Monaco di Baviera e l’Oktoberfest, cosa vedere nella capitale della Baviera in Germania

Monaco di Baviera

Monaco di Baviera – Foto CC BY SA di Chris 73

Monaco di Baviera è una città della Germania e capitale della Baviera. E’ la terza città più popolosa di tutta la Germania. Monaco di Baviera è ricordata non solo per ospitare le residenze reali ma anche per i suoi incredibili parchi e per la ricca tradizione architettonica e artistica che ancora oggi lascia trasudare da ogni strada cittadina.

Il clima continentale di Monaco di Baviera viene influenzato molto dalla presenza delle Alpi. Chi vi abita è abituato ad assistere a violenti scrosci d’acqua, specialmente in estate. Questo però può  cogliere alla sprovvista numerosi turisti che durante la bella stagione non si aspettano un clima simile. Luglio e agosto le temperature sono elevate, possono arrivare anche a 35°C. Se amate il caldo perciò questo è il periodo adatto.

A Monaco di Baviera non c’è il mare però come luogo di balneazione c’è il fiume Isar che attraversa la città. Il punto adatto è nel parco-spiaggia di Flaucher, in una zona periferica. Qui il fiume si dirama ed è possibile fare il bagno.

Se invece il vostro periodo ideale per andare in vacanza è quando nevica, sappiate allora che la neve cade frequentemente tra novembre e aprile. Le temperature a gennaio vanno dai 2°C a -4°C.

Nonostante la sua popolazione di 1,5 milioni, Monaco di Baviera (Munich) si sente piccola ed in effetti la sembra. L’eleganza di questa piccola-grande città, o meglio, la sua “misura d’uomo”, è data dal fatto che qui abbondano le zone pedonali, quelle dedicate alle biciclette, inoltre l’assenza di grattacieli e di edifici alti rende Monaco di Baviera incredibilmente fascinosa.

I turisti di tutte le età amano Monaco. Qui, nella capitale della birra d’Europa, sono tantissime le cose da fare e da vedere:, le piazze, la cultura bavarese, il centro storico, i campanili medioevali, le facciate neo-gotiche, gli edifici neoclassici.

Passeggiare tra le sue vie è quasi magico.

Tra i tantissimi luoghi che questa città offre, Monaco di Baviera si può sperimentare al Viktualienmarkt, uno dei preferiti tra i locali per prodotti freschi e un servizio cordiale.

A pochi isolati di distanza, una notevole nuova sinagoga di Monaco è off-limits per il pubblico, ma vale la pena dare un’occhiata al suo esterno: le sue pietre inferiori sono in travertino, come famoso Muro del Pianto di Gerusalemme. Dato che la Germania ha accettato esuli religiosi provenienti dall’ex Unione Sovietica, la popolazione ebraica di oggi a Monaco di Baviera ha finalmente raggiunto i livelli pre-nazisti.

Ovunque si cammina, si possono vedere le cupole gemelle della Frauenkirche, chiesa simbolo della città. Si dice che queste cupole predano ispirazione dalla Cupola della Roccia a Gerusalemme. Anche se gran parte della chiesa è stata distrutta durante la seconda guerra mondiale, le torri sono sopravvissute, e il resto è stato magnificamente restaurato.

Passeggiando per Monaco di Baviera si comprende perché questa città è considerata una delle città più vivibili della Germania: sicura, pulita, colta, una città universitaria, costruita a misura d’uomo, e vicina alle bellezze della natura. Anche se è la capitale della Baviera e una delle principali metropoli, è proprio vero: l’atmosfera di Monaco è da piccolo centro. Ma questa apparente quiete inganna: qui a Monaco il divertimento non manca, anzi abbonda, soprattutto in Ottobre.

Infatti Monaco di Baviera è anche nota per l’Oktoberfest un evento che vede circa 6.000 festaioli assetati che durante il mese autunnale celebrano la bevanda più amata del mondo.

Per il divertimento tradizionale bavarese, in effetti non c’è niente è meglio di una buona birreria in vecchio stile. Monaco di Baviera è la capitale della birra della Germania, ed i locali dedicati alla birra offrono anche cibo a buon mercato, divertimento e musica.

Cosa vedere a Monaco di Baviera

Da molti definita l’altra capitale della Germania, Monaco ha tanto da offrire. Qui ciò che non vi mancherà di bere è la birra, tant’è che vi si svolge la più famosa festa della birra al mondo, la Oktoberfest.

Oktoberfest

Oktoberfest

Oktoberfest – Foto CC BY SA di Michael chlistalla

Partiamo proprio da lui, l’oktoberfest. E’ una manifestazione che raccoglie ogni anno quasi sei milioni di persone, sparse sotto i tendoni appositamente allestiti nei giardini. Qui vengono serviti litri di birra bavarese. I festeggiamenti poi non sono certo brevi, durano la bellezza di 16 giorni. L’apertura della festa viene fatta dal sindaco che con delle martellate inserisce il rubinetto nella botte che viene scelta per l’inaugurazione della gesta di quell’anno. La storia dell’oktoberfest è interessante. Fu organizzata per la prima volta per il matrimonio del principe Ludwing I di Baviera. Era l’anno 1810 e la festa durò dal 12 al 17 ottobre. E’ piaciuta talmente tanto che ogni anno da quel giorno, la ripetono.

L’Oktoberfest dura poco più di due settimane, parte dal terzo Sabato di settembre e solitamente termina la prima Domenica di ottobre (ma mai prima del 3 ottobre – il giorno in cui la Germania festeggia la suo riunificazione).

Ogni notte, si riempiono otto enormi tendoni dedicati alla birra con circa 6.000 persone ciascuno. Un milione di litri di birra e bue arrosto sono i must dell’evento. Per i fanatici della birra, c’è anche il Museo Oktoberfest nel centro della città, che spiega la storia della birra e le origini della celebrazione dell’Oktoberfest.

Altro posto da visitare è la fiera Theresienwiese (a sud della stazione ferroviaria principale), conosciuta come la “Wies’n”: una frenesia di giostre, balli, file di tavoli da pic-nic, tonnellate di birra, salatini, e wurstel in un calderone ribollente di divertimento. Durante la fiera, le attività della città fungono anche meglio rispetto al normale. E ‘un buon momento per fare un giro turistico.

Se non siete in visita a Monaco durate questi periodi non temete perché Monaco si può fare festa in qualunque periodo dell’anno, basta andare in una birreria!

Englischer Garten

Englischer Garten Monaco di Baviera

Foto di Ludmiła Pilecka – Own work, CC BY-SA 3.0 – Link alla foto: clicca qui

Tra i tanti giardini bavaresi spicca lui, Englischer Garten. E’ un bellissimo giardino verde lungo ben 4 chilometri. E’ uno dei parchi più grandi del mondo. Inizialmente era destinato esclusivamente ai militari ma passano poco più di due decenni dalla sua nascita perché le porte si aprissero anche ai civili. Fu lui a diventare primo tra i parchi della Germania a uso pubblico.

In questo parco in estate potete andare a prendere il sole o nuotare. Addirittura i salti dei ruscelli vengono sfruttati dai giovani per poter fare surf. Un aspetto caratteristico è che vicino all’ingresso c’è una zona completamente riservata ai nudisti! Se volete andare, lo trovate aperto ogni giorno dalle 7 alle 19.

Deutsches Museum

Deutsches Museum Monaco di Baviera

Foto di Max-k muc – Own work, CC BY-SA 2.0 DE – Link alla foto: clicca qui

Il Deutsches Museum è il più grande museo di tecnologia e scienza di tutto il mondo. Pensate che sono 28.000 gli oggetti che sono stati esposti. La costruzione è stata voluta da Von Miller, l’uomo che creò la prima linea ferroviaria ad alta tensione e collegava la città di Monaco di Baviera a Miesbach.

Ciò che rende tanto caratteristico questo posto è anche il suo essere costruito su di una piccola isola oggi conosciuta come Museumsinsel, cioè isola di museo.

Al suo interno potete ammirare i primi modelli delle invenzioni che oggi diamo per scontate perché fanno parte della nostra realtà. Il costo del biglietto è di 17€. Ridotto invece costa 8,50€ e possono accedervi chi ha meno di 16 anni.

Frauenkirche

Frauenkirche Monaco di Baviera

Frauenkirche è la Cattedrale di Nostra Signora ed è la quarta cosa che vi consiglio di vedere in questa bellissima città tedesca. La Cattedrale si trova in una posizione dominante rispetto alla città. Le due colonne che affiancano la facciata sono alte ben 99 metri. Le cupole delle colonne sono in ottone e ricordano vagamente la forma di due cipolle.

Fu costruita tra il 1468 e il 1488 sui resti di una basilica romana. Lo stile scelto fu il gotico. Con la Seconda Guerra Mondiale la Cattedrale di Monaco di Baviera fu seriamente danneggiata e i lavori per restaurarla finirono sono nel 1994. Oggi è tornata a essere splendente come un tempo.

Vive un’interessante leggenda su questa chiesa. Al suo interno infatti, su un’unica mattonella, è impressa l’impronta di un piede. E’ conosciuta come L’impronta del Diavolo. Si dice che il Diavolo fu ingannato da due costruttori che gli dissero che la chiesa sarebbe stata senza finestre e. se guardiamo dal punto in cui si trova l’orma, le finestre vengono effettivamente coperte dalle colonne.

Potete visitare la cattedrale tutti i giorni dalle 7 alle 19. Il venerdì chiude alle 18. Potete arrivarci grazie alla metro.

Cosa mangiare a Monaco di Baviera

A Monaco di Baviera la gastronomia vede come ingrediente al centro la carne, quasi sempre accompagnata dalle patate arrosto, meno frequentemente fritte. Il piatto tipico è il Wurstel e non assomiglia poi molto a quello che mangiamo noi in Italia. Li sono di ottima qualità e ne esistono di tantissimi tipi differenti. I più famosi sono i Weisswurst, wurstel bianchi serviti bolliti. Non vi sorprendete se vi vengono proposti anche a colazione, i bavaresi li mangiano durante il pasto più importante della giornata! Se lo preferite grigliato allora c’è il bratwurst.

L’anatra arrosto è un altro piatto tipico da provare. Viene sempre accompagnata da vari contorni. E’ una carne molto tenera e succulenta, cotta con la pelle che invece resta croccante.

Un altro piatto che dovete provare è l’arrosto di maiale. Lo potete mangiare praticamente ovunque e il prezzo è abbordabile. La carne è cotta al forno e viene poi servita a fettine con il sugo di cottura come condimento.

Berlino

Berlino la città alternativa

La Germania è un Paese ricco di storia e visitandola potete scoprire tante delle sue incredibili attrazioni turistiche. Tra le città che vi consiglio caldamente di vedere Berlino è la prima in assoluto. Questa è la capitale del Paese ed è una metropoli di oltre 3 milioni e mezzo di persone!

