Monaco di Baviera e l’Oktoberfest

Monaco di Baviera

Monaco di Baviera – Foto CC BY SA di Chris 73

 

Nonostante la sua popolazione di 1,5 milioni, Monaco di Baviera (Munich) si sente piccola ed in effetti la sembra. L’eleganza di questa piccola-grande città, o meglio, la sua “misura d’uomo”, è data dal fatto che qui abbondano le zone pedonali, quelle dedicate alle biciclette, inoltre l’assenza di grattacieli e di edifici alti rende Monaco di Baviera incredibilmente fascinosa.

I turisti di tutte le età amano Monaco. Qui, nella capitale della birra d’Europa, sono tantissime le cose da fare e da vedere:, le piazze, la cultura bavarese, il centro storico, i campanili medioevali, le facciate neo-gotiche, gli edifici neoclassici.

Passeggiare tra le sue vie è quasi magico.

Tra i tantissimi luoghi che questa città offre, Monaco di Baviera si può sperimentare al Viktualienmarkt, uno dei preferiti tra i locali per prodotti freschi e un servizio cordiale.

A pochi isolati di distanza, una notevole nuova sinagoga di Monaco è off-limits per il pubblico, ma vale la pena dare un’occhiata al suo esterno: le sue pietre inferiori sono in travertino, come famoso Muro del Pianto di Gerusalemme. Dato che la Germania ha accettato esuli religiosi provenienti dall’ex Unione Sovietica, la popolazione ebraica di oggi a Monaco di Baviera ha finalmente raggiunto i livelli pre-nazisti.

Ovunque si cammina, si possono vedere le cupole gemelle della Frauenkirche, chiesa simbolo della città. Si dice che queste cupole predano ispirazione dalla Cupola della Roccia a Gerusalemme. Anche se gran parte della chiesa è stata distrutta durante la seconda guerra mondiale, le torri sono sopravvissute, e il resto è stato magnificamente restaurato.

Passeggiando per Monaco di Baviera si comprende perché questa città è considerata una delle città più vivibili della Germania: sicura, pulita, colta, una città universitaria, costruita a misura d’uomo, e vicina alle bellezze della natura. Anche se è la capitale della Baviera e una delle principali metropoli, è proprio vero: l’atmosfera di Monaco è da piccolo centro. Ma questa apparente quiete inganna: qui a Monaco il divertimento non manca, anzi abbonda, soprattutto in Ottobre.

Infatti Monaco di Baviera è anche nota per l’Oktoberfest un evento che vede circa 6.000 festaioli assetati che durante il mese autunnale celebrano la bevanda più amata del mondo.

Per il divertimento tradizionale bavarese, in effetti non c’è niente è meglio di una buona birreria in vecchio stile. Monaco di Baviera è la capitale della birra della Germania, ed i locali dedicati alla birra offrono anche cibo a buon mercato, divertimento e musica.

Oktoberfest

Oktoberfest – Foto CC BY SA di Michael chlistalla

L’Oktoberfest dura poco più di due settimane, parte dal terzo Sabato di settembre e solitamente termina la prima Domenica di ottobre (ma mai prima del 3 ottobre – il giorno in cui la Germania festeggia la suo riunificazione).

Ogni notte, si riempiono otto enormi tendoni dedicati alla birra con circa 6.000 persone ciascuno. Un milione di litri di birra e bue arrosto sono i must dell’evento. Per i fanatici della birra, c’è anche il Museo Oktoberfest nel centro della città, che spiega la storia della birra e le origini della celebrazione dell’Oktoberfest.

Altro posto da visitare è la fiera Theresienwiese (a sud della stazione ferroviaria principale), conosciuta come la “Wies’n”: una frenesia di giostre, balli, file di tavoli da pic-nic, tonnellate di birra, salatini, e wurstel in un calderone ribollente di divertimento. Durante la fiera, le attività della città fungono anche meglio rispetto al normale. E ‘un buon momento per fare un giro turistico.

Se non siete in visita a Monaco durate questi periodi non temete perché Monaco si può fare festa in qualunque periodo dell’anno, basta andare in una birreria!

canali Amsterdam

Un fine settimana ad Amsterdam

Amsterdam

Amsterdam

Foto CC BY SA di Jorge Royan

Non è detto che per fare vacanza e per viaggiare servano per forza le sante benedette ferie. In una fine settimana si può visitare una delle tante belle ed affascinanti città che l’Europa ci regala. Amsterdam ad esempio è una destinazione che ben si presta per i viaggi brevi, per i week end. L’imporante è impiegare bene il tempo che si ha a disposizione ed ecco che in 24 ore si può assaporare il meglio che questa meravigliosa città ha da offrire. L’essenza di Amsterdam: i suoi canali, i suoi quartieri, i suoi fiori, le sue case, i suoi musei, le caffetterie, i suoi ristorantini. Ecco allora un itinerario (con alternativa) per due giorni ad Amsterdam. Settembre ben si presta per questo tipo di vacanza: il clima mite e fresco che permette di girare di giorno e uscire la sera e la poca folla di certo contribuiranno a rendere indimenticabile il vostro fine settimana.

Primo giorno

Mattina

Non si può andare ad Amsterdam senza visitare i musei. Sarebbe un peccato. Dunque il nostro fine settimana comincia con una bella visita al Museumplein, nel cuore culturale della città. Con una bella giornata si può attraversare il Spiegelkwartier (Nieuwe Spiegelstraat e Spiegelgracht), il quartiere dell’ antiquariato di Amsterdam, si possono ammirare le glorie dell’età dell’oro nel Rijksmuseum e il Van Gogh Museum (vangoghmuseum.nl), che custodisce la più grande raccolta di tutto il mondo di opere del pittore.

Pranzo

Dopo una panciata di musei ci vuole una bella panciata di cibo. Da Maxime (PC Hooftstraat 63; maximeamsterdam.nl) si possono mangiare zuppe, piatti in stile brasserie e insalate a partire da € 6,50, un menu di tre portate costa € 35, Maxime ha il vanto di trovarsi sulla via dello shopping più chic di Amsterdam.

Pomeriggio

Nel pomeriggio si può passeggiare nelle “De Negen Straatjes” che attraversano i canali più grandi di Amsterdam, e che sono fiancheggiate da boutique, negozi eccentrici ed accoglienti caffetterie.

Sera

Si può iniziare la serata con un drink al Hoppe un locale tradizionale, poi si può proseguire per Blauw aan de Wal ( Oudezijds Achterburgwal 99; blauwaandewal.com, menu di tre portate € 62,50), un paradiso della cucina e dopo cena ci sono due opzioni (a seconda del tipo di vacanza che si cerca): si può passeggiare fra la turbolenza di cattivo gusto (ma innocua) del quartiere a luci rosse, oppure si può optare per una passeggiata fino alla vicina caffetteria De Jaren (Nieuwe Doelenstraat 20-22; cafedejaren.nl).

canali Amsterdam

canali Amsterdam

Foto CC BY SA di Massimo Catarinella

2° giorno

Mattina

La mattina comincia presto con una vista all’ Hermitage di Amsterdam (Amstel 51; hermitage.nl). A seguire si può fare una breve camminata fino al Scheepvaartmuseum (Museo Marittimo, Kattenburgplein 1; hetscheepvaartmuseum.nl). L’ex magazzino dell’Ammiragliato del 17 ° secolo ospita una magnifica collezione di oggetti: mappe e globi, dipinti e trasporto armamentario dell’ illustre passato olandese come nazione marinara.

