La Puglia e le sue bellezze: focus sul Gargano

La Puglia è una delle regioni più belle del nostro Paese e a decretare questo successo è il numero sempre crescente di turisti, che scelgono questa destinazione come meta per il loro viaggio. Sia il Salento, in particolar modo la zona di Gallipoli (vedi qui), sia le altre zone della Puglia sono sempre più amate dai turisti italiani e non, che decidono di immergersi in un territorio di immensa bellezza, per godere a pieno di pace, serenità, un mare meraviglioso e anche di quella zona meravigliosa che è il Gargano, che sa unire mare e montagna in maniera perfetta. Baie e spiagge incantevoli, borghi tutti da scoprire e molto altro ancora: tutto questo è il Gargano che, ad oggi, viene sempre più scelto dai turisti che vogliono passare un bel periodo di vacanze.

Ma vediamo cosa offre la Puglia in generale e il Gargano in particolare. Come è ormai noto, la Puglia è una regione magica, che unisce il mare cristallino con lunghe distese di spiaggia dorata, scogliere, buona cucina, tanto folklore e tutto quello che si può desiderare. Sebbene il Salento sia la zona che più si conosce di questa regione, anche tutto il resto non è da sottovalutare, perché le bellezze paesaggistiche, ma anche quelle architettoniche, si trovano ovunque, con un tasso di bellezza superiore alla media. Una delle zone da visitare assolutamente è, ad esempio, quella del Gargano. Come è noto, il Gargano è altresì noto come Sperone d’Italia, proprio per la sua forma molto caratteristica che ricorda quella dello sperone di uno stivale (il salento rappresenta invece il tacco del nostro stivale). Si tratta di una vera e propria subregione che ingloba il promontorio montuoso che si trova nella parte settentrionale della regione. In poche parole, si tratta della parte orientale della provincia di Foggia, quella nella quale si trova il Parco Nazionale del Gargano. Sebbene in passato si sia proposto di far diventare il Gargano una provincia della Puglia, con Manfredonia capoluogo di provincia, al momento questa parte è interamente inglobata nella preesistente provincia di Foggia. Nonostante tutto, le caratteristiche del territorio rendono questa zona unica nel suo genere e molto diversa dal Salento, che è l’altro importante polo turistico pugliese (clicca qui per info sule principali località e offerte low cost).

La zona è circondata a Est e a Nord dal mare Adriatico, mentre a Ovest confina con la zona nota come Tavoliere delle Puglie. Si sostiene che il promontorio garganico abbia visto la nascita nel periodo giurassico e si pensa che sia nato da rocce emerse, così come gran parte della regione. Sin dagli albori, la zona è stata al centro della vita della regione, grazie anche alla posizione strategica. Ma quello che da sempre attrae di questa zona sono, senza dubbio, le meravigliose spiagge e il mare cristallino. Vediamo, quindi, quali sono le principali località turistiche del Gargano.

Iniziamo con il parlare delle Isole Tremiti che sono anche le più grandi isole di Puglia. Queste ultime, oltre a essere molto amate sia dai pugliesi che dai turisti, sono molto caratteristiche e sono una Riserva Marina. I preziosissimi fondali marini che caratterizzano la zona, infatti, sono da tutelare, così come da tutelare è anche il territorio delle isole, ricco di vegetazione e bellezza. Le isole sono note anche come Isole Diomedee e, già nell’antichità, ricoprivano un ruolo molto importante. Sono uno dei cuori pulsanti dell’Adriatico e sempre più turisti le scelgono come meta delle loro vacanze, anche in virtù dei collegamenti ben strutturati con la terraferma. Esse, infatti, si trovano a sole 12 miglia dal promontorio garganico. Si possono raggiungere via mare da Rodi Garganica, Peschici, Vieste, Manfredonia e Termoli, mentre da Foggia sono raggiungibili via elicottero. Sono diverse le isole che fanno parte di questo folto gruppo e tra queste troviamo Caprara, Pianosa, San Nicola, San Domino, Cretaccio.

isole tremiti

Foto Pubblico Dominio

Il comune più importante e anche quello più grande della zona è Manfredonia. Come detto in precedenza, nel disegno ideale di una provincia garganica questa città sarebbe stato il capoluogo ideale. Al momento rimane una bella città fondata dal re Manfredi, figlio di Federico II, che oggi sta vivendo un periodo di forte crescita. Tra le bellezze architettoniche riconducibili a Manfredonia vi è senza dubbio il Castello, che guarda il mare, l’abbazia di San Leonardo, la splendida chiesa di Santa Maria Maggiore.

Al pari di Manfredonia, un’altra città imperdibile è Mattinata, nota anche come la città Bianca di Capitanata. Questa si adagia su due colline, chiamate Castelluccio e Coppa delle Madonna, ed è una città davvero interessante anche in virtù della presenza di cale e calette, nonché di spiagge ciottolose e mare cristallino che la rendono appetibile dal punto di vista turistico. Un’altra caratteristica che rende Mattinata una meta da visitare sono gli ulivi secolari, che ricordano quelli del Salento e che hanno segnato la storia.

Anche Monte Sant’Angelo si fa sempre più strada tra quelle che sono le preferenze dei turisti che arrivano in Puglia, sul Gargano. Questo è il paese più alto della zona ed è noto da tempi molto remoti. Qui sorge la famosa Grotta di San Michele che era un punto di riferimento per i Crociati che si recavano in Terra Santa. Da qui si gode di una vista spettacolare su tutto il Golfo di Manfredonia e questo rende il tutto ancora più speciale.

Monte Sant'angelo

Foto GFDL di Mazaki

Peschici, invece, è sempre più spesso la meta di un turismo internazionale che va alla ricerca della bellezza naturalistica (spiaggia e mare), ma anche di un borgo caratteristico che si affaccia direttamente sulle suddette spiagge. Anche Vieste, d’altro canto, è una delle mete principali del turismo garganico ed è molto amata sia da grandi che dai più giovani, soprattutto per la presenza di maggiori divertimenti notturni rispetto alle altre mete. La stessa cosa si può dire di Rodi Garganico, famosa colonia di origine cretese, oggi sempre più tempio di un turismo di massa.

Tra le altre città degne di nota, spiccano San Giovanni Rotondo, San Menaio, Foce Varano. La prima, meta soprattutto di un turismo religioso; le altre, per via delle loro bellezze naturalistiche ancora non propriamente sdoganate al turismo di massa. Chi è alla ricerca di una vacanza di relax, a San menaio può trovare ciò di cui ha bisogno e prenotare un bellissimo hotel (clicca qui), sapendo che a pochi km sorgono centri turistici più “mondani” e modaioli facilemnte raggiungibili in qualsiasi momento.