Cosa fare a Berlino? Provate la cucina, andate a vedere i monumenti, scopritene la storia e quanto altro ancora. Vi ricordo che Berlino è anche una città ricca d’arte ed è quindi ottima per le moltissime opere. Adesso vi mostro cosa vedere a Berlino, infine elencherò per voi alcuni piatti tipici.

Cosa vedere a Berlino

Un tour che comincia dal duomo fino ad arrivare al “Muro di Berlino”. Ma tante sono le cose da vedere come per esempio l’Isola dei Musei. Cominciamo subito.

Duomo di Berlino

Duomo di Berlino Germania

Il Duomo di Berlino è bellissimo nonché imponente, diciamo pure che è una costruzione che attira lo sguardo di ogni passante. Potete metterlo al primo posto nella lista delle cose da vedere in questa città. Quello che potete scorgere oggi è l’aspetto voluto dall’imperatore Guglielmo II nel 1904. precedentemente al posto del duomo vi era una cattedrale, ma quest’ultima per Guglielmo II era banale e troppo classica. Con un’altezza di 116 metri, una larghezza di 73 e una lunghezza di 114, l’edificio è impossibile da non vedere! Hanno utilizzato lo stile barocco per la sua realizzazione, tuttavia sono evidenti anche alcuni tratti di stile rinascimentale italiano. Il Duomo di Berlino venne chiuso per circa 18 anni, un tempo impiegato per la ricostruzione del tetto. Subì infatti ingenti danni in seguito alla II guerra mondiale. Oltre alle magnifiche decorazioni interne, sono consigliati da vedere l’Organo Sauer, la Cripta degli Hohenzollern e lo splendido altare maggiore. Che dire inoltre del panorama che offre sulla città? Questo visibile dopo aver scalato 270 gradini.

Isola dei Musei

Bode Museum Isola dei musei Berlino

L’Isola dei Musei è una tappa praticamente obbligatoria per i turisti che si recano a Berlino. Pensate che si tratta di un’isola in cui sono stati costruiti ben 5 musei, ecco svelato perché prende questo nome curioso. Ubicata proprio dove rimane il centro del fiume (che prende il nome Sprea), l’Isola dei Musei è una vera meraviglia che vi lascerà senza parole. Le attrazioni sono il Museo Vecchio (Altes Museum), il Museo Nuovo (Neues Museum), l’Alte Nationalgalerie, il Bode Museum e infine il Pergamon Museum. Prendetevi del tempo per vedere tutte queste meraviglie, il primo menzionato vi permette di vedere innumerevoli reperti risalenti all’Antica grecia e agli Etruschi. Ovviamente passando anche dall’antica Roma. Opere provenienti dall’antico Egitto vi attendono nel Museo nuovo, ma di dispone di molto altro ancora. Vi restano sempre altri 3 musei e francamente ripeto che sono tutti ottimi da vedere.

Muro di Berlino

Muro Berlino Germania

Famoso in tutto il mondo nonché meta turistica ancora oggi, il Muro di Berlino è un simbolo del Paese, ma lo fu anche dell’Europa divisa. Venne abbattuto nel 1989 del 9 novembre! Per quasi 30 anni infatti il muro divise la città, oltre 155 km di cemento impossibili da scavalcare vista la sorveglianza. Quel che rimane oggi del muro è circa 1 km che potete ammirare in una vacanza nella città. Bellissimi i suoi graffiti, quest’ultimi, realizzati da artisti provenienti da ogni angolo del pianeta. Tra le varie opere memorabili presenti sul muro vi ricordo il “bacio fraterno” e il “Test the best” (un’auto che sfonda il muro). Ne sono presenti tanti altri, ma oltre a questa galleria di opere a cielo aperto (nota come East Side Gallery) il vero spettacolo è il muro, ovvero cosa ha rappresentato per la storia dell’uomo.

Alexanderplatz

Alexanderplatz Berlino Germania

La piazza più nota della città, Alexanderplatz, non potete assolutamente perdervela. Ricca edifici e opere architettoniche è governata dalla frenesia. In molti la dipingono come disordinata, ma allo stesso tempo di grande fascino. Dal 1805 prende il nome di Alexanderplatz, questo in onore dello zar Alessandro I che la visitò allora. Alcune delle cose che potete vedere al suo interno sono La Casa dell’Industria elettronica e La Casa dell’insegnante. Bellissima anche La Casa del viaggio e l’edificio-icona di Alexander Platz. Una delle opere più famose è l’orologio universale di Berlino, (Urania Weltzeituhr) e la fontana che prende il nome di “Brunnen der Völkerfreundschaft”. Come ciliegina non fatevi sfuggire La torre della televisione di Berlino (356 metri d’altezza).

Porta di Brandeburgo

Porta di Brandeburgo Berlino Germania

Un altro monumento bellissimo e che potete fotografare non appena siete nella città di Berlino è la maestosa Porta di Brandeburgo. Un’imponente costruzione di 26 metri d’altezza, si tratta di un arco con ben 12 colonne a sorreggere. Ispirata dalla porta che permette l’ingresso all’Acropoli di Atene, la Porta di Brandeburgo fu realizzata per volere di Guglielmo II nel 1788, anno in cui la commissionò. Pensate che Napoleone nel 1806 si prese letteralmente l’opera che già in passato era posta sulla cima della porta. Ovvero, la quadriga con la Dea della vittoria e i 4 cavalli. Quest’ultima arrivò a Parigi per tornare a Berlino pochi anni dopo (1814). Sfortunatamente quella presente oggi risale al 1953, anno in cui venne rifusa perché la precedente andò perduta con la II guerra mondiale.

Prima di vedere alcuni piatti tipici di Berlino, vi ricordo di includere nel tour anche: il Reichstag (sede del parlamento tedesco), il Checkpoint Charlie e il Memoriale dell’Olocausto (noto anche come “Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa”).

Cosa mangiare a Berlino

Kartoffelpuffer Berlino Germania

Nella città di Berlino quando tocchiamo il tasto “cucina” subito insaccati e fiumi di birra sono da considerare. La carne è molto consumata, ma anche gli ortaggi (primi fra questi le patate) non sono da meno. Lo stesso vale per i crauti, altro alimento comunissimo a Berlino. Potete provare il tanto apprezzato stinco di maiale (Eisbein), questo viene servito arrosto oppure bollito ed è accompagnato da crauti, senape e patate. Ottima anche la fettina di carne di vitello fritta (Wiener Schnitzel), sempre con patate fritte per accompagnarla. Infine concludo con i pancakes di patate, questi prendono il nome di Kartoffelpuffer.

Foto di Berlino

Berlino

Veduta aerea – Berlino

east side berlino

East Side Gallery – Berlino

Palazzo del Reichstag - Interno - Berlino

Palazzo del Reichstag – Interno – Berlino

Palazzo del Reichstag - Esterno - Berlino

Palazzo del Reichstag – Esterno – Berlino

Panorama Berlino dalla cupola

Panorama Berlino dalla cupola

canali Amsterdam

Un fine settimana ad Amsterdam

Amsterdam

Amsterdam

Foto CC BY SA di Jorge Royan

Non è detto che per fare vacanza e per viaggiare servano per forza le sante benedette ferie. In una fine settimana si può visitare una delle tante belle ed affascinanti città che l’Europa ci regala. Amsterdam ad esempio è una destinazione che ben si presta per i viaggi brevi, per i week end. L’imporante è impiegare bene il tempo che si ha a disposizione ed ecco che in 24 ore si può assaporare il meglio che questa meravigliosa città ha da offrire. L’essenza di Amsterdam: i suoi canali, i suoi quartieri, i suoi fiori, le sue case, i suoi musei, le caffetterie, i suoi ristorantini. Ecco allora un itinerario (con alternativa) per due giorni ad Amsterdam. Settembre ben si presta per questo tipo di vacanza: il clima mite e fresco che permette di girare di giorno e uscire la sera e la poca folla di certo contribuiranno a rendere indimenticabile il vostro fine settimana.

Primo giorno

Mattina

Non si può andare ad Amsterdam senza visitare i musei. Sarebbe un peccato. Dunque il nostro fine settimana comincia con una bella visita al Museumplein, nel cuore culturale della città. Con una bella giornata si può attraversare il Spiegelkwartier (Nieuwe Spiegelstraat e Spiegelgracht), il quartiere dell’ antiquariato di Amsterdam, si possono ammirare le glorie dell’età dell’oro nel Rijksmuseum e il Van Gogh Museum (vangoghmuseum.nl), che custodisce la più grande raccolta di tutto il mondo di opere del pittore.

Pranzo

Dopo una panciata di musei ci vuole una bella panciata di cibo. Da Maxime (PC Hooftstraat 63; maximeamsterdam.nl) si possono mangiare zuppe, piatti in stile brasserie e insalate a partire da € 6,50, un menu di tre portate costa € 35, Maxime ha il vanto di trovarsi sulla via dello shopping più chic di Amsterdam.

Pomeriggio

Nel pomeriggio si può passeggiare nelle “De Negen Straatjes” che attraversano i canali più grandi di Amsterdam, e che sono fiancheggiate da boutique, negozi eccentrici ed accoglienti caffetterie.

Sera

Si può iniziare la serata con un drink al Hoppe un locale tradizionale, poi si può proseguire per Blauw aan de Wal ( Oudezijds Achterburgwal 99; blauwaandewal.com, menu di tre portate € 62,50), un paradiso della cucina e dopo cena ci sono due opzioni (a seconda del tipo di vacanza che si cerca): si può passeggiare fra la turbolenza di cattivo gusto (ma innocua) del quartiere a luci rosse, oppure si può optare per una passeggiata fino alla vicina caffetteria De Jaren (Nieuwe Doelenstraat 20-22; cafedejaren.nl).

canali Amsterdam

canali Amsterdam

Foto CC BY SA di Massimo Catarinella

2° giorno

Mattina

La mattina comincia presto con una vista all’ Hermitage di Amsterdam (Amstel 51; hermitage.nl). A seguire si può fare una breve camminata fino al Scheepvaartmuseum (Museo Marittimo, Kattenburgplein 1; hetscheepvaartmuseum.nl). L’ex magazzino dell’Ammiragliato del 17 ° secolo ospita una magnifica collezione di oggetti: mappe e globi, dipinti e trasporto armamentario dell’ illustre passato olandese come nazione marinara.

Pranzo

Nella Stazione ferroviaria principale di una città non ci si aspetta certo di trovare un suggestivo ristorante, ma Grand Café Restaurant 1e Klas (Piattaforma 2b, la stazione centrale, 0031 20 625 0131; restaurant1eklas.nl, pasti leggeri circa € 10) si trova proprio alla stazione centrale ed è eccellente .

Pomeriggio

Nel pomeriggio si può fare una passeggiata dalla Rembrandtplein lungo la Utrechtsestraat, una delle vie dello shopping più alla moda della città, con boutique di moda e negozi di gastronomia di fascia alta, con negozi di prodotti per la casa di design e una bella libreria indipendente.

Poco più avanti c’è il mercato giornaliero di Amsterdam, l’Albert Cuyp Markt, che si estende per circa un chilometro attraverso De Pijp, pieno zeppo di interessanti ristoranti e caffetterie.