Pranzo

Nella Stazione ferroviaria principale di una città non ci si aspetta certo di trovare un suggestivo ristorante, ma Grand Café Restaurant 1e Klas (Piattaforma 2b, la stazione centrale, 0031 20 625 0131; restaurant1eklas.nl, pasti leggeri circa € 10) si trova proprio alla stazione centrale ed è eccellente .

Pomeriggio

Nel pomeriggio si può fare una passeggiata dalla Rembrandtplein lungo la Utrechtsestraat, una delle vie dello shopping più alla moda della città, con boutique di moda e negozi di gastronomia di fascia alta, con negozi di prodotti per la casa di design e una bella libreria indipendente.

Poco più avanti c’è il mercato giornaliero di Amsterdam, l’Albert Cuyp Markt, che si estende per circa un chilometro attraverso De Pijp, pieno zeppo di interessanti ristoranti e caffetterie.

Sera

Lungo il canale principale accanto al Westerkerk, decorato in stile contemporaneo olandese, c’è Werck (Prinsengracht 277, 0031 20 627 4079;  tre portate del menu € 33) una vibrante nuova aggiunta alla scena culinaria di Amsterdam. Dopo le 11 durante i fine settimana, si balla.

In alternativa:

Mattina

Colazione a Letting nella “cintura” dei canali, subito dopo l’orario di apertura, per una tradizionale colazione olandese (uova, toast, formaggio e, qui, anche arrosto di manzo). Poi si può fare una passeggiata fino alla grande Keizersgracht, svoltando a destra lungo il Brouwersgracht, il canale più fotografato di Amsterdam, verso la stazione centrale.

Si può fare una crociera di un’ora sul canale in una barca con ripiano in vetro, da uno degli ormeggi di fronte alla Stazione Centrale . E ‘un modo rapido per ammirare il posto che dà la possibilità di vedere Amsterdam che prende vita.

Si può poi passeggiare lungo la Damrak, costeggiando l’antica Oude Kerk attraverso un angolo del quartiere a luci rosse di Ons ‘Lieve Heer op Solder, una casa del 17 ° secolo restaurata direttamente sul canale.

Pranzo

Si può attraversare Nieuwmarkt, poi percorrere Kloveniersburgwal per un pranzo in riva Bord’Eau. Il Tocco leggero dello chef Richard van Oostenbrugge è perfetto per un pasto e c’è un pranzo ottimo rapporto qualità-prezzo.

Pomeriggio

Dirigetendosi verso la torre dell’orologio del 17 ° secolo dall’altra parte della strada da Bord’Eau, e oltre le rive si possono ammirare i colori nel mercato dei fiori. Poi si può fare fare una passeggiata lungo il canale Herengracht, e un tuffo nell’arte e nell’ antiquariato nel quartiere Spiegelkwartier.

Il Rijksmuseum è un altro posto da visitare dopo una visita ai negozi di antiquariato.

La caffetteria Rijksmuseum è un bel posto per fare una pausa mangiando una fetta di dolce fata in casa accompagnata da un buon caffè. Il tutto prima di fare una bella passeggiata lungo Stadhouderskade, nel quartiere alla moda di De Pijp.

Serata

Dopo una rinfrescata in hotel una bella puntata al Ricardo a Odeon per la cena, nella cantina con travi di un palazzo sul canale del 17 ° secolo.

Si può poi chiamare un taxi o attraversare i canali nel quartiere Jordaan. Si può passeggiare in una delle tante stradine affollate del quartiere, per un drink al bar De Tuin.

Non dimenticate scarpe comode e la macchina fotografica. Buon fine settimana!

Cosa fare in Croazia

Dubrovnik

Dubrovnik

Foto CC BY SA di Pudelek

Siamo nella deliziosa Croazia, in un luogo dove cultura, architettura, storia, e paesaggio sono gli elementi protagonisti. Un luogo dove vicoli fatti di ciottoli conducono ai castelli circondati dal blu intenso di cielo e mare. Un luogo affascinante e magico, tranquillo e rilassante. Un luogo che offre tanto da fare e da vedere per una vacanza perfetta.

La Croazia è poco costosa, è semplice da girare, e regala un mare cristallino, merito anche delle sue spiagge in prevalenza fatte di sassolini e scogli. Si può optare per l’utilizzo dei traghetti davvero poco costosi che ci porteranno da un’isola all’altra oppure si può scegliere di girare la Croazia in barca a vela per vivere un’esperienza davvero unica.

La Croazia pur essendo una destinazione molto apprezzata è ancora un luogo “da scoprire”, un luogo ancora lontano dal turismo di massa, un logo perfetto per chi dalla vacanza cerca soprattutto pace e quiete.
Ci sono luoghi imperdibili, e ci sono cose che è “d’obbligo” fare quando si va in Croazia, vediamo quali sono.

1. Visitare Dubrovnik
L’antica e vivace città di Dubrovnik, è abbracciata da mura ben conservate, al cui interno si snoda una città piena di vita, con ristoranti, bar, e tanta gente. E’ stata definita “la perla dell’Adriatico” e questo non stupisce visto che si tratta di una splendida città che vanta un meraviglioso centro storico, patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Durante l’ estate a Dubrovnik si tiene il Summer Festival, un evento di fama mondiale, con spettacoli di musica, teatro e danza.

2. Girare le isole
Gran parte della bellezza della Croazia è la sua collezione di isole uniche, oltre 1000 isole al largo della sua costa sud-occidentale, tutte facilmente raggiungibili dai traghetti. Ogni isola ha la sua specifica caratteristica ed è unica rispetto alle altre.

Tra le isole principali citiamo:
Le isole di Brioni, 14 isole e isolotti compongono questo arcipelago che sorge vicino a Pula.
Cres è la seconda isola più grande dell’Adriatico, vicino a Rijeka
Lussino è famosa da una lussureggiante vegetazione
Krk è l’isola più grande dell’Adriatico, ed è facilmente raggiungibile perché è collegata alla terraferma da un ponte. Rab è una delle isole più verdi, si è coperto da foreste di pini profumati
Pag deve invece la sua fama al formaggio di pecora.
Chi ama la tranquillità può optare per Dugi Otok, il luogo perfetto per rilassarsi
Le isole Kornati formano un arcipelago composto da 140 isole. Una delle isole più vivaci è Brac; Hvar vanta invece il primato di essere l’isola più soleggiata di tutto l’Adriatico. Vis ha una storia affascinante ed è nota per i suoi vigneti, Korcula è famosa per la sua fitta foresta e per il suo meraviglioso centro storico, Mljet è sede di un incantevole Parco Nazionale.
Le isole Elafiti (Kolocep, Lopud e Sipan) sono splendide isole incontaminate vicino a Dubrovnik.

Grotta azzurra

Grotta azzurra

Foto CC BY di Frederic de Goldschmidt

3. Esp0lorare Glowing Blue Cave
La Grotta Azzurra nella piccola isola di Bisevo, è una delle grotte più straordinari al mondo.
La sua straordinarietà sta in primis nel colore, questa Grotta, lo dice il nome, è blu, per un gioco di luce del sole che filtra attraverso l’acqua e si riflette rendendo questo luogo unico.

