lago di carpe e ci sono  filari di lastre di pietra incise con i nomi di studiosi e un altare offuscato dall’incenso che ripara una statua di Confucio .

Nelle vicinanze , il Doan Mon Gate è uno dei pochi resti ancora in piedi su  Hanoi Citadel ( Quan Thanh) . Il sito è stato riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2010 , e le recenti scoperte sono conservate in un piccolo museo .

13:00 il pranzo

Per una perfetta introduzione al cibo vietnamita si deve visitare Quan An Ngon ( 18 Phan Boi Chau ) , una food hall lusso con cucina aperta intorno ad un cortile di bambù. Il menu ( in inglese ) offre di tutto, dalle croccanti frittelle di gamberetti alle zuppe di pasta ai panini al vapore soffici soffici.

14:00

Un ricordo di quella che è la recente e turbolenta storia del Vietnam presso il Museo della Rivoluzione Vietnamita ( 1 Pham Ngu Lao ), dove fotografie , ma poche informazioni in inglese, documentano la resistenza del paese al colonialismo francese e la guerra del Vietnam .

Il Museo di Storia Vietnamita ( 1 Trang Tien ) ha reperti risalenti che vanno dal periodo neolitico ai giorni nostri .

In alternativa , prenderìte un taxi per il Museo di Etnologia , a quattro miglia dal centro , per visitare i suoi beni culturali e le sue opere d’arte provenienti da minoranze tribali del Vietnam .

18:00

Rintrempratevi con un bicchiere di bia hoi , una birra incredibilmente economica servita fresco ogni giorno dalle barili sulla strada .  Queste bancarelle possono essere trovate in tutta la città , ma il primato va al  ” bia angolo hoi” ( svincolo di Luong Ngoc Quyen , Ta Hien e Dinh Liet ).

I taxi sono dotati di tassametro , affidabile e molto economico quindi non pensateci due volte prima di prendere uno

07:00

Gli autentici piatti vietnamiti sono serviti al Hanoi Garden Restaurant ( 36 Hang Manh ) , in un cortile dietro una vecchia strada. Tra i piatti citiamo l’insalata di foglia di banana e manzo miele alla brace
08:00

Per la cena si può provare Cong Caphe ( 35A Nguyen Huu Huan , congcaphe.com ) ,  nel centro storico.

10:00

La creatività di Hanoi viene espressa nella  cosiddetta Zona 9 ( 9 Tran Thanh Tong ) , un hub arty sorto in una fabbrica in disuso , con boutique, bar e un furgone che serve cocktail .
Per chi vule godersi una  vista sulla città , è perfetto il bar Summit Lounge del Sofitel Plaza ( 1 Thanh Nien Road; sofitel.com ) .

Un’alternativa, o un proseguo, a questa giornata tipo potrebbe essere questa:

Si può visitare il lago Hoan Kiem , attraversando il ponte rosso tanto fotografato dell’isola pagoda Ngoc Son . Hoan Kiem significa ” lago della spada restaurato ” , in riferimento al vittorioso imperatore Le Thai To.

Ogni strada nel centro storico è dedicata a negozi dedicati ad un particolare commercio . Per i souvenir di seta , c’è il negozio lungo Hang Gai , per l’argento c’è Hang Bac . I negozi di artigianato si possono trovare in giro Nha Chung.

Una vacanza ad Hanoi è una vacanza tranquilla, lenta trascorsa ad osservare il tranquillo scorrere del tempo dei suoi abitanti ed a capire che forse i sloro sorrisi sono dovuti soprattutto a questo: al non voler correre ma piuttosto assaporare attimo dopo attimo con tutta la lentezza che merita ogni momento.

 

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.