Sera

Lungo il canale principale accanto al Westerkerk, decorato in stile contemporaneo olandese, c’è Werck (Prinsengracht 277, 0031 20 627 4079;  tre portate del menu € 33) una vibrante nuova aggiunta alla scena culinaria di Amsterdam. Dopo le 11 durante i fine settimana, si balla.

In alternativa:

Mattina

Colazione a Letting nella “cintura” dei canali, subito dopo l’orario di apertura, per una tradizionale colazione olandese (uova, toast, formaggio e, qui, anche arrosto di manzo). Poi si può fare una passeggiata fino alla grande Keizersgracht, svoltando a destra lungo il Brouwersgracht, il canale più fotografato di Amsterdam, verso la stazione centrale.

Si può fare una crociera di un’ora sul canale in una barca con ripiano in vetro, da uno degli ormeggi di fronte alla Stazione Centrale . E ‘un modo rapido per ammirare il posto che dà la possibilità di vedere Amsterdam che prende vita.

Si può poi passeggiare lungo la Damrak, costeggiando l’antica Oude Kerk attraverso un angolo del quartiere a luci rosse di Ons ‘Lieve Heer op Solder, una casa del 17 ° secolo restaurata direttamente sul canale.

Pranzo

Si può attraversare Nieuwmarkt, poi percorrere Kloveniersburgwal per un pranzo in riva Bord’Eau. Il Tocco leggero dello chef Richard van Oostenbrugge è perfetto per un pasto e c’è un pranzo ottimo rapporto qualità-prezzo.

Pomeriggio

Dirigetendosi verso la torre dell’orologio del 17 ° secolo dall’altra parte della strada da Bord’Eau, e oltre le rive si possono ammirare i colori nel mercato dei fiori. Poi si può fare fare una passeggiata lungo il canale Herengracht, e un tuffo nell’arte e nell’ antiquariato nel quartiere Spiegelkwartier.

Il Rijksmuseum è un altro posto da visitare dopo una visita ai negozi di antiquariato.

La caffetteria Rijksmuseum è un bel posto per fare una pausa mangiando una fetta di dolce fata in casa accompagnata da un buon caffè. Il tutto prima di fare una bella passeggiata lungo Stadhouderskade, nel quartiere alla moda di De Pijp.

Serata

Dopo una rinfrescata in hotel una bella puntata al Ricardo a Odeon per la cena, nella cantina con travi di un palazzo sul canale del 17 ° secolo.

Si può poi chiamare un taxi o attraversare i canali nel quartiere Jordaan. Si può passeggiare in una delle tante stradine affollate del quartiere, per un drink al bar De Tuin.

Non dimenticate scarpe comode e la macchina fotografica. Buon fine settimana!

Cosa fare in Croazia

Dubrovnik

Dubrovnik

Foto CC BY SA di Pudelek

Siamo nella deliziosa Croazia, in un luogo dove cultura, architettura, storia, e paesaggio sono gli elementi protagonisti. Un luogo dove vicoli fatti di ciottoli conducono ai castelli circondati dal blu intenso di cielo e mare. Un luogo affascinante e magico, tranquillo e rilassante. Un luogo che offre tanto da fare e da vedere per una vacanza perfetta.

La Croazia è poco costosa, è semplice da girare, e regala un mare cristallino, merito anche delle sue spiagge in prevalenza fatte di sassolini e scogli. Si può optare per l’utilizzo dei traghetti davvero poco costosi che ci porteranno da un’isola all’altra oppure si può scegliere di girare la Croazia in barca a vela per vivere un’esperienza davvero unica.

La Croazia pur essendo una destinazione molto apprezzata è ancora un luogo “da scoprire”, un luogo ancora lontano dal turismo di massa, un logo perfetto per chi dalla vacanza cerca soprattutto pace e quiete.
Ci sono luoghi imperdibili, e ci sono cose che è “d’obbligo” fare quando si va in Croazia, vediamo quali sono.

1. Visitare Dubrovnik
L’antica e vivace città di Dubrovnik, è abbracciata da mura ben conservate, al cui interno si snoda una città piena di vita, con ristoranti, bar, e tanta gente. E’ stata definita “la perla dell’Adriatico” e questo non stupisce visto che si tratta di una splendida città che vanta un meraviglioso centro storico, patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Durante l’ estate a Dubrovnik si tiene il Summer Festival, un evento di fama mondiale, con spettacoli di musica, teatro e danza.

2. Girare le isole
Gran parte della bellezza della Croazia è la sua collezione di isole uniche, oltre 1000 isole al largo della sua costa sud-occidentale, tutte facilmente raggiungibili dai traghetti. Ogni isola ha la sua specifica caratteristica ed è unica rispetto alle altre.

Tra le isole principali citiamo:
Le isole di Brioni, 14 isole e isolotti compongono questo arcipelago che sorge vicino a Pula.
Cres è la seconda isola più grande dell’Adriatico, vicino a Rijeka
Lussino è famosa da una lussureggiante vegetazione
Krk è l’isola più grande dell’Adriatico, ed è facilmente raggiungibile perché è collegata alla terraferma da un ponte. Rab è una delle isole più verdi, si è coperto da foreste di pini profumati
Pag deve invece la sua fama al formaggio di pecora.
Chi ama la tranquillità può optare per Dugi Otok, il luogo perfetto per rilassarsi
Le isole Kornati formano un arcipelago composto da 140 isole. Una delle isole più vivaci è Brac; Hvar vanta invece il primato di essere l’isola più soleggiata di tutto l’Adriatico. Vis ha una storia affascinante ed è nota per i suoi vigneti, Korcula è famosa per la sua fitta foresta e per il suo meraviglioso centro storico, Mljet è sede di un incantevole Parco Nazionale.
Le isole Elafiti (Kolocep, Lopud e Sipan) sono splendide isole incontaminate vicino a Dubrovnik.

Grotta azzurra

Grotta azzurra

Foto CC BY di Frederic de Goldschmidt

3. Esp0lorare Glowing Blue Cave
La Grotta Azzurra nella piccola isola di Bisevo, è una delle grotte più straordinari al mondo.
La sua straordinarietà sta in primis nel colore, questa Grotta, lo dice il nome, è blu, per un gioco di luce del sole che filtra attraverso l’acqua e si riflette rendendo questo luogo unico.

4. Divertirsi a Hvar
Si tratta di una delle migliori destinazioni sulla costa della Croazia. L’isola di Hvar ha una vivace vita notturna resa magica dall’affascinante porto. L’isola dista poche ore di traghetto da Spalato. Ci sono ottimi ristoranti e bar. Per festaioli che amano fare tardi la notte, Carpe Diem Beach Club è un ottimo posto. Ma i posti per i giovani e per chi è in cerca di divertimento sono davvero tanti.
Soprattutto durante l’estate la vita notturna a Hvar è ricchissima. Dalle feste agli eventi culturali.

5. Visitare i Laghi di Plitvice
Una delle più famose destinazioni della Croazia sono i laghi di Plitvice. Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice è a quasi 6 ore a nord di Spalato a metà strada tra la capitale Zagabria e Zara
Si tratta della più popolare attrazione turistica della Croazia e fa parte patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Sedici laghi collegati da una serie di cascate, che sorgono in un paesaggio boschivo popolato da cervi, orsi, lupi, cinghiali e rare specie di uccelli. Il Parco Nazionale si estende su una superficie totale di 300 chilometri quadrati, mentre i laghi coprono una distanza di otto chilometri.

40 (+1) profili Instagram da seguire se ami i viaggi nel mondo

foto Instangram di urbanpixxels

Una volta si poteva fare in 80 giorni, ed erano già considerati pochissimi…oggi il giro del mondo si può fare in qualche ora e comodamente seduti sul divano di casa propria. Come? Attraverso le immagini più belle, che catturano l’essenza del viaggio, postate su Instangram da appassionati viaggiatori e appassionati fotografi. E’ indiscutibile la bellezza di alcune fotografie che sanno cogliere il senso di quel viaggio, di quel momento, di quel luogo, di quel sorriso, di quello sguardo.

Noi abbiamo selezionato i 40 profili Instagram migliori per fare un viaggio attorno al mondo attraverso le loro immagini. Sogneremo con loro, rideremo con loro, ci commuoveremo con loro, ci stupiremo con loro e un po’ li invidieremo per non essere stati li fisicamente a respirare la stessa aria e a sentire gli stessi rumori ed odori, ma di certo li ringrazieremo per averci regalato un pezzo di quel sogno attraverso le loro fotografie e anche per darci l’ispirazione per il nostro prossimo viaggio.

Carlo A. Giardina – @willowwoncka

Eleganti immagini in bianco e nero che ci mostrano monumenti, paesaggi, dettagli preziosi sparsi in tutto il mondo.

Nel Salento @nelsalento

Una delle zone più belle d’Italia, il Salento viene raccontato in questo profilo dedicato a questa meravigliosa zona dello stivale. Ovviamente tanto mare ma non solo in queste suggestive immagini che arrivano dalla Puglia. Acque cristalline, pittoresco entroterra, arte e scatti di cibo.

11311049_927882827273007_2048494943_n

11419140_1625012421101645_1110616187_n
11333396_895811673825377_78402826_n

foto Instangram @nelsalento

Kimi Juan – @kimijuan

Mare, rocce, paesaggi, natura per questa fotografa che ci mostra la bellezza di luoghi come le Filippine ed altri.

Lucy Dodsworth – @lucydodsworth

Si definisce una viaggiatrice part-time. Le foto che scatta sono piene di colori, luce ed energia

 11374470_995277047163668_819250133_n

foto @nelsalento

Michael Sullivan – @mistersullivan

Paesaggi naturali del Regno Unito, dettagli curiosi e tanto altro nel profilo di questo fotografo appassionato di viaggi.

Elle Croft – @elle_croft

Tante foto di luoghi, di cibi e di Elle che ama viaggiare e ama fotografare i luoghi dove va e i momenti della sua vita, sia importanti che “semplici”.

MURAD OSMANN @muradosmann

La sua serie di foto chiamate #FollowMeTo, hanno come protagonista la sua ragazza (sempre rigorosamente girata di schiena) che lo conduce per mano attraverso tutti i loro viaggi-dal Taj Mahal alla Torre Eiffel.

11252747_967594469938080_1863115406_n

foto Instangram di Murad Osmann

Lucy Rose Laucht – @lucylaucht

Lei è inglese e vive a New York. Scatta foto alla sua vita di tutti i giorni e immortala i suoi viaggi.

Oliver Vegas – @Ovunno

Ci regala i momenti più belli e divertenti dei suoi viaggi attraverso le sue bellissime foto.

KATIE MCKNOULTY @thetravellinglight

Le più belle città del mondo, da Parigi a Berlino a Melbourne raccontate dagli scatti di Katie.

LE POSTCARD@lepostcard

Uno sguardo all’interno del jet set attraverso gli scatti di questa viaggiatrice in giro per il mondo.