4. Divertirsi a Hvar
Si tratta di una delle migliori destinazioni sulla costa della Croazia. L’isola di Hvar ha una vivace vita notturna resa magica dall’affascinante porto. L’isola dista poche ore di traghetto da Spalato. Ci sono ottimi ristoranti e bar. Per festaioli che amano fare tardi la notte, Carpe Diem Beach Club è un ottimo posto. Ma i posti per i giovani e per chi è in cerca di divertimento sono davvero tanti.
Soprattutto durante l’estate la vita notturna a Hvar è ricchissima. Dalle feste agli eventi culturali.

5. Visitare i Laghi di Plitvice
Una delle più famose destinazioni della Croazia sono i laghi di Plitvice. Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice è a quasi 6 ore a nord di Spalato a metà strada tra la capitale Zagabria e Zara
Si tratta della più popolare attrazione turistica della Croazia e fa parte patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Sedici laghi collegati da una serie di cascate, che sorgono in un paesaggio boschivo popolato da cervi, orsi, lupi, cinghiali e rare specie di uccelli. Il Parco Nazionale si estende su una superficie totale di 300 chilometri quadrati, mentre i laghi coprono una distanza di otto chilometri.

40 (+1) profili instangram da seguire per i viaggi nel mondo

foto Instangram di urbanpixxels

Una volta si poteva fare in 80 giorni, ed erano già considerati pochissimi…oggi il giro del mondo si può fare in qualche ora e comodamente seduti sul divano di casa propria. Come? Attraverso le immagini più belle, che catturano l’essenza del viaggio, postate su Instangram da appassionati viaggiatori e appassionati fotografi. E’ indiscutibile la bellezza di alcune fotografie che sanno cogliere il senso di quel viaggio, di quel momento, di quel luogo, di quel sorriso, di quello sguardo.

Noi abbiamo selezionato i 40 profili Instangram migliori per fare un viaggio attorno al mondo attraverso le loro immagini. Sogneremo con loro, rideremo con loro, ci commuoveremo con loro, ci stupiremo con loro e un po’ li invidieremo per non essere stati li fisicamente a respirare la stessa aria e a sentire gli stessi rumori ed odori, ma di certo li ringrazieremo per averci regalato un pezzo di quel sogno attraverso le loro fotografie e anche per darci l’ispirazione per il nostro prossimo viaggio.

Carlo A. Giardina – @willowwoncka

Eleganti immagini in bianco e nero che ci mostrano monumenti, paesaggi, dettagli preziosi sparsi in tutto il mondo.

Nel Salento @nelsalento

Una delle zone più belle d’Italia, il Salento viene raccontato in questo profilo dedicato a questa meravigliosa zona dello stivale. Ovviamente tanto mare ma non solo in queste suggestive immagini che arrivano dalla Puglia. Acque cristalline, pittoresco entroterra, arte e scatti di cibo.

11311049_927882827273007_2048494943_n

11419140_1625012421101645_1110616187_n11333396_895811673825377_78402826_n

foto Instangram @nelsalento

Kimi Juan – @kimijuan

Mare, rocce, paesaggi, natura per questa fotografa che ci mostra la bellezza di luoghi come le Filippine ed altri.

Lucy Dodsworth – @lucydodsworth

Si definisce una viaggiatrice part-time. Le foto che scatta sono piene di colori, luce ed energia

 11374470_995277047163668_819250133_n

foto @nelsalento

Michael Sullivan – @mistersullivan

Paesaggi naturali del Regno Unito, dettagli curiosi e tanto altro nel profilo di questo fotografo appassionato di viaggi.

Elle Croft – @elle_croft

Tante foto di luoghi, di cibi e di Elle che ama viaggiare e ama fotografare i luoghi dove va e i momenti della sua vita, sia importanti che “semplici”.

MURAD OSMANN @muradosmann

La sua serie di foto chiamate #FollowMeTo, hanno come protagonista la sua ragazza (sempre rigorosamente girata di schiena) che lo conduce per mano attraverso tutti i loro viaggi-dal Taj Mahal alla Torre Eiffel.

11252747_967594469938080_1863115406_n

foto Instangram di Murad Osmann

Lucy Rose Laucht – @lucylaucht

Lei è inglese e vive a New York. Scatta foto alla sua vita di tutti i giorni e immortala i suoi viaggi.

Oliver Vegas – @Ovunno

Ci regala i momenti più belli e divertenti dei suoi viaggi attraverso le sue bellissime foto.

KATIE MCKNOULTY @thetravellinglight

Le più belle città del mondo, da Parigi a Berlino a Melbourne raccontate dagli scatti di Katie.

LE POSTCARD@lepostcard

Uno sguardo all’interno del jet set attraverso gli scatti di questa viaggiatrice in giro per il mondo.

11348382_1048490845162815_684287009_n

Foto instangram di lepostcard

Gabriel Samper – @kainxs

Viaggi, sorrisi, colore, sono i protagonisti delle foto di Gabriel. Ha 117mila seguaci.

Victoriano Izquierdo – @Victoriano

Scatta fotografie da quando aveva 13 anni forse per questo è così bravo.

Bruno Maltor – @afrenchtraveler

Mare mare e ancora mare, Bruno Maltor fotografa soprattutto Sud America, Asia ed Oceania. Il blu è il colore predominante dei suoi scatti.

Maïder – @iletaitunefaim

Foto bellissime che raccontano la passione per i viaggi (e per il cibo) di questa giovane ragazza.

Nathalie Geffroy – @nathparis

Parigi raccontata dalle foto di questa parigina. Angoli nascosti de la Ville Lumiére svelati dai suoi scatti meravigliosi.

Julie and Renaud – @carnetstraverse

Meravigliosi paesaggi che lasciano senza fiato.

VuTheara Kham – @vutheara

Parigi è la protagonista delle sue fotografie ma ci sono anche altre foto delle Europa. Architettura, dettagli, paeasggi.

Nelson Carvalheiro – @nelsoncarvalheiro

La sua passione per viaggio e cibo si legge nei suoi meravigliosi scatti

Ana Sampaio Barros – @anasbarros

E’ portoghese ma vive a Vienna, è architetto ed ha la passione per la fotografia. Tante immagini di paesaggi, di edifici, di strade….

11312425_848492881903891_2127530007_n

foto instangram di Chris Burkard

Gabriela – @gmateus

Il mare è il protagonista dei suoi scatti. Mare del Brasile in primis. Ha 208mila seguaci.

Claudia Liechavicius – @claudialiechavicius

Foto bellissime che raccontano i viaggi di Claudia.

Vamos Pra Onde? – @vamospraonde

Una coppia che si è incontrata viaggiando e che continua a viaggiare. Una storia d’amore raccontata attraverso i meravigliosi scatti dei viaggi.

Christine Neder – @lilies_diary

Luoghi, volti, cibi e panorami. Gli scatti di Christine raccontano dei suoi viaggi e dei suoi cibi preferiti.

Yvonne Zagermann – @justtravelous

Le sue foto documentano i suoi viaggi e sanno dare sapienti consigli.

Clemens Sehi – @anekdotique

Ha una rivista di viaggi avventurosi che le ha fatto vincere diversi premi come copywriter pubblicitario e come scrittore. Asia e Medio Oriente sono i protagonisti del suo profilo

Anita – @travelita

Immagini che ritraggono animali, natura, grandi città.

Susi M. – @blackdotswhitespots

Arte di strada, mercati, monumenti, foto di alberghi e tanto altro nelle foto di Susi, una blogger di viaggio tedesca .

JESSICA STEIN @TuulaVintage

La miscela perfetta di stile e di viaggio (e l’ispirazione per cosa indossare per la vostra prossima vacanza in spiaggia).

