Cosa fare e cosa vedere a Parigi in Cinque giorni a Luglio

Parigi: la città che avrebbe bisogno di più vite per essere visitata come si deve. Anche se si trascorrono mesi in questa meravigliosa città, alla fine si ci accorge di non aver visto nulla o forse di averne appena scalfito la superficie. Proprio quando pensi di aver visto tutto, ecco nuove attrazioni, nuovi bar, nuovi mercati da esplorare. E ‘impossibile cercare di vedere tutto. Me se si ci organizza a dovere ecco che in cinque giorni si possono assaporare le cose più particolari di Parigi. E se si sceglie l’afa di Luglio ecco che il tutto è condito con il Paris Jazz festival che allieterà fino al 28 Luglio.

parigi

Per non perdersi nulla, o quasi, nella Ville Lumière ecco un programma di cinque giorni.

Potrete trascorrere la prima giornata a passeggiare per Parigi per respirane l’aria, i profumi, per sentire il dolce suono di quelle “erre moscie” così musicali. Ecco i punti salienti da raggiungere a piedi, passeggiando per le vie parigine.

Si può iniziare a le Champs Elysees ed ammirare l’Arco di Trionfo. Non c’è mai troppa fila e si gode di una splendida vista sulla città. Si può proseguire a piedi lungo le Champ Elysees attraverso il Jardin des Tuileries. Si può ammirare l’esterno del Louvre prima di continuare lungo Rue Rivoli, si può visitare la straordinaria chiesa gotica di Notre Dame. Si possono visitare le rovine romane sotterranee e la Chiesa di Saint-Chapelle.

parigi

Si può proseguire per il Quartiere Latino, una zona molto turistica, ma attenzione perchè se si scende dalla strada principale, si ci trova in un labirinto di vicoli e piazze lontani dai luoghi di ritrovo turistici. Comunque se si ci perde qui si può cogliere l’occasione per esplorare questa zona così pittoresca. Meritevoli anche il Pantheon e poi il Jardin du Luxembourg e San Sulplice.

Il secondo giorno può essere dedicato ai musei più popolari. Il Louvre in primis, con oltre un milione di pezzi d’arte, il Musée d’Orsay, situato in prossimità del Louvre, che ospita opere impressioniste, il museo che espone opere di Monet. Molto interessante anche il Museo della Shoah (il Museo dell’Olocausto): uno dei più importanti al mondo sul tema dell’olocausto.

 parigi

Il terzo giorno è tutto dedicato al Palazzo di Versailles. Per una visita al Palazzo di Versailles ci vuole infatti giorno intero: si trova al di fuori della città ed è vastissimo. Potrete trascorrere la giornata ad esplorare il castello e perdervi nei giardini circostanti.

Il quarto giorno potrebbe essere dedicato alla Torre Eiffel.Per una visita alla Torre Eiffel, se si vuole evitare la coda, è bene optare per la mattina ed evitare l’ora di pranzo. Dopo la Torre si può andare a Rue Cler una strada piena di ottimi ristoranti parigini.

Il quinto giorno si possono visitare le Catacombe di Parigi, un’ affascinante attrazione turistica che mostra un aspetto interessante della storia di Parigi.

parigi

Bello proseguire per Rue Mouffetard una strada è piena di caffetterie, negozi e un mercato all’aperto. A Place de la Contrescarpe, gli artisti da decenni trascorrono il loro tempo.

Un altro centro artistico di Parigi è Montmartre: ricco di negozi e di artisti. La chiesa nella zona offre una grande vista della città ed è un ottimo posto per il pranzo.

Dopo aver vagato Montmartre si può fare un salto al Moulin Rouge.

La giornata si può terminare con un viaggio in treno a est del centro della città per visitare più famoso cimitero di Parigi. E ‘un bellissimo cimitero che custodisce le tombe di personaggi famosi come Antonio de La Gandara, Honoré de Balzac, Sarah Bernhardt, Frédéric Chopin, Jim Morrison, Edith Piaf, Camille Pissarro, Gertrude Stein, e Oscar Wilde.

parigi

Se la vostra vacanza “cade” nel mese di Luglio ecco che potrete godere tutte le sere di un film gratis sul prato del Parc de la Villette, un evento immancabile dell’estate parigina. E fino al fino al 28 Luglio potrete partecipare al Paris Jazz festival.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.