11348382_1048490845162815_684287009_n

Foto instangram di lepostcard

Gabriel Samper – @kainxs

Viaggi, sorrisi, colore, sono i protagonisti delle foto di Gabriel. Ha 117mila seguaci.

Victoriano Izquierdo – @Victoriano

Scatta fotografie da quando aveva 13 anni forse per questo è così bravo.

Bruno Maltor – @afrenchtraveler

Mare mare e ancora mare, Bruno Maltor fotografa soprattutto Sud America, Asia ed Oceania. Il blu è il colore predominante dei suoi scatti.

Maïder – @iletaitunefaim

Foto bellissime che raccontano la passione per i viaggi (e per il cibo) di questa giovane ragazza.

Nathalie Geffroy – @nathparis

Parigi raccontata dalle foto di questa parigina. Angoli nascosti de la Ville Lumiére svelati dai suoi scatti meravigliosi.

Julie and Renaud – @carnetstraverse

Meravigliosi paesaggi che lasciano senza fiato.

VuTheara Kham – @vutheara

Parigi è la protagonista delle sue fotografie ma ci sono anche altre foto delle Europa. Architettura, dettagli, paeasggi.

Nelson Carvalheiro – @nelsoncarvalheiro

La sua passione per viaggio e cibo si legge nei suoi meravigliosi scatti

Ana Sampaio Barros – @anasbarros

E’ portoghese ma vive a Vienna, è architetto ed ha la passione per la fotografia. Tante immagini di paesaggi, di edifici, di strade….

11312425_848492881903891_2127530007_n

foto instangram di Chris Burkard

Gabriela – @gmateus

Il mare è il protagonista dei suoi scatti. Mare del Brasile in primis. Ha 208mila seguaci.

Vamos Pra Onde? – @vamospraonde

Una coppia che si è incontrata viaggiando e che continua a viaggiare. Una storia d’amore raccontata attraverso i meravigliosi scatti dei viaggi.

Christine Neder – @lilies_diary

Luoghi, volti, cibi e panorami. Gli scatti di Christine raccontano dei suoi viaggi e dei suoi cibi preferiti.

Yvonne Zagermann – @justtravelous

Le sue foto documentano i suoi viaggi e sanno dare sapienti consigli.

Clemens Sehi – @anekdotique

Ha una rivista di viaggi avventurosi che le ha fatto vincere diversi premi come copywriter pubblicitario e come scrittore. Asia e Medio Oriente sono i protagonisti del suo profilo

Anita – @travelita

Immagini che ritraggono animali, natura, grandi città.

Susi M. – @blackdotswhitespots

Arte di strada, mercati, monumenti, foto di alberghi e tanto altro nelle foto di Susi, una blogger di viaggio tedesca .

JESSICA STEIN @TuulaVintage

La miscela perfetta di stile e di viaggio (e l’ispirazione per cosa indossare per la vostra prossima vacanza in spiaggia).

A LADY IN LONDON @aladyinlondon

La guida ufficiale per Londra.

KIRSTEN ALANA @kirstenalana

Gli scatti delle sue vacanze in tutto il mondo.

CHRIS BURKARD@chrisburkard

Oltre 850mila seguaci per questo appassionato ed avventuroso viaggiatore che ci ammalia con foto che spaziano dal kayak allo sci alla navigazione.

11330579_802035806581669_1849536575_n

Foto instangram di Chris Burkard

PASSION PASSPORT @passionpassport

Una comunità di viaggiatori e fotografi che condividono i loro migliori scatti delle vacanze (cascate, scogliere rocciose e paesaggi esotici)

TRAVEL NOIRE @travelnoire

Una comunità di oltre 100 viaggiatori per condividere bellissime foto delle vacanze e delle destinazioni imperdibili dai deserti del Medio Oriente ai campi del Sud Africa.

STEPHANIE BE @stephbetravel

Spiagge assolate, piscine esotiche e i più bei rifugi di tutto il mondo

CARIN OLSSON @parisinfourmonths

Gli angoli più chic di Parigi sono i protagonisti degli scatti di questo interessantissimo profilo.

HERMIONE OLIVIA UNDERWOOD @hermioneolivia

Tantissimi scatti di viaggio, caffè chic, cibo e tanto altro ancora

ALICE TATE @alice_tate

Un giornalista che vuole essere soprattutto una guida per cibo e viaggi vacanza. E ci riesce eccome….

THE BLONDE GYPSY @theblondegypsy

Un bellissimo panorama dei paesaggi d’ Europa, con una particolare attenzione per i meravigliosi mari e per i panorami dei Balcani

KATE MCCULLEY@adventurouskate

Kate viaggia per il mondo per vivere, ha visitato circa 60 paesi. Volete provate un po’ di invidia? Seguitela!

JACINTHA VERDEGAAL @urbanpixxels

Il fotografo e blogger di viaggio che posta i migliori Instagrams alimentari da tutto il mondo.

Ammirando i profili di ciascuno di loro potrete vedere meraviglie del mondo e trovare spunti per la vostra prossima vacanza. Buon viaggio!

Trento

Tutti i motivi per trascorrere l’estate in Trentino Alto Aldige

Lago di Caldonazzo Trentino Alto Adige

Lago di Caldonazzo Trentino Alto Adige

Foto CC BY SA di Ico74

Cosa chiedete ad una vacanza? relax? quiete? aria pura? cultura, tradizione, natura, attività fisica? Tutto questo è in un unico meraviglioso luogo: il Trentino Alto Adige, un luogo perfetto per trascorrere un’estate diversa.

Chi viaggia con i bambini

Soprattutto chi viaggia con i bambini a seguito può optare per una vacanza in Trentino Alto Adige,per un’estate all’insegna dell’aria sana, per assaporare la genuinità di cibi e persone, per imparare ed apprezzare usi e costumi di questa terra rigogliosa, generosa, ricca e piena di risorse.

Una vacanza al fresco, immersi nella natura, con il profumo dei boschi, con il verde brillante che accompagna la nostra vista. Il Trentino Alto Adige è un vero e proprio paradiso perfetto per le vacanze estive di tutta la famiglia. Marmotte, cervi, scoiattoli saranno i compagni di avventura di questo luogo bellissimo che accoglie e propone tantissime attività. Nei parchi dell’Adamello Brenta, Stelvio, Paneveggio si possono fare meravigliose passeggiate anche con bambini piccoli a seguito grazie ai percorsi attrezzati adatti anche ai passeggini. Giornate trascorse all’aria aperta in una location sana e pura. I più piccoli potranno divertirsi nei parchi avventura e i romantici potranno godere della meravigliosa esperienza dell’alpeggio con l’evento “albe in Malga”.

Esperienza della Malga

A piedi, durante i mesi di Luglio ed Agosto, si può raggiungere una delle 30 malghe e qui si può vivere la vita esattamente così come si vive nelle Alpi. Si cena tutti insieme senza tv ma con i racconti di leggende e storie che accompagneranno i sonni dei più piccoli, si guarderanno le stelle e poi la mattina prestissimo si inizieranno le attività tipiche: il pascolo per le mucche, la produzione del formaggio, la mungitura e poi la colazione tipica preparata dal malgaro. Una giornata intensa dove sarà la natura a scandire il tempo. In Val di Sole si potranno frequentare le fattorie didattiche dove i bambini impareranno davvero tante cose sulla vita in montagna e sugli animali che popolano queste cime, tanti laboratori creativi che entusiasmeranno i bambini.

Trento

Trento

Foto CC BY SA di Mac9

Il gioco del parco
E c’è chi potrà indossare i panni degli animali, a Rabbi una località Coler dove si organizza il “gioco del Parco”. I bambini potranno diventare cervi, aquile marmotte. E poi potranno fare visita alla “Casa dei Cervi” in un’area faunistica lungo la strada verso Peio Pese un luogo dove animali feriti trovano ricovero. Anche qui percorsi didattici con tantissime cose da imparare.

Le attività all’aria aperta

Si potrà andare a cavallo, si potrà fare trekking, si potranno fare escursioni, si potrà fare canoa, kayak. E tanto altro ancora.

Arte e cultura in Trentino Alto Adige

Oltre le tantissime cose da fare il Trentino ha anche tanto da vedere. Questa terra, oltre alle palesi bellezze naturali, ha infatti un ricco patrimonio di arte e di cultura.

Perché la cultura altoatesina è varia quanto il paesaggio:arte romana e germanica, tradizioni e usanze sono cristiane e pagane La cultura tirolese si può “leggere” nei 400 castelli e nelle rovine che costellano l’Alto Adige, nelle opere d’arte medievali e religiose, nelle vallate celate dove ancora sono vive le usanze contadine.

Si può scegliere tra Castelli, siti archeologici, musei, percorsi nel verde, parchi naturali. Molto belli i borghi del Trentino: Canale di Tenno, di origine medievale; Mezzano, che sorge ai piedi delle note “pale di San Martino”; san Lorenzo in Banale che ha come sfondo le Dolomiti di Brenta; rango con la sua architettura rurale. Ma non mancano neppure musei ed ecomusei, Tra questi ultimi citiamo Ecomuseo dell’Argentario, l’Ecomuseo del Tesino, l’Ecomusero del Lagorai, l’Ecomuseo della Judicaria, quello della Valsugana, l’Ecomuseo della Val di Peio,quello della Valle del Chiese.

Come arrivare in Trentino Aldo Adige
Si può arrivare in Trentino Aldo Adige in auto, treno o aereo a seconda delle proprie esigenze e della distanza da percorrere. Il Trentino Alto Adige è facile da raggiungere per la sua posizione centrale che resta fra il versante sud delle Alpi e la pianura padana e veneta.

Chi arriva in auto, in moto o in camper deve fare riferimento all’Autostrada Brennero-Modena A22, collegata a sud con la A1 Milano-Napoli e la A4 Milano-Venezia. Dalla A22 si diramano le strade statali per raggiungere ogni vallata. La rete viaria del Trentino presenta generalmente strade ampie e comode, e le condizioni di percorrenza invernali sono tenute sotto costante controllo.

I treni a lunga percorrenza italiani ed europei fermano nelle due stazioni principali delle città di Trento e Rovereto.

Chi arriva in aereo può atterrare a Verona, Bergamo, Venezia o Milano per poi raggiungere il Trentino in auto (autonoleggio), con il bus-navetta o in treno.

Le meraviglie geografiche di Darwin

Kings Canyon

Kings Canyon

Foto CC BY-SA di Stefano

Con il suo meraviglioso clima invernale, con il suo stile di vita rilassato, all’aria aperta e con il facile accesso a siti noti ed alle spettacolari aree naturali come Uluru e Kakadu National Park, Darwin è il paradiso per gli avventurieri e per chi cerca una vacanza all’insegna della natura.

Darwin, zeppa di meraviglie geografiche accoglie il turista con i suoi coccodrilli e con i suoi tramonti. Siamo in Australia, anche se Darwin è più vicina all’Asia rispetto alle altre città australiane.