A LADY IN LONDON @aladyinlondon

La guida ufficiale per Londra.

KIRSTEN ALANA @kirstenalana

Gli scatti delle sue vacanze in tutto il mondo.

CHRIS BURKARD@chrisburkard

Oltre 850mila seguaci per questo appassionato ed avventuroso viaggiatore che ci ammalia con foto che spaziano dal kayak allo sci alla navigazione.

11330579_802035806581669_1849536575_n

Foto instangram di Chris Burkard

PASSION PASSPORT @passionpassport

Una comunità di viaggiatori e fotografi che condividono i loro migliori scatti delle vacanze (cascate, scogliere rocciose e paesaggi esotici)

TRAVEL NOIRE @travelnoire

Una comunità di oltre 100 viaggiatori per condividere bellissime foto delle vacanze e delle destinazioni imperdibili dai deserti del Medio Oriente ai campi del Sud Africa.

STEPHANIE BE @stephbetravel

Spiagge assolate, piscine esotiche e i più bei rifugi di tutto il mondo

CARIN OLSSON @parisinfourmonths

Gli angoli più chic di Parigi sono i protagonisti degli scatti di questo interessantissimo profilo.

HERMIONE OLIVIA UNDERWOOD @hermioneolivia

Tantissimi scatti di viaggio, caffè chic, cibo e tanto altro ancora

ALICE TATE @alice_tate

Un giornalista che vuole essere soprattutto una guida per cibo e viaggi vacanza. E ci riesce eccome….

THE BLONDE GYPSY @theblondegypsy

Un bellissimo panorama dei paesaggi d’ Europa, con una particolare attenzione per i meravigliosi mari e per i panorami dei Balcani

KATE MCCULLEY@adventurouskate

Kate viaggia per il mondo per vivere, ha visitato circa 60 paesi. Volete provate un po’ di invidia? Seguitela!

JACINTHA VERDEGAAL @urbanpixxels

Il fotografo e blogger di viaggio che posta i migliori Instagrams alimentari da tutto il mondo.

Ammirando i profili di ciascuno di loro potrete vedere meraviglie del mondo e trovare spunti per la vostra prossima vacanza. Buon viaggio!

Trento

Tutti i motivi per trascorrere l’estate in Trentino Alto Aldige

Lago di Caldonazzo Trentino Alto Adige

Lago di Caldonazzo Trentino Alto Adige

Foto CC BY SA di Ico74

Cosa chiedete ad una vacanza? relax? quiete? aria pura? cultura, tradizione, natura, attività fisica? Tutto questo è in un unico meraviglioso luogo: il Trentino Alto Adige, un luogo perfetto per trascorrere un’estate diversa.

Chi viaggia con i bambini

Soprattutto chi viaggia con i bambini a seguito può optare per una vacanza in Trentino Alto Adige,per un’estate all’insegna dell’aria sana, per assaporare la genuinità di cibi e persone, per imparare ed apprezzare usi e costumi di questa terra rigogliosa, generosa, ricca e piena di risorse.

Una vacanza al fresco, immersi nella natura, con il profumo dei boschi, con il verde brillante che accompagna la nostra vista. Il Trentino Alto Adige è un vero e proprio paradiso perfetto per le vacanze estive di tutta la famiglia. Marmotte, cervi, scoiattoli saranno i compagni di avventura di questo luogo bellissimo che accoglie e propone tantissime attività. Nei parchi dell’Adamello Brenta, Stelvio, Paneveggio si possono fare meravigliose passeggiate anche con bambini piccoli a seguito grazie ai percorsi attrezzati adatti anche ai passeggini. Giornate trascorse all’aria aperta in una location sana e pura. I più piccoli potranno divertirsi nei parchi avventura e i romantici potranno godere della meravigliosa esperienza dell’alpeggio con l’evento “albe in Malga”.

Esperienza della Malga

A piedi, durante i mesi di Luglio ed Agosto, si può raggiungere una delle 30 malghe e qui si può vivere la vita esattamente così come si vive nelle Alpi. Si cena tutti insieme senza tv ma con i racconti di leggende e storie che accompagneranno i sonni dei più piccoli, si guarderanno le stelle e poi la mattina prestissimo si inizieranno le attività tipiche: il pascolo per le mucche, la produzione del formaggio, la mungitura e poi la colazione tipica preparata dal malgaro. Una giornata intensa dove sarà la natura a scandire il tempo. In Val di Sole si potranno frequentare le fattorie didattiche dove i bambini impareranno davvero tante cose sulla vita in montagna e sugli animali che popolano queste cime, tanti laboratori creativi che entusiasmeranno i bambini.

Trento

Trento

Foto CC BY SA di Mac9

Il gioco del parco
E c’è chi potrà indossare i panni degli animali, a Rabbi una località Coler dove si organizza il “gioco del Parco”. I bambini potranno diventare cervi, aquile marmotte. E poi potranno fare visita alla “Casa dei Cervi” in un’area faunistica lungo la strada verso Peio Pese un luogo dove animali feriti trovano ricovero. Anche qui percorsi didattici con tantissime cose da imparare.

Le attività all’aria aperta

Si potrà andare a cavallo, si potrà fare trekking, si potranno fare escursioni, si potrà fare canoa, kayak. E tanto altro ancora.

Arte e cultura in Trentino Alto Adige

Oltre le tantissime cose da fare il Trentino ha anche tanto da vedere. Questa terra, oltre alle palesi bellezze naturali, ha infatti un ricco patrimonio di arte e di cultura.

Perché la cultura altoatesina è varia quanto il paesaggio:arte romana e germanica, tradizioni e usanze sono cristiane e pagane La cultura tirolese si può “leggere” nei 400 castelli e nelle rovine che costellano l’Alto Adige, nelle opere d’arte medievali e religiose, nelle vallate celate dove ancora sono vive le usanze contadine.

Si può scegliere tra Castelli, siti archeologici, musei, percorsi nel verde, parchi naturali. Molto belli i borghi del Trentino: Canale di Tenno, di origine medievale; Mezzano, che sorge ai piedi delle note “pale di San Martino”; san Lorenzo in Banale che ha come sfondo le Dolomiti di Brenta; rango con la sua architettura rurale. Ma non mancano neppure musei ed ecomusei, Tra questi ultimi citiamo Ecomuseo dell’Argentario, l’Ecomuseo del Tesino, l’Ecomusero del Lagorai, l’Ecomuseo della Judicaria, quello della Valsugana, l’Ecomuseo della Val di Peio,quello della Valle del Chiese.

Come arrivare in Trentino Aldo Adige
Si può arrivare in Trentino Aldo Adige in auto, treno o aereo a seconda delle proprie esigenze e della distanza da percorrere. Il Trentino Alto Adige è facile da raggiungere per la sua posizione centrale che resta fra il versante sud delle Alpi e la pianura padana e veneta.

Chi arriva in auto, in moto o in camper deve fare riferimento all’Autostrada Brennero-Modena A22, collegata a sud con la A1 Milano-Napoli e la A4 Milano-Venezia. Dalla A22 si diramano le strade statali per raggiungere ogni vallata. La rete viaria del Trentino presenta generalmente strade ampie e comode, e le condizioni di percorrenza invernali sono tenute sotto costante controllo.

I treni a lunga percorrenza italiani ed europei fermano nelle due stazioni principali delle città di Trento e Rovereto.

Chi arriva in aereo può atterrare a Verona, Bergamo, Venezia o Milano per poi raggiungere il Trentino in auto (autonoleggio), con il bus-navetta o in treno.

Le meraviglie geografiche di Darwin

Kings Canyon

Kings Canyon

Foto CC BY-SA di Stefano

Con il suo meraviglioso clima invernale, con il suo stile di vita rilassato, all’aria aperta e con il facile accesso a siti noti ed alle spettacolari aree naturali come Uluru e Kakadu National Park, Darwin è il paradiso per gli avventurieri e per chi cerca una vacanza all’insegna della natura.

Darwin, zeppa di meraviglie geografiche accoglie il turista con i suoi coccodrilli e con i suoi tramonti. Siamo in Australia, anche se Darwin è più vicina all’Asia rispetto alle altre città australiane.

E’ una città in movimento, ma che funziona ancora al ritmo lento di una cittadina rurale di campagna. Un viaggio a Darwin o offre la possibilità di osservare la vita degli indigeni in Australia, di ammirare la sua incantevole arte contemporanea e di conoscere la sua ipnotizzante cultura.

Quando andare

In una regione nota per le condizioni meteorologiche estreme, il Territorio del Nord è senza dubbio al suo meglio durante l’inverno australiano che va da maggio ai primi di settembre.

Ma noi vi proponiamo una visita durante i mesi dei monsoni nella stagione umida che va da gennaio ad aprile, un periodo che consente di ammirare paesaggi verdi vividi, e magari di assistere a elettrizzanti tempeste pomeridiane, inoltre offre la possibilità di esplorare la zona con un minor numero di visitatori. E’ meglio evitare di visitare Darwin da metà ottobre a fine dicembre durante la stagione pre-monsonica quando il clima è caldo umido.

Tra le attrazioni principali sono imperdibili il Museo e Galleria d’Arte del Territorio del Nord con la bellissima collezione di arte indigena; Crocosaurus Cove con i suoi rettili; Litchfield National Park con le bellissime cascate; il Parco Nazionale Watarrka; Kings Canyon.

Crocodylus, Darwin

Crocodylus, Darwin

Foto CC BY-SA di MartinRe

Ristoranti di Darwin

Pee Wee
Darwin è sinonimo di frutti di mare e tramonti, entrambe le cose si possono godere a Pee Wee, con il suo padiglione di vetro e con la sua terrazza ventilata con vista sul mare. Vale la pena di prenotare una cena presto in modo da poter gustare un drink mentre il sole va giù, perchè questo è davvero un posto speciale per ammirare il tramonto. Il cibo, con la sua attenzione ai prodotti locali, è altrettanto interessante.

Indirizzo: 5434 Alec Fong Lim Drive, East Point, 0820
Contatto: 00 61 8 8981 6868; peewees.com.au
Come arrivare: nessun mezzo di trasporto pubblico: guidare o prendere un taxi
Orari di apertura: tutti i giorni, 17:00-22:30
Carte di credito accettate: tipo di pagamento
Prenotazioni: consigliata

Char
C’è qualcosa di molto piacevole nel bere cocktail di mojito sotto gli alberi a Char, un suggestivo ristorante, situato nel centro storico di Admiralty House su un lussureggiante angolo tropicale della Esplanade. A meno che sia la metà della stagione delle piogge, chiedete un tavolo sulla terrazza. Char è un ristorante esclusivo, dove la carne di manzo è la stella del menu.

Indirizzo: 70 The Esplanade, Darwin, 0800
Contatto: 00 61 8 8981 4544; chardarwin.com.au
Come arrivare: bus a Mitchell Street
Orari di apertura: da martedì a domenica, 11:30-14:30, 17:30-21:30

Tali Wiru
Immaginate di mangiare la cena in alto su una duna di sabbia, e sorseggiare champagne mentre il sole tramonta. A Tali Wiru si può pranzare all’aperto scegliendo tra quattro portate accompagnate da vini australiani.

Indirizzo: Yulara Drive, Yulara, 0872
Contatto: 00 61 1300 134 044; ayersrockresort.com.au/experiences/detail/tali-wiru
Come arrivare: trasferimenti hotel inclusi
tipo di pagamento: Carte di credito accettate

Hanuman
Hanuman è sempre in fermento. Conosciuto per il suo mix delizioso di sapori diversi e per la sua lista di vini.

Indirizzo: 93 Mitchell Street, Darwin, 0800
Contatto: 00 61 8 8941 3500; hanuman.com.au
Come arrivare: bus a Mitchell Street
Orari di apertura: da lunedì a venerdì, a mezzogiorno, 15:00, 18:00-22:30; Sab, dom, 18:00-22:30

 

Foto di pubblico dominio

Saffrron

Darwin

Darwin

Un pasto in un ristorante indiano di periferia potrebbe sembrare una scelta improbabile nella tropicale Darwin, ma Saffrron è eccezionale. Inoltre il ristorante è orgoglioso delle sue iniziative di sostenibilità, che vanno dal compostaggio alle stoviglie di bambù biodegradabile.

Indirizzo: 14/34 Parap Road, Parap, 0820
Contatto: 00 61 8 8981 2383; saffrron.com
Come arrivare: bus a Parap (6,10)
Orari di apertura: da martedì a venerdì, 11:30-2:00, 6:00-23:00; Sab, dom, 06:00-23:00

Taverna Yots Greek
Darwin ha una gran numero di popolazione greca e non c’è posto migliore per banchettare cibo greco che Yots.

Indirizzo: 54 Boulevard Marina, Cullen Bay, 0820
Contatto: 00 61 8 8981 4433; yots.com.au
Come arrivare: bus a Cullen Bay (14)
Orari di apertura: da martedì a domenica, 11:00-23:00
Tipo di pagamento: carte di credito accettate:
Prenotazioni: consigliata

Malta tutto l’anno, soprattutto a Natale

Malta, Medina

Malta, Medina

Foto CC BY-SA Berthold Werner

L’isola di Malta vanta oltre 300 giorni di sole all’anno ed è circondata da acque cristalline, si presta quindi come destinazione perfetta soprattutto per i mesi estivi essendo tra i luoghi più puliti del Mediterraneo, un luogo apprezzato da nuotatori, da snorkeling e dagli amanti delle immersioni.
Ma oltre che per gli amanti del binomio spiaggia-mare, Malta si rivela una destinazione perfetta anche per altri motivi.

La sua storia antica è testimoniata dall’altissima densità di luoghi di interesse storico che la costellano. I templi preistorici, le catacombe romane, i borghi medioevali, il patrimonio architettonico straordinario ed artistico dei Cavalieri di San Giovanni (Cavalieri di Malta), sono tutti ottimi motivi per visitare Malta in qualsiasi momento dell’anno.

Il paese si è inoltre, e consentitemi di dire per fortuna, finalmente scrollata di dosso l’eredità culinaria britannica ed è sede di alcuni ottimi ristoranti specializzati in cucina mediterranea. Così ecco che Malta diventa anche una destinazione turistica perfetta anche per i buongustai.

Quando andare

L’estate è piacevole per il cielo azzurro e per tuffarsi nelle acque limpide del Mar Mediterraneo. Questo è il momento ideale per prendere il sole, per nuotare, per praticare immersioni e per fare gite in barca,.
La primavera e l’ autunno sono i periodi ideali per visitare ed esplorare Malta, quando il tempo è bello e la temperatura piacevole.