E’ una città in movimento, ma che funziona ancora al ritmo lento di una cittadina rurale di campagna. Un viaggio a Darwin o offre la possibilità di osservare la vita degli indigeni in Australia, di ammirare la sua incantevole arte contemporanea e di conoscere la sua ipnotizzante cultura.

Quando andare

In una regione nota per le condizioni meteorologiche estreme, il Territorio del Nord è senza dubbio al suo meglio durante l’inverno australiano che va da maggio ai primi di settembre.

Ma noi vi proponiamo una visita durante i mesi dei monsoni nella stagione umida che va da gennaio ad aprile, un periodo che consente di ammirare paesaggi verdi vividi, e magari di assistere a elettrizzanti tempeste pomeridiane, inoltre offre la possibilità di esplorare la zona con un minor numero di visitatori. E’ meglio evitare di visitare Darwin da metà ottobre a fine dicembre durante la stagione pre-monsonica quando il clima è caldo umido.

Tra le attrazioni principali sono imperdibili il Museo e Galleria d’Arte del Territorio del Nord con la bellissima collezione di arte indigena; Crocosaurus Cove con i suoi rettili; Litchfield National Park con le bellissime cascate; il Parco Nazionale Watarrka; Kings Canyon.

Crocodylus, Darwin

Crocodylus, Darwin

Foto CC BY-SA di MartinRe

Ristoranti di Darwin

Pee Wee
Darwin è sinonimo di frutti di mare e tramonti, entrambe le cose si possono godere a Pee Wee, con il suo padiglione di vetro e con la sua terrazza ventilata con vista sul mare. Vale la pena di prenotare una cena presto in modo da poter gustare un drink mentre il sole va giù, perchè questo è davvero un posto speciale per ammirare il tramonto. Il cibo, con la sua attenzione ai prodotti locali, è altrettanto interessante.

Indirizzo: 5434 Alec Fong Lim Drive, East Point, 0820
Contatto: 00 61 8 8981 6868; peewees.com.au
Come arrivare: nessun mezzo di trasporto pubblico: guidare o prendere un taxi
Orari di apertura: tutti i giorni, 17:00-22:30
Carte di credito accettate: tipo di pagamento
Prenotazioni: consigliata

Char
C’è qualcosa di molto piacevole nel bere cocktail di mojito sotto gli alberi a Char, un suggestivo ristorante, situato nel centro storico di Admiralty House su un lussureggiante angolo tropicale della Esplanade. A meno che sia la metà della stagione delle piogge, chiedete un tavolo sulla terrazza. Char è un ristorante esclusivo, dove la carne di manzo è la stella del menu.

Indirizzo: 70 The Esplanade, Darwin, 0800
Contatto: 00 61 8 8981 4544; chardarwin.com.au
Come arrivare: bus a Mitchell Street
Orari di apertura: da martedì a domenica, 11:30-14:30, 17:30-21:30

Tali Wiru
Immaginate di mangiare la cena in alto su una duna di sabbia, e sorseggiare champagne mentre il sole tramonta. A Tali Wiru si può pranzare all’aperto scegliendo tra quattro portate accompagnate da vini australiani.

Indirizzo: Yulara Drive, Yulara, 0872
Contatto: 00 61 1300 134 044; ayersrockresort.com.au/experiences/detail/tali-wiru
Come arrivare: trasferimenti hotel inclusi
tipo di pagamento: Carte di credito accettate

Hanuman
Hanuman è sempre in fermento. Conosciuto per il suo mix delizioso di sapori diversi e per la sua lista di vini.

Indirizzo: 93 Mitchell Street, Darwin, 0800
Contatto: 00 61 8 8941 3500; hanuman.com.au
Come arrivare: bus a Mitchell Street
Orari di apertura: da lunedì a venerdì, a mezzogiorno, 15:00, 18:00-22:30; Sab, dom, 18:00-22:30

 

Foto di pubblico dominio

Saffrron

Darwin

Darwin

Un pasto in un ristorante indiano di periferia potrebbe sembrare una scelta improbabile nella tropicale Darwin, ma Saffrron è eccezionale. Inoltre il ristorante è orgoglioso delle sue iniziative di sostenibilità, che vanno dal compostaggio alle stoviglie di bambù biodegradabile.

Indirizzo: 14/34 Parap Road, Parap, 0820
Contatto: 00 61 8 8981 2383; saffrron.com
Come arrivare: bus a Parap (6,10)
Orari di apertura: da martedì a venerdì, 11:30-2:00, 6:00-23:00; Sab, dom, 06:00-23:00

Taverna Yots Greek
Darwin ha una gran numero di popolazione greca e non c’è posto migliore per banchettare cibo greco che Yots.

Indirizzo: 54 Boulevard Marina, Cullen Bay, 0820
Contatto: 00 61 8 8981 4433; yots.com.au
Come arrivare: bus a Cullen Bay (14)
Orari di apertura: da martedì a domenica, 11:00-23:00
Tipo di pagamento: carte di credito accettate:
Prenotazioni: consigliata

Malta tutto l’anno, soprattutto a Natale

Malta, Medina

Malta, Medina

Foto CC BY-SA Berthold Werner

L’isola di Malta vanta oltre 300 giorni di sole all’anno ed è circondata da acque cristalline, si presta quindi come destinazione perfetta soprattutto per i mesi estivi essendo tra i luoghi più puliti del Mediterraneo, un luogo apprezzato da nuotatori, da snorkeling e dagli amanti delle immersioni.
Ma oltre che per gli amanti del binomio spiaggia-mare, Malta si rivela una destinazione perfetta anche per altri motivi.

La sua storia antica è testimoniata dall’altissima densità di luoghi di interesse storico che la costellano. I templi preistorici, le catacombe romane, i borghi medioevali, il patrimonio architettonico straordinario ed artistico dei Cavalieri di San Giovanni (Cavalieri di Malta), sono tutti ottimi motivi per visitare Malta in qualsiasi momento dell’anno.

Il paese si è inoltre, e consentitemi di dire per fortuna, finalmente scrollata di dosso l’eredità culinaria britannica ed è sede di alcuni ottimi ristoranti specializzati in cucina mediterranea. Così ecco che Malta diventa anche una destinazione turistica perfetta anche per i buongustai.

Quando andare

L’estate è piacevole per il cielo azzurro e per tuffarsi nelle acque limpide del Mar Mediterraneo. Questo è il momento ideale per prendere il sole, per nuotare, per praticare immersioni e per fare gite in barca,.
La primavera e l’ autunno sono i periodi ideali per visitare ed esplorare Malta, quando il tempo è bello e la temperatura piacevole.

L’inverno porta maggiore rischio di maltempo (anche se, anche nel mese di gennaio l’alta media diurna è 15C) ma durante l’inverno i costi si abbassano notevolmente, si evita la folla e si può godere appieno delle bellezze di questo luogo. Inoltre il periodo natalizio a Malta è molto vissuto dagli abitanti dell’isola.

Come muoversi

Malta ha un sistema di autobus piuttosto organizzato, ci sono tanti taxi e noleggi di auto poco costosi.

Gli autobus

La stazione principale degli autobus si trova appena fuori di La Valletta City Gate e da qui si può arrivare ovunque sull’isola. Tutti gli autobus con i numeri inferiori a 100 conducono a La Valletta e gli autobus i cui numeri iniziano con X portano all’aeroporto.

I taxi

I taxi sono disponibili a pochi metri della città, all’aeroporto e in tutte le zone strategiche di tutta l’isola.

Noleggio auto

Le auto possono essere noleggiate in aeroporto, dall’ hotel o in anticipo tramite imprese locali ed internazionali.

Malta

Malta

Foto di Myriam Thyes  Pubblico Dominio

L’isola di Malta si può idealmente dividere in due parti: una con un agglomerato urbano vasto che sorge nella costa orientale, l’altra, più deserta, che sorge ad occidente nella zona interna. Le città da non perdere sono:
La capitale di Malta, La Valletta che porta il titolo di “Città Umilissima” fa parte del patrimonio Unesco, è il centro principale delle attività commerciali e amministrative dell’isola. Si tratta di una città-fortezza che sorge, a picco sul mare, sulla roccia della penisola del Monte Sceberras. Ha due porti naturali, Marsamxett e Grand Harbour.

Medina è invece nota come “Città Silenziosa”. Era l’antica capitale di Malta. E’ una sorta di fortino con mura arabe e architettura medievale che sfoggia palazzi in stile barocco. Vanta il titolo di “Città Notabile”; infatti può essere chiamata anche semplicemente “Notabile” o “L-Imdina”.

Cottonera (Kottonera) comprende le città di Vittoriosa, Cospicua, Senglea tutte visiabili via mare.
Birkirkara è la città più abitata di tutta Malta.

E poi Rabat, che sorge vicino a Medina e dalla quale si può entrare nelle catacombe di SanPaolo.
Chi ama lo shopping può andare a Sliema.

E chi vuole ammirare altri esempi di costruzioni medievali può optare per Victoria e la Cittadella a Gozo.

Natale a Malta

Malta è un Paese cattolico, molto cattolico ed la festa del Natale, qui è sentita in modo particolare. In ogni località vengono allestiti presepi, messe e canti.

In particolare a La Valletta presso la co-cattedrale di S. Giovanni vengono organizzati i canti natalizi al lume di candela. Durante il periodo natalizio tutte le chiese parrocchiali barocche sono decorate con ti tipici colori del Natale: rosso carminio e vengono allestiti meravigliosi presepi alcuni costruiti artigianalmente.

Tra gli eventi più attesi da grandi e piccini citiamo lo spettacolo che si tiene al Teatro Manoel.

Come arrivare a Malta

Malta si può raggiungere via mare o via aereo.

Le compagnie aeree che raggiungono Malta che partono dall’Italia sono diverse sia di bandiera che low cost. Ryanair offre voli diretti per Malta che partono da Bari, Bologna, Milano, Pisa, Torino, Trapani e Treviso. Easyjet offre voli diretti (ma solo da Luglio a Novembre) con partenze da Milano e da Roma. AirMalta, la compagia di bandiera Maltese, parte da Milano, Torino, Venezia, Genova, Bologna, Pisa, Firenze, Ancona, Roma, Napoli, Bari, Brindisi, Lamezia Terme, Reggio Calabria, Palermo, Catania, Cagliari e Olbia. Alitalia invece offre partenze da Roma, Milano, Catania e Palermo.

E’ bene sapere che la guida a Malta è “all’inglese”, ossia sulla corsia sinistra della strada.