L’inverno porta maggiore rischio di maltempo (anche se, anche nel mese di gennaio l’alta media diurna è 15C) ma durante l’inverno i costi si abbassano notevolmente, si evita la folla e si può godere appieno delle bellezze di questo luogo. Inoltre il periodo natalizio a Malta è molto vissuto dagli abitanti dell’isola.
Come muoversi

Malta ha un sistema di autobus piuttosto organizzato, ci sono tanti taxi e noleggi di auto poco costosi.

Gli autobus

La stazione principale degli autobus si trova appena fuori di La Valletta City Gate e da qui si può arrivare ovunque sull’isola. Tutti gli autobus con i numeri inferiori a 100 conducono a La Valletta e gli autobus i cui numeri iniziano con X portano all’aeroporto.

I taxi

I taxi sono disponibili a pochi metri della città, all’aeroporto e in tutte le zone strategiche di tutta l’isola.

Noleggio auto
Le auto possono essere noleggiate in aeroporto, dall’ hotel o in anticipo tramite imprese locali ed internazionali.

Malta

Malta

Foto di Myriam Thyes  Pubblico Dominio

L’isola di Malta si può idealmente dividere in due parti: una con un agglomerato urbano vasto che sorge nella costa orientale, l’altra, più deserta, che sorge ad occidente nella zona interna. Le città da non perdere sono:
La capitale di Malta, La Valletta che porta il titolo di “Città Umilissima” fa parte del patrimonio Unesco, è il centro principale delle attività commerciali e amministrative dell’isola. Si tratta di una città-fortezza che sorge, a picco sul mare, sulla roccia della penisola del Monte Sceberras. Ha due porti naturali, Marsamxett e Grand Harbour.

Medina è invece nota come “Città Silenziosa”. Era l’antica capitale di Malta. E’ una sorta di fortino con mura arabe e architettura medievale che sfoggia palazzi in stile barocco. Vanta il titolo di “Città Notabile”; infatti può essere chiamata anche semplicemente “Notabile” o “L-Imdina”.

Cottonera (Kottonera) comprende le città di Vittoriosa, Cospicua, Senglea tutte visiabili via mare.
Birkirkara è la città più abitata di tutta Malta.

E poi Rabat, che sorge vicino a Medina e dalla quale si può entrare nelle catacombe di SanPaolo.
Chi ama lo shopping può andare a Sliema.

E chi vuole ammirare altri esempi di costruzioni medievali può optare per Victoria e la Cittadella a Gozo.

Natale a Malta

Malta è un Paese cattolico, molto cattolico ed la festa del Natale, qui è sentita in modo particolare. In ogni località vengono allestiti presepi, messe e canti.

In particolare a La Valletta presso la co-cattedrale di S. Giovanni vengono organizzati i canti natalizi al lume di candela. Durante il periodo natalizio tutte le chiese parrocchiali barocche sono decorate con ti tipici colori del Natale: rosso carminio e vengono allestiti meravigliosi presepi alcuni costruiti artigianalmente.

Tra gli eventi più attesi da grandi e piccini citiamo lo spettacolo che si tiene al Teatro Manoel.

Come arrivare a Malta
Malta si può raggiungere via mare o via aereo.

Le compagnie aeree che raggiungono Malta che partono dall’Italia sono diverse sia di bandiera che low cost. Ryanair offre voli diretti per Malta che partono da Bari, Bologna, Milano, Pisa, Torino, Trapani e Treviso. Easyjet offre voli diretti (ma solo da Luglio a Novembre) con partenze da Milano e da Roma. AirMalta, la compagia di bandiera Maltese, parte da Milano, Torino, Venezia, Genova, Bologna, Pisa, Firenze, Ancona, Roma, Napoli, Bari, Brindisi, Lamezia Terme, Reggio Calabria, Palermo, Catania, Cagliari e Olbia. Alitalia invece offre partenze da Roma, Milano, Catania e Palermo.

E’ bene sapere che la guida a Malta è “all’inglese”, ossia sulla corsia sinistra della strada.

Tra le principali regole del codice stradale Maltese ci sono:

Circolare sulla carreggiata sinistra
Sorpassare a destra
Dare la precedenza a destra
Fare le rotatorie in senso orario (i veicoli dentro la rotatoria hanno la precedenza)
Mettere le Cinture di sicurezza
Rispettare la velocità massima nei centri abitati: 50 Kmh
Le linee gialle ai bordi delle strade indicano il divieto di parcheggio

Viaggio in Marocco: inverno a Marrakech

Djemaa el Fna, Marrakech

Djemaa el Fna, Marrakech

 

Foto CC BY-SA di Boris Macek

Marrakech è una vera e propria destinazione per “tutto l’anno” La primavera e l’autunno regalano il meglio della città, con il sole quasi garantito e con temperature sopportabili (le giornate sono calde e le notti non sono troppo fredde). In piena estate, le temperature diurne possono raggiungere i 38C. L’inverno può essere caldo e beatamente privo di folle. Ed è proprio questa stagione che vi consigliamo di visitare Marrakech e i suoi contrasti, per gustare ogni suo angolo, ogni suo profumo, ogni suo suono. E inoltre per partecipare all’evento che si tiene ogni anno durante il mese di Dicembre: il Marrakech International Film Festival che si terrà da 5 al 13 dicembre 2014. Un evento che vede sfilare i grandi del cinema internazionale e che è ospitato dal re Mohamed VI, con giurie internazionali. Un’occasione unica per vedere questa città colorarsi ancora di più e vestirsi a festa in attesa di ricevere i grandi del Cinema.

Come muoversi

Il modo migliore e più pittoresco per girare la Medina è a bordo delle carrozze trainate da cavalli ma ci sono anche mezzi più moderni come i taxi che sono facilmente reperibili.
Inoltre si può noleggiare un auto ma è consigliabile solo che è necessario dirigersi verso località lontane altrimenti è meglio evitarsi lo stress di guidare in una città molto trafficata. In caso si desideri noleggiare un’auto ci si può rivolgere a socità come Hertz (hertz.com), nazionale (nationalcar.co.uk) e budget (budget.com).

Chi decidesse di intraprendere una vacanza a Marrakech non può perdersi questi luoghi.

Djemaa el-Fna

L’ Unesco ha designato questo sito Patrimonio dell’Umanità. Un luogo magico, quasi da favola fatto da incantatori di serpenti, acrobati e venditori ambulanti.
E ancora danzatrici del ventre, cantastorie e astrologi. Una sorta di teatro di strada che conta 1000 anni ma che non li dimostra affatto.

Hammam

Erroneamente descritto come un centro benessere, un vero e proprio hammam marocchino è molto di più. Un’esperienza imperdibile per chi desidera una pelle vellutata e perfetta.

Deserto Agafay

Chi non può avventurarsi nel deserto del Sahara può comunque vivere un’esperienza molto bella con un’escursione nel Deserto di Agafay che dista ad un’ora da Marrakech e che sorge alle pendici della catena dell’Alto Atlante. Si può trascorrere una giornata diversa dal solito, cenando sotto una tenda, dormendo in un accampamento e vivere l’emozione del deserto.

Le jardin des majorelle, Marrakech

Le jardin des majorelle, Marrakech

Foto CC BY-SA di Viault

Jardin Majorelle

Si tratta di un giardino botanico che vanta circa 300 specie vegetali tra cui una raccolta di cactus, una raccolta di banane, una raccolta di piante rare, una collezione di palme, una collezione di bamboo.

Ourika Valley

Ourika Valley dista circa 60 km da Marrakech. Qui si possono visitare una serie di villaggi berberi e le cooperative femminili che producono olio di Argan. Vicino al villaggio di Ourika sorgono diverse cascate.

Dove mangiare a Marrakech

Il cibo di Marrakech varia dal cibo di strada a quello che si serve nelle feste di palazzo. Ecco alcuni ristoranti di Marrakech dove potete mangiare.

Gastro
Gastro MK è il luogo perfetto per un tè pomeridiano con focaccine, per un panino per una fetta di dolce.

Indirizzo: Derb Sebaai 4, Bab Laksour, Medina
Contatto: 00 212 524 37 61 73; maisonmk.com

Il Ristorante La Maison Arabe
Una perfetta atmosfera marocchina e specialità tradizionali cucinate con erbe e spezie.

Indirizzo: Derb Assebhe 1, nei pressi di Bab Doukkala, Medina
Contatto: 00 212 524 387 010; lamaisonarabe.com

Grand Café de la Poste
Viaggiare nel tempo è possibile, lo si può fare intorno all’ora di pranzo dietro l’ufficio postale di Marrakech. Qui si trova un bistrot coloniale in stile Art Déco dove si mangia benissimo e dove ci si sente delle star

Indirizzo: Blvd El Mansour Dahbi-ed, Gueliz
Contatto: 00 212 524 433 038;

Al Fassia
La raffinatezza culinaria combinata con la decadenza di Marrakesh il tutto condito con cibo eccellente come i pesci ripieni di erbe, la spalla di agnello arrosto tempestata di mandorle e torri di soffice couscous.

Indirizzo: 55 Boulevard Mohammed Zerktouni, Gueliz
Contatto: 00 212 524 43 40 60

Mama Ti Lee
Ingredienti mediterranei di stagione con l’aggiunta piccante tipica marocchina:, zuppa di zucca cremosa insaporita con cannella ad esempio.

Indirizzo: 13 Derb Laarsa, nei pressi di Tiskiwin Casa, Riad Zitoun Jadid, Medina
Contatto: 00 212 524 38 17 52, mamatilee.blogspot.com
Orari di apertura: da lunedì a sabato, 19:30-11:00

Souk Kafe
Qui si mangia l’ autentica cucina di Marrakesh. Il personale è allegro e cordiale. La specialità è lo stufato di agnello di Marrakes. I vegetariani possono ordinare un assortimento di sei insalate.

Indirizzo: 11 Derb Souk Jadid
Contatto: 00 212 662 610229

Henna Cafe
Perfetto per chi ama la cucina vegetariana.

Indirizzo: 93 Arset Aouzal (nei pressi di Dar el Bacha), Medina
Contatto: 00 212 656 566 374; hennacafemarrakech.com
Orari di apertura: tutti i giorni, 11:00-20:00

Amal Center
Amal Center garantisce la classica ospitalità marocchina per i clienti e tirocini retribuiti, corsi di alfabetizzazione e di formazione professionale alle donne locali in stato di bisogno. I palati più esigenti possono gustare una torta tradizionale di frutti di mare e biscotti alle mandorle.

Indirizzo: Corner of Rue Ibn Sina Rue Allal Ben Ahmed e (nei pressi del Policlinico Sud) Gueliz
Contatto: 00 212 524 446 896; hope-amal.org
Orari di apertura: tutti i giorni, a mezzogiorno, 16:00

Vacanze di Natale ai Caraibi: le cose da non perdere

Avete mai pensato di trascorrere il Natale al caldo? una vacanza ai Caraibi durante le vacanze natalizie è un modo diverso per vivere questo periodo al sole. In effetti Dicembre è un mese perfetto per visitare queste le isole caraibiche. Dicembre e Gennaio sono i mesi dell’alta stagione.

Chi decide di intraprendere un viaggio ai Caraibi non dovrebbe perdersi i luoghi più interessanti da visitare e le cose più eccitanti da fare. I Caraibi si estendono su centinaia di isole, che offrono una vasta gamma di attività. I Caraibi non deludono alcun tipo di turista: soddisfano il più avventuroso che cerca adrenalina pura al più rilassato che cerca relax e souvenir.

Qualunque sia la categoria di turista alla quale appartenente, se fate una vacanza ai Caraibi ricordatevi di:

Guardate il tramonto dal Café di Rick a Negril

Negril in Giamaica è la destinazione perfetta per coloro che amano la giungla dei Caraibi e le spiagge incontaminate. Si può esplorare l’isola e guardare il tramonto al Café di Rick mentre tuffatori esperti si lanciano dalle sporgenze del locale nelle acque cristalline.

Esplorate le isole Bahamas

Le Bahamas offrono spiagge incontaminate, immersioni, un sacco di attiva, una ricca vita notturna. Qui, si possono nutrire gli squali e razze, esplorare le isole tranquille e isolotti. Si può esplorare il Parco Nazionale Bahamas East End e Lucayan, una vera delizia per gli amanti della natura. Passeggiate lungo le mangrovie in una delle più grandi strutture di grotte sottomarine del mondo.

Bahamas

Bahamas

Foto di Pubblico Dominio di Albert Kok

Nuotate con i delfini
Cosa potrebbe esserci di più bello? Queste creature gentili del mare sono incredibilmente forti, aggraziate ed intelligenti. In Giamaica si può tranquillamente nuotare ed interagire con loro. A Negril, si può provare l’esperienza Dolphin Cove dove si può nutare fianco fianco con i delfini.

Dean Blue Hole Long Island Bahamas

Dean Blue Hole Long Island Bahamas

Foto CC BY-SA di Ton Engwirda

Fate una crociera al tramonto

Una crociera ai Caraibi al tramonto è una delle cose migliori che potete fare mentre siete in vacanza. Su un catamarano, su una barca a vela fate una cena in crociera ammirando un tramonto che difficilmente rivedrete altrove.

Fate Snorkel

Gran parte della bellezza incontaminata dei Caraibi vive al di sotto della superficie dell’acqua. Sotto laleggera increspatura delle onde c’è un mondo di coralli colorati e una vita marina attiva. Un viaggio in snorkel è un modo divertente per essere sicuri di vedere le meraviglie della vita sottomarina nei Caraibi. Se vi trovate a Nassau, c’è il Nassau Bahamas Snorkel Adventure dove si può optare per nuotare con gli squali. St. Maarten è un’altra destinazione caraibica che è zeppa di grandi opzioni avventura subacquea.

Fate Zipline attraverso la giungla

Lo Ziplining è un ottimo modo per esplorare la vita all’aria aperta delle isole caraibiche. A Punta Cana Zipline Canopy Adventure si può come è la vita in cima alla volta della foresta.

Andate a cavallo sulla spiaggia

Passeggiare a cavallo su una spiaggia caraibica è come un qualcosa di un romanzo rosa.

Fate gite di un giorno da un’isola all’altra
Poche altre cose sono belle come esplorare i Caraibi anche con gite giornaliere che consentono di visitare più isole.
Le Bahamas offrono alcune delle isole più interessanti di tutti i Caraibi e isolotti inesplorati.

Ascoltate il reggae in Giamaica

La Giamaica è nota per essere la città natale del famoso cantante reggae, Bob Marley. Molte persone vengono da tutto il mondo per cercare le origini del reggae e della vita di Marley. Se vi trovate a Montego Bay, è ancora possibile trovare il cuore e l’anima del reggae. Con il tour Experience Bob Marley potrete visitare Nine Mile, dove Marley ha vissuto e dove si è innamorato della musica.