Tra le principali regole del codice stradale Maltese ci sono:

  • Circolare sulla carreggiata sinistra
  • Sorpassare a destra
  • Dare la precedenza a destra
  • Fare le rotatorie in senso orario (i veicoli dentro la rotatoria hanno la precedenza)
  • Mettere le Cinture di sicurezza
  • Rispettare la velocità massima nei centri abitati: 50 Kmh
  • Le linee gialle ai bordi delle strade indicano il divieto di parcheggio

Le attività consigliate da fare a Malta:

Viaggio in Marocco: inverno a Marrakech

Djemaa el Fna, Marrakech

Djemaa el Fna, Marrakech

Foto CC BY-SA di Boris Macek

Marrakech è una vera e propria destinazione per “tutto l’anno” La primavera e l’autunno regalano il meglio della città, con il sole quasi garantito e con temperature sopportabili (le giornate sono calde e le notti non sono troppo fredde). In piena estate, le temperature diurne possono raggiungere i 38C. L’inverno può essere caldo e beatamente privo di folle. Ed è proprio questa stagione che vi consigliamo di visitare Marrakech e i suoi contrasti, per gustare ogni suo angolo, ogni suo profumo, ogni suo suono. E inoltre per partecipare all’evento che si tiene ogni anno durante il mese di Dicembre: il Marrakech International Film Festival che si terrà da 5 al 13 dicembre 2014. Un evento che vede sfilare i grandi del cinema internazionale e che è ospitato dal re Mohamed VI, con giurie internazionali. Un’occasione unica per vedere questa città colorarsi ancora di più e vestirsi a festa in attesa di ricevere i grandi del Cinema.

Come muoversi

Il modo migliore e più pittoresco per girare la Medina è a bordo delle carrozze trainate da cavalli ma ci sono anche mezzi più moderni come i taxi che sono facilmente reperibili.
Inoltre si può noleggiare un auto ma è consigliabile solo che è necessario dirigersi verso località lontane altrimenti è meglio evitarsi lo stress di guidare in una città molto trafficata. In caso si desideri noleggiare un’auto ci si può rivolgere a socità come Hertz (hertz.com), nazionale (nationalcar.co.uk) e budget (budget.com).

Chi decidesse di intraprendere una vacanza a Marrakech non può perdersi questi luoghi.

Djemaa el-Fna

L’ Unesco ha designato questo sito Patrimonio dell’Umanità. Un luogo magico, quasi da favola fatto da incantatori di serpenti, acrobati e venditori ambulanti.
E ancora danzatrici del ventre, cantastorie e astrologi. Una sorta di teatro di strada che conta 1000 anni ma che non li dimostra affatto.

Hammam

Erroneamente descritto come un centro benessere, un vero e proprio hammam marocchino è molto di più. Un’esperienza imperdibile per chi desidera una pelle vellutata e perfetta.

Deserto Agafay

Chi non può avventurarsi nel deserto del Sahara può comunque vivere un’esperienza molto bella con un’escursione nel Deserto di Agafay che dista ad un’ora da Marrakech e che sorge alle pendici della catena dell’Alto Atlante. Si può trascorrere una giornata diversa dal solito, cenando sotto una tenda, dormendo in un accampamento e vivere l’emozione del deserto.

Le jardin des majorelle, Marrakech

Le jardin des majorelle, Marrakech

Foto CC BY-SA di Viault

Jardin Majorelle

Si tratta di un giardino botanico che vanta circa 300 specie vegetali tra cui una raccolta di cactus, una raccolta di banane, una raccolta di piante rare, una collezione di palme, una collezione di bamboo.

Prenota la tua visita ai Jardin Majorelle cliccando qui: Tour dei giardini di Marrakech

Ourika Valley

Ourika Valley dista circa 60 km da Marrakech. Qui si possono visitare una serie di villaggi berberi e le cooperative femminili che producono olio di Argan. Vicino al villaggio di Ourika sorgono diverse cascate.
Gita in giornata a Ourika Valley. Prenota ora!

Dove mangiare a Marrakech

Il cibo di Marrakech varia dal cibo di strada a quello che si serve nelle feste di palazzo. Ecco alcuni ristoranti di Marrakech dove potete mangiare.

Gastro

Gastro MK è il luogo perfetto per un tè pomeridiano con focaccine, per un panino per una fetta di dolce.

Indirizzo: Derb Sebaai 4, Bab Laksour, Medina
Contatto: 00 212 524 37 61 73; maisonmk.com

Il Ristorante La Maison Arabe

Una perfetta atmosfera marocchina e specialità tradizionali cucinate con erbe e spezie.

Indirizzo: Derb Assebhe 1, nei pressi di Bab Doukkala, Medina
Contatto: 00 212 524 387 010; lamaisonarabe.com

Grand Café de la Poste

Viaggiare nel tempo è possibile, lo si può fare intorno all’ora di pranzo dietro l’ufficio postale di Marrakech. Qui si trova un bistrot coloniale in stile Art Déco dove si mangia benissimo e dove ci si sente delle star

Indirizzo: Blvd El Mansour Dahbi-ed, Gueliz
Contatto: 00 212 524 433 038;

Al Fassia

La raffinatezza culinaria combinata con la decadenza di Marrakesh il tutto condito con cibo eccellente come i pesci ripieni di erbe, la spalla di agnello arrosto tempestata di mandorle e torri di soffice couscous.

Indirizzo: 55 Boulevard Mohammed Zerktouni, Gueliz
Contatto: 00 212 524 43 40 60

Mama Ti Lee

Ingredienti mediterranei di stagione con l’aggiunta piccante tipica marocchina:, zuppa di zucca cremosa insaporita con cannella ad esempio.

Indirizzo: 13 Derb Laarsa, nei pressi di Tiskiwin Casa, Riad Zitoun Jadid, Medina
Contatto: 00 212 524 38 17 52
Orari di apertura: da lunedì a sabato, 19:30-11:00

Souk Kafe

Qui si mangia l’ autentica cucina di Marrakesh. Il personale è allegro e cordiale. La specialità è lo stufato di agnello di Marrakes. I vegetariani possono ordinare un assortimento di sei insalate.

Indirizzo: 11 Derb Souk Jadid
Contatto: 00 212 662 610229

Henna Cafe

Perfetto per chi ama la cucina vegetariana.

Indirizzo: 93 Arset Aouzal (nei pressi di Dar el Bacha), Medina
Contatto: 00 212 656 566 374; hennacafemarrakech.com
Orari di apertura: tutti i giorni, 11:00-20:00

Amal Center

Amal Center garantisce la classica ospitalità marocchina per i clienti e tirocini retribuiti, corsi di alfabetizzazione e di formazione professionale alle donne locali in stato di bisogno. I palati più esigenti possono gustare una torta tradizionale di frutti di mare e biscotti alle mandorle.

Indirizzo: Corner of Rue Ibn Sina Rue Allal Ben Ahmed e (nei pressi del Policlinico Sud) Gueliz
Contatto: 00 212 524 446 896;
Orari di apertura: tutti i giorni, a mezzogiorno, 16:00

Le attività consigliate a Marrakech

Vacanze di Natale ai Caraibi: le cose da non perdere

Avete mai pensato di trascorrere il Natale al caldo? una vacanza ai Caraibi durante le vacanze natalizie è un modo diverso per vivere questo periodo al sole. In effetti Dicembre è un mese perfetto per visitare queste le isole caraibiche. Dicembre e Gennaio sono i mesi dell’alta stagione.

Chi decide di intraprendere un viaggio ai Caraibi non dovrebbe perdersi i luoghi più interessanti da visitare e le cose più eccitanti da fare. I Caraibi si estendono su centinaia di isole, che offrono una vasta gamma di attività. I Caraibi non deludono alcun tipo di turista: soddisfano il più avventuroso che cerca adrenalina pura al più rilassato che cerca relax e souvenir.

Qualunque sia la categoria di turista alla quale appartenente, se fate una vacanza ai Caraibi ricordatevi di:

Guardate il tramonto dal Café di Rick a Negril

Negril in Giamaica è la destinazione perfetta per coloro che amano la giungla dei Caraibi e le spiagge incontaminate. Si può esplorare l’isola e guardare il tramonto al Café di Rick mentre tuffatori esperti si lanciano dalle sporgenze del locale nelle acque cristalline.

Esplorate le isole Bahamas

Le Bahamas offrono spiagge incontaminate, immersioni, un sacco di attiva, una ricca vita notturna. Qui, si possono nutrire gli squali e razze, esplorare le isole tranquille e isolotti. Si può esplorare il Parco Nazionale Bahamas East End e Lucayan, una vera delizia per gli amanti della natura. Passeggiate lungo le mangrovie in una delle più grandi strutture di grotte sottomarine del mondo.

Bahamas

Bahamas

Foto di Pubblico Dominio di Albert Kok

Nuotate con i delfini
Cosa potrebbe esserci di più bello? Queste creature gentili del mare sono incredibilmente forti, aggraziate ed intelligenti. In Giamaica si può tranquillamente nuotare ed interagire con loro. A Negril, si può provare l’esperienza Dolphin Cove dove si può nutare fianco fianco con i delfini.

Dean Blue Hole Long Island Bahamas

Dean Blue Hole Long Island Bahamas

Foto CC BY-SA di Ton Engwirda

Fate una crociera al tramonto

Una crociera ai Caraibi al tramonto è una delle cose migliori che potete fare mentre siete in vacanza. Su un catamarano, su una barca a vela fate una cena in crociera ammirando un tramonto che difficilmente rivedrete altrove.

Fate Snorkel

Gran parte della bellezza incontaminata dei Caraibi vive al di sotto della superficie dell’acqua. Sotto laleggera increspatura delle onde c’è un mondo di coralli colorati e una vita marina attiva. Un viaggio in snorkel è un modo divertente per essere sicuri di vedere le meraviglie della vita sottomarina nei Caraibi. Se vi trovate a Nassau, c’è il Nassau Bahamas Snorkel Adventure dove si può optare per nuotare con gli squali. St. Maarten è un’altra destinazione caraibica che è zeppa di grandi opzioni avventura subacquea.

Fate Zipline attraverso la giungla

Lo Ziplining è un ottimo modo per esplorare la vita all’aria aperta delle isole caraibiche. A Punta Cana Zipline Canopy Adventure si può come è la vita in cima alla volta della foresta.

Andate a cavallo sulla spiaggia

Passeggiare a cavallo su una spiaggia caraibica è come un qualcosa di un romanzo rosa.

Fate gite di un giorno da un’isola all’altra
Poche altre cose sono belle come esplorare i Caraibi anche con gite giornaliere che consentono di visitare più isole.
Le Bahamas offrono alcune delle isole più interessanti di tutti i Caraibi e isolotti inesplorati.

Ascoltate il reggae in Giamaica

La Giamaica è nota per essere la città natale del famoso cantante reggae, Bob Marley. Molte persone vengono da tutto il mondo per cercare le origini del reggae e della vita di Marley. Se vi trovate a Montego Bay, è ancora possibile trovare il cuore e l’anima del reggae. Con il tour Experience Bob Marley potrete visitare Nine Mile, dove Marley ha vissuto e dove si è innamorato della musica.

Fate un’escursione alla foresta pluviale El Yunque di Puerto Rico

La foresta pluviale El Yunque vi consente di vedere la ricca flora e fauna e le orchidee giganti che la rendono unica al mondo

Caraibi

Caraibi

Foto di Pubblico Dominio di AzDude

Gustate i sapori dei Caraibi

Provate i tanti sapori dei mercati colorati di San Juan, con un Old San Juan Food Tour.

Esplorate una grotta dell’isola

Scoprite i misteri del mondo subacqueo nella Repubblica Dominicana con un viaggio Adventure Day to Fun Fun Cave dove potrete esplorare magnifiche gallerie sotterranee e di godere di una giornata di passeggiate a cavallo.

Fate tutte o una buona parte di queste cose, seguite i nostri consigli e tornerete dalla vacanza nei Caraibi abbronzati, riposati, entusiasti, felici e con una gran voglia di tornarci.

Autunno a Las Vegas

Las Vegas

Las Vegas

Foto CC BY Lasvegaslover

Il fascino di Las Vegas è contagioso, luci, vita notturna, brivido del gioco, negozi alla moda, boutique eleganti, hotel bellissimi, gallerie d’arte e club chic.
Qui i casinò non hanno orologi, qui la vita notturna non ha limiti, qui si può restare svegli fino all’alba come fosse pieno giorno. Sorseggiare un cocktail sotto le stelle in un bar sulla terrazza su un tetto, passeggiare tra le vie illuminate a giorno, incontrare gente, fare una puntatina al casinò, le cose da fare non mancano.

Las Vegas è soprattutto nota per essere la città degli amanti del gioco: i casinò di Las Vegas sono aperti 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Molti casinò offrono lezioni gratuite di gioco a blackjack, craps e altri giochi da tavolo. Queste lezioni si tengono al mattino, quando molti turisti sono ancora a letto sono ancora troppo annebbiati per affollare i tavoli.

Ma è la sera che i casinò danno il meglio di sé. E durante il giorno? Beh ci si può alzare la mattina per l’ora di pranzo e fare un buffet a base di champagne, si può prendere il sole in piscina e rilassarsi aspettando la notte. Las Vegas è una città perfetta per vivere la notte ma anche durante il giorno le cose da fare non mancano di certo.

Dalle sue radici di città di cowboy occidentale, Las Vegas è stata trasformata dalla metà del 20 ° secolo quando personaggi del calibro di Frank Sinatra, Marilyn Monroe ed Elvis, si incrociavano per le sue strade.

Las Vegas

Las Vegas

Foto CC BY di H2Oman

Quando andare

Las Vegas è una destinazione perfetta in qualsiasi moment dell’anno. I casino non chiudono mai, nemmeno per Natale. La primavera e autunno sono i periodi migliori per visitare questa città visto che durante l’estate il calore e l’umidità possono essere opprimenti anche se durante i mesi caldi si possono godere le eleganti piscine.
Durante l’inverno il clima è freddo e piovoso, ma la neve è rara, tranne nelle montagne fuori città.
Capodanno è di gran lunga il più grande evento annuale.

Vediamo cosa si può fare anche durante il giorno in questa vibrante città (oltre che giocare al Casinò)

Bellagio
Non c’è nulla di più classico a Las Vegas che le fontane danzanti del lungolago del Bellagio. Da non perdere!

Indirizzo: 3600 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 693-7111; bellagio.com

Eiffel Tower Experience
Una bella replica della creazione francese di Gustave Eiffel.
Indirizzo: 3655 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 946-7000; parislasvegas.com

Mirage Volcano
Davanti al casinò Mirage c’è un finto vulcano che diventa spettacolare dopo il tramonto.
Indirizzo: 3400 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 791-7111; mirage.com

Stratosphere Tower
Un brivido di oltre 100 piani che culmina in un ponte di osservazione sopra questo grattacielo raggiungibile con quelli che sono gli ascensori più veloci degli USA.
Indirizzo: 2000 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 380-7777; stratospherehotel.com
Orari di apertura: Domenica-Giovedi, 10:00-01:00 (02:00 Venerdì e Sabato), tempo permettendo.

circus Circus
Trapezisti, contorsionisti, giocolieri allitano grandi e piccini.
Indirizzo: 2880 Las Vegas Boulevard South.
Contatto: 702 734-0410; circuscircus.com

Springs Preserve
Un complesso museo di storia naturale con mostre su svvriati argomenti: dai nativi americani ai pionieri della ferrovia.
Indirizzo: 333 South Valley View Boulevard.
Contatto: 702 822-7700; springspreserve.org

Museo Nazionale Atomic Testing
Un museo dove si possono rivivere i giorni della Guerra Fredda.

Indirizzo: 755 East Flamingo Road.
Contatto: 702 794-5151; nationalatomictestingmuseum.org

Museo Mob
Ufficialmente è il Museo Nazionale della criminalità organizzata e dell’ordine pubblico, dove si possono esplorare tre piani di prove documentali, manufatti e fotografie che raccontano entrambe “le facce” della medaglia: mafia e legalità degli Stati Uniti durante la metà del 20 ° secolo.

Indirizzo: 300 Stewart Avenue,
Contatto: 702 229-2734; themobmuseum.org

Da Las Vegas si possono fare gite di un giorno in posti spettacolari, vediamone qualcuna.

 

Caesars Palace - Lago Bellagio

Caesars Palace – Lago Bellagio

Foto CC BY Fxer

 

Grand Canyon

E’ tra le prime attrazioni naturali degli USA. Da Las Vegas, diverse aziende offrono tour in autobus, o viaggi a bordo di un elicottero privato o in aereo Contatto: 928 638-7888; nps.gov/grca

La Diga di Hoover

La diga di Hoover è un spettacolare diga inaugurata nel 1935 nel Corso della Grande Depressione.
Contatto: 702 494-2517; usbr.gov/lc/hooverdam

Red Rock Canyon

Un paradiso per gli escursionisti, per i ciclisti, per gli scalatori. Un iconico paesaggio desertico fatto di scogliere ed orizzonti spalancati. Si trova a circa 30 minuti di auto ad ovest della Striscia.

Contatto: 702 515-5350; redrockcanyonlv.org

Mount Charleston

Immerso tra le montagne di primavera, la gente del posto si reca qui per fare escursioni durante l’estate e per sciare durante l’inverno. Contatto: 702 593-9500.

E dopo le attrazioni di Las Vegas e dei suoi avventurosi dintorni, avventuriamoci nelle tavole di questa metropoli. Ecco i migliori ristoranti a Las Vegas

Twist by Pierre Gagnaire

Pierre Gagnaire allieta i palati con un menu francese moderno che fonde abilmente con il meglio delle specialità della California, dell’ Europa, dell’Asia.
Indirizzo: 3752 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 888 881 9367; mandarinoriental.com

Gordon Ramsay Steak

Un’atmosfera ultra moderna e un menù fatto di classici con contorni ispirati e cocktail artigianali.

Indirizzo: 3655 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 702 946 4633; parislasvegas.com

Social House

Qui l’ Oriente incontra l’Occidente con una serie di antipasti piccanti, insalate di mare, e rotoli di sushi innovativi, ideali per la condivisione da parte di grandi gruppi.

Indirizzo: 3720 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 702 736 1122;

RM Seafood

Un caffè informale che serve sostanziosi piatti caldi come la zuppa di vongole.
Indirizzo: 3930 Las Vegas Boulevard South
Contatto: 702 632-9300; rmseafood.com

La bellezza delle Isole Egadi

 

Isole Egadi, Sicilia

Isole Egadi, Sicilia

Foto CC BY di Roberto

 

Siamo in uno dei posti più belli d’Italia: nelle isole Egadi, un arcipelago siciliano caratterizzato da tre isole principali, Favignana, Marettimo, Levanzo, da due isolotti e da una serie di scoglie e faraglioni.

In un luogo dove si trova anche la Riserva Naturale marina Isole Egadi.

Vediamo le Isole da vicino.

L’Isola di Favignana, chiamata anche la farfalla per la sua bizzarra forma che ricorda appunto una farfalla che pare spiccare il volo dal centro del mare, è l’isola principale ed è anche il capoluogo dell’arcipelago. Sorge nella baia che è dominata dal Forte di Santa Caterina, una postazione di avvistamento saracena. Favignana, che si raccoglie attorno alle sue piazze principali, piazza Europa e piazza Madrice, è caratterizzata da Palazzo Florio, costruito nel 1876, e dalla grande Tonnara che ricorda quella che è stata l’attività predominante dell’isola: la pesca del tonno. Molto interessante la zona di San Nicola.

Nell’isola di Favignana ci sono due spiagge principali, Cala Azzurra e Lido Burrone, ed una serie di calette rocciose, come Cala Rossa, Cala del Bue Marino, Cala Rotonda, Cala Grande e Punta Ferro. Zone meravigliose per chi ama le immersioni e, per quel che concerne Cala Rossa e Cala del Bue Marino, zone ideali per escursioni a piedi, visto che si tratta di cave di tufo.

Le cave di tufo raccontano quella che in passato era una delle attività principali di Favignana: l’estrazione del tufo. Vicino al mare, ci sono ancora le antiche cave penetrate dalle acque turchesi che ragalano suggestivi giochi di luce.

Una vacanza nell’isola di Favignana non può concludersi senza un’escursione alle grotte, in particolare alla Grotta Azzurra, alla Grotta dei Sospiri, alla Grotta degli Innamorati.

 

Isole Egadi, Sicilia

Isole Egadi, Sicilia

Foto CC BY di Roberto

Chia ama gli sport acquatici, in particolare immersioni e snorkelling potrà godere di un mare ricco di fauna e flora sottomarina. I posti ideali per praticare questi sporto sono Punta Marsala, Secca del Toro, la rotta sommersa tra Cala Rotonda e Scoglio Corrente e nei fondali di Punta ninfaio e Punta Ferro.

Le spiagge di Favignana

Le spiagge più note dell’isola di Favignana sono: Lido Burrone una bellissima spiaggia sabbiosa), Cala Azzurra una piccola spiaggia con scogli, Cala Rossa che è caratterizzata dalla sua scogliera così come Bue Marino, Cala Grande, Cala Rotonda, Grotta Perciata (scogliera), Calamoni dove si alternano scogliera e piccole spiagge, Scivolo, la Plaia, Punta longa, Preveto caratterizzata da ciottoli, Marasolo una piccola spiaggia con scogli.

L‘Isola di Marettimo è la più occidentale delle isole Egadi ed è caratterizza da una ripida montagna con pareti calcaree, un luogo meno turistico ma non meno affascinante dove si può soggiornare solo grazie all’ospitalità dei pescatori locali che aprono le loro abitazioni. Nessun albergo, né agriturismi, solo un porticciolo. La piccola omonima cittadina è caratterizzata dalle tipiche casette bianche con i tetti a terrazza.

Molto bello fare l’escursione dell’isola in barca alla scoperta delle bellissime grotte: Grotta del Cammello, Grotta del Tuono, Grotta Perciata, Grotta del Presepio.

Levanzo è la più piccola delle Egadi: misura solo 5 chilometri quadri di superficie. Il paese è caratterizzato da un gruppetto di case e da un porticciolo. Nessuna strada rotabile ma solo una strada asfaltata che porta alla spiaggia del faraglione.