Fate un’escursione alla foresta pluviale El Yunque di Puerto Rico

La foresta pluviale El Yunque vi consente di vedere la ricca flora e fauna e le orchidee giganti che la rendono unica al mondo

Caraibi

Caraibi

Foto di Pubblico Dominio di AzDude

Gustate i sapori dei Caraibi

Provate i tanti sapori dei mercati colorati di San Juan, con un Old San Juan Food Tour.

Esplorate una grotta dell’isola

Scoprite i misteri del mondo subacqueo nella Repubblica Dominicana con un viaggio Adventure Day to Fun Fun Cave dove potrete esplorare magnifiche gallerie sotterranee e di godere di una giornata di passeggiate a cavallo.

Fate tutte o una buona parte di queste cose, seguite i nostri consigli e tornerete dalla vacanza nei Caraibi abbronzati, riposati, entusiasti, felici e con una gran voglia di tornarci.

Autunno a Las Vegas

Las Vegas

Las Vegas

Foto CC BY Lasvegaslover

Il fascino di Las Vegas è contagioso, luci, vita notturna, brivido del gioco, negozi alla moda, boutique eleganti, hotel bellissimi, gallerie d’arte e club chic.
Qui i casinò non hanno orologi, qui la vita notturna non ha limiti, qui si può restare svegli fino all’alba come fosse pieno giorno. Sorseggiare un cocktail sotto le stelle in un bar sulla terrazza su un tetto, passeggiare tra le vie illuminate a giorno, incontrare gente, fare una puntatina al casinò, le cose da fare non mancano.

Las Vegas è soprattutto nota per essere la città degli amanti del gioco: i casinò di Las Vegas sono aperti 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Molti casinò offrono lezioni gratuite di gioco a blackjack, craps e altri giochi da tavolo. Queste lezioni si tengono al mattino, quando molti turisti sono ancora a letto sono ancora troppo annebbiati per affollare i tavoli.

Ma è la sera che i casinò danno il meglio di sé. E durante il giorno? Beh ci si può alzare la mattina per l’ora di pranzo e fare un buffet a base di champagne, si può prendere il sole in piscina e rilassarsi aspettando la notte. Las Vegas è una città perfetta per vivere la notte ma anche durante il giorno le cose da fare non mancano di certo.

Dalle sue radici di città di cowboy occidentale, Las Vegas è stata trasformata dalla metà del 20 ° secolo quando personaggi del calibro di Frank Sinatra, Marilyn Monroe ed Elvis, si incrociavano per le sue strade.

Las Vegas

Las Vegas

Foto CC BY di H2Oman

Quando andare

Las Vegas è una destinazione perfetta in qualsiasi moment dell’anno. I casino non chiudono mai, nemmeno per Natale. La primavera e autunno sono i periodi migliori per visitare questa città visto che durante l’estate il calore e l’umidità possono essere opprimenti anche se durante i mesi caldi si possono godere le eleganti piscine.
Durante l’inverno il clima è freddo e piovoso, ma la neve è rara, tranne nelle montagne fuori città.
Capodanno è di gran lunga il più grande evento annuale.

Vediamo cosa si può fare anche durante il giorno in questa vibrante città (oltre che giocare al Casinò)

Bellagio
Non c’è nulla di più classico a Las Vegas che le fontane danzanti del lungolago del Bellagio. Da non perdere!

Indirizzo: 3600 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 693-7111; bellagio.com

Eiffel Tower Experience
Una bella replica della creazione francese di Gustave Eiffel.
Indirizzo: 3655 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 946-7000; parislasvegas.com

Mirage Volcano
Davanti al casinò Mirage c’è un finto vulcano che diventa spettacolare dopo il tramonto.
Indirizzo: 3400 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 791-7111; mirage.com

Stratosphere Tower
Un brivido di oltre 100 piani che culmina in un ponte di osservazione sopra questo grattacielo raggiungibile con quelli che sono gli ascensori più veloci degli USA.
Indirizzo: 2000 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 380-7777; stratospherehotel.com
Orari di apertura: Domenica-Giovedi, 10:00-01:00 (02:00 Venerdì e Sabato), tempo permettendo.

circus Circus
Trapezisti, contorsionisti, giocolieri allitano grandi e piccini.
Indirizzo: 2880 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 734-0410; circuscircus.com

Springs Preserve
Un complesso museo di storia naturale con mostre su svvriati argomenti: dai nativi americani ai pionieri della ferrovia.
Indirizzo: 333 South Valley View Boulevard.
Contatto: 702 822-7700; springspreserve.org

Museo Nazionale Atomic Testing
Un museo dove si possono rivivere i giorni della Guerra Fredda.

Indirizzo: 755 East Flamingo Road.
Contatto: 702 794-5151; nationalatomictestingmuseum.org

Museo Mob
Ufficialmente è il Museo Nazionale della criminalità organizzata e dell’ordine pubblico, dove si possono esplorare tre piani di prove documentali, manufatti e fotografie che raccontano entrambe “le facce” della medaglia: mafia e legalità degli Stati Uniti durante la metà del 20 ° secolo.

Indirizzo: 300 Stewart Avenue,
Contatto: 702 229-2734; themobmuseum.org

Da Las Vegas si possono fare gite di un giorno in posti spettacolari, vediamone qualcuna.

 

Caesars Palace - Lago Bellagio

Caesars Palace – Lago Bellagio

Foto CC BY Fxer

 

Grand Canyon

E’ tra le prime attrazioni naturali degli USA. Da Las Vegas, diverse aziende offrono tour in autobus, o viaggi a bordo di un elicottero privato o in aereo Contatto: 928 638-7888; nps.gov/grca

La Diga di Hoover

La diga di Hoover è un spettacolare diga inaugurata nel 1935 nel Corso della Grande Depressione.
Contatto: 702 494-2517; usbr.gov/lc/hooverdam

Red Rock Canyon

Un paradiso per gli escursionisti, per i ciclisti, per gli scalatori. Un iconico paesaggio desertico fatto di scogliere ed orizzonti spalancati. Si trova a circa 30 minuti di auto ad ovest della Striscia.

Contatto: 702 515-5350; redrockcanyonlv.org

Mount Charleston

Immerso tra le montagne di primavera, la gente del posto si reca qui per fare escursioni durante l’estate e per sciare durante l’inverno. Contatto: 702 593-9500; skilasvegas.com.

E dopo le attrazioni di Las Vegas e dei suoi avventurosi dintorni, avventuriamoci nelle tavole di questa metropoli. Ecco i migliori ristoranti a Las Vegas

Twist by Pierre Gagnaire

Pierre Gagnaire allieta i palati con un menu francese moderno che fonde abilmente con il meglio delle specialità della California, dell’ Europa, dell’Asia.
Indirizzo: 3752 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 888 881 9367; mandarinoriental.com

Gordon Ramsay Steak

Un’atmosfera ultra moderna e un menù fatto di classici con contorni ispirati e cocktail artigianali.

Indirizzo: 3655 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 702 946 4633; parislasvegas.com

Social House

Qui l’ Oriente incontra l’Occidente con una serie di antipasti piccanti, insalate di mare, e rotoli di sushi innovativi, ideali per la condivisione da parte di grandi gruppi.

Indirizzo: 3720 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 702 736 1122; socialhouselv.com

RM Seafood

Un caffè informale che serve sostanziosi piatti caldi come la zuppa di vongole.
Indirizzo: 3930 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 702 632-9300; rmseafood.com