 

Isole Egadi, Sicilia

Isole Egadi, Sicilia

Foto CC BY di Roberto

Eventi e sagre nelle Isole Egadi

Tra gli eventi più noti delle Isole Egadi citiamo la festa del Santissimo Crocifisso che si tiene Favignana il 14 Settembre, una festa di origini molto antiche; la Madonna del Rosario che si tiene Favignana la prima domenica di Ottobre e che celebra la protettrice dei pescatori; l’Assunzione che si tiene a Favignana ed a Marettimo il 14 e 15 Agosto e che è caratterizzata da una suggestiva processione di barche in mare; San Giuseppe che si tiene a Favignana, Levanzo e Marettimo il 18, 19 e 20 Marzo un evento di cultura e religiosità popolare che rappresenta forse la migliore espressione dei valori e delle tradizioni del passato.

E poi la sagra del pesce azzurro che si tiene a Marettimo nel mese di settembre, quella delle cassatelle che si tiene a Favignana nel mese di aprile, le regate che si tengono nei mesi di maggio e di settembre come il Trofeo Challenge Ignazio Florio e la Targa Florio del mare, la Targa Florio.

La gastronomia nelle isole Egadi

Quando si parla di Sicilia non si può non nominare il cibo, nelle Isole Egadi sono tantissimi i piatti che celebrano la cucina di questa terra profumata.

Tra i  piatti Tipici delle Isole Egadi, ed in particolare di Favignana, citiamo il couscous, le frascatole, gli spaghetti con i ricci, con le patelle con l’aragosta; le sarde a becca fico e la pasta con le sarde; la “nunnata” (frittelle di neonata) e pani “cunzatu” (pezzi di pane conditi con prodotti locali e genuini). Ovviamente sono protagonisti i piatti a base di tonno come gli spaghetti alla bottarga (si tratta di uova della femmina del tonno salate ed essiccate), le polpette di tonno, il “lattume” (liquido seminale del tonno) fritto o conservato sotto sale, la “tunnina” in agrodolce. E poi i dolci, come le “cassatelle” ripiene di ricotta e scaglie di cioccolato; i cannoli e la cassata siciliana. Dulcis in fundo la granita di limone.

Come raggiungere le isole Egadi

Ci sono più collegamenti al giorno in particolare durante l’estate che partono da Trapani, sia in aliscafo (percorso Trapani – Favignana: 20 m circa) che in traghetto. Per informazioni contattare la Siremar 0923/540515 o la Alilauro 0923/24073. In estate, la compagnia Ustica Lines, 081/76 12515 effettua il percorso Trapani – Favignana- Ustica – Napoli (e ritorno) in aliscafo. Il tragitto Favignana-Napoli dura 6 h circa.

Santorini: bianco e azzurro

Santorini, Grecia

Santorini, Grecia

Foto CC BY-SA di Simm

Un’isola a forma di mezzaluna “disegnata£ da una violenta eruzione. Si chiama Santornini ed è una meta tra le più ambite quando si parla di Grecia.

La sua acque azzurre, le scogliere di lava a picco le rocce variopinte, le case bianche ed azzurre.

Santorini è una perla del Mediterraneo, un’isola dove il tempo pare essersi fermato e pare essere scandito dal ritmo del Sirtaki, un’isola perfetta per trascorrere le proprie vacanze immersi in un luogo rilassante.

Come muoversi a Santornini

Dall’aeroporto di Santorini (dista 7 km dalla città ed è sito nei pressi della costa orientale), gli autobus KTEL offrono servizio regolare di navetta che parte dalla stazione principale degli autobus di Fira. Tutti i traghetti e catamarani attraccano al porto di Athinios, ad 11 km dalla città.

Gli autobus sono perfetti ed economici per percorrere i percorsi principali, come Firá-Oía o Firá-Kamári. Noleggiare un auto è una buona idea ma occorre fare attenzione alle strade strette ed alle norme di guida locali, piuttosto rigorose.

Tra le curiosità di questa isola vulcanica ci sono le strane spiagge di sabbia nera della costa orientale, le scale che sscendono a zig-zag fino ai porticcioli sotto Oía e Firá, le vedute ipnotiche sulla caldera.

Santorini

Santorini

Foto CC BY-SA di Gunter Erlebach

Ecco cosa non perdersi a Santorini

I musei Firá

Il Museo di Prehistoric Thera sorge nei pressi della cattedrale ed è in gran parte dedicato all’insediamento minoico ad Akrotiri.

Il Museo Archeologico di Ypapandís Street (Ma-Do 09:00-16:00), custodisce reperti dell’antica Thera e ci sono alcune belle ceramiche classiche arcaiche.

Nelle vicinanze, il Megaro Gyzi (maggio-ottobre lun-sab 10:00-04:00, 3 €) è all’interno dell’ex arcivescovado cattolico e detiene un’affascinante collezione di stampe antiche.

Nelle vicinanze, la cattedrale cattolica di Agios Ioannis Pródromos (aperta per la maggior parte del giorno) merita uno sguardo soprattutto all’interno.

Il Lignos Folklore Museum di Kondohóri (tutti i giorni 10:00-2:00 e 4 08:00; € 3) riproduce completamente una casa-grotta del 19 ° secolo.

Le spiagge

Tra le spiagge dell’isola, quasi tutte con la sabbia vulcanica grigio scuro, Kamári è la più curata.
Notevoli sono anche Baxedes, l’unica vera spiaggia vicino a Oia e la paesaggistica Kokkini Ámmos, una baia nei pressi dell’antico sito minoico di Akrotiri, con la sabbia di colore rosso-viola.

Vineria tour

Santoríni è stato designato un COA domaine, e la vinificazione è l’unico commercio tradizionale che è ancora in ottima salute. Per pochi euro (o talvolta anche gratuitamente), vengono organizzati tour enologici. Boutari, vicino Megalohori (00 30 22860 81011; boutari.gr) è il più grande e il più visitato.

Tra le vinerie citiamo Canava Roussos sita in Episkopí Gonias (canavaroussos.gr; maggio-ottobre), la più antica dell’isola, e Domaine Sigalas a Baxedes vicino a Oia (domaine-sigalas.com; aprile-novembre), con prodotti costosi ma di qualità superiore.

Ktima Argyrou (estate-argyros.com), produce un ottimo rosso, il Mavrotragano e il caratteristico Aidani bianco; Nelle vicinanze ci piace soprattutto Art Space (Apr-11-tramonto, artspace-santorini.com), dove le vecchie kánaves (cantine) sono state trasformate in una grande galleria d’arte delle Cicladi.

i mulini di Santorini

i mulini di Santorini

Foto CC BY-SA di SimoneVob

Santorini a piedi

Ci sono due percorsi spettacolari per le escursioni a Santorini: da Imerovigli a Oia c’è un sentiero che sfiora il bordo caldera (il percordo dura circa 2 ore), e da Perissa per Kamári c’è un percorso collinare che consente di ammirare le rovine di Thera classico-romana e la grotta di Zoodohos Piyi.

La cucina
Santorini è nota per la sua cucina e per la cortesia, Ecco alcuni ristoranti da provare.
Selene

Il ristorante si trova al piano superiore ed è gestito da un team di chef. Il piano terra “Café-Winebar-gastronomia”, offre ampie vedute a sud-ovest. Tra i piatti citiamo l’ insalata “locale” con formaggio, calamari saltati con verdure, insalata di melanzane con carpaccio di polpo, mousse al cioccolato cosparso di salsa al geranio o cappuccino budino.

Indirizzo: villaggio di Pyrgos
Contatto: 00 30 22860 22249; selene.gr
Tipo di pagamento: carta di credito o contanti

Psaraki Vlyhada

Molto probabilmente il miglior ristorante di pesce a Santorini, con vista sul principale porto di pesca.

Indirizzo: Vlyhada lungomare
Contatto: 00 30 22860 82783
Orari di apertura: tutti i giorni da aprile a ottobre
Tipo di pagamento: contanti o carte di credito
Anogi
Qui si servono ricette creative greche come bifteki. La lista dei vini evidenzia comprende specialità provenienti da tutta la Grecia.

Indirizzo: Imerovigli, piazza centrale
Contatto: 00 30 22860 21285
Prenotazione: consigliata
Tipo di pagamento: carte di credito accettate

Aktaion
Fondata nel 1922 e, quindi, una delle taverne più antichi dell’isola, Aktaion è oggi gestita dalla terza generazione della famiglia fondatrice Roussos. Oltre insalate e carne, si servono torta di zucchine con pancetta e formaggio e melanzane grigliate.

Indirizzo: lungolago Firostefani, accanto alla grande chiesa; ci sono punti di vista sulla caldera dai pochi tavoli fuori sul lato opposto della corsia, anche se non sono utilizzabili in caso di vento
Contatto: 00 30 22860 22336; aktaionsantorini.com
Prenotazione: consigliata in alta stagione.

Tipo di pagamento: solo contanti

Metaxy Mas

Il titolare proviene da Hania, quindi c’è un tocco prevedibile cretese al menu ma ci sono anche piatti locali come Fava e melanzane o asparagi al forno con formaggio e dragoncello.

Indirizzo: Exo Gonia, 100m giù scale-lane dalla chiesa superiore
Contatto: 00 30 22860 31323; santorini-metaximas.gr
Orari di apertura: 01:00 fino a tardi, per tutto l’anno
Tipo di pagamento: contanti o carte di credito

Vacanze a Cantabria

Chiedete a qualsiasi Cantabrico che cos’ha di tanto speciale la sua terra e la risposta, orgogliosa, sarà che il grande segreto del successo della loro amata terra è che durante l’ estate c’è una meravigliosa spiaggia, e durante l’inverno ci si diverte in montagna. E’ dunque la combinazione unica di paesaggi e di stili di vita, di coste mozzafiato, di paesini tranquilli, di profonde vallate, di montagne maestose e di caratteristiche cittadine di mare, di cibi freschi, di ricchezze storiche che rende questa piccola regione del nord della Spagna un piacere da esplorare.
La capitale è ricca di eleganti bar, di belle piazze, di incantevoli spiagge dorate e di storia che risale al I secolo aC.

Santander_Palacio_de_la_Magdalena

Santander_Palacio_de_la_Magdalena

 

Foto CC BY-SA di Yearofthedragon

Fuori della città si possono vedere alcuni delle più antiche e più imponenti rappresentazioni d’arte del mondo: Altamira e El Castillo. Sparsi in tutta la Cantabria occidentale si trovano il piccolo borgo medievale di Santillana del Mar, le meraviglie moderniste di Comillas, e alcune delle più belle spiagge della Spagna, mentre la costa orientale meno percorsa sfoggli una meravigliosa bellezza naturale. Nell’estremo sud-ovest, ci sono le magnifiche montagne Picos de Europa che salgono ad altezze incredibili, aprendo alcune delle più belle passeggiate in Spagna.

Quando andare

Lontano dai principali percorsi turistici della Spagna, Cantabria sfugge indenne dalle orde di turisti estivi che affollano le altre parti del paese, sceglierla durante l’estate è dunque una scelta azzeccata.

Come muoversi

Al di là di Santander, il modo migliore per esplorare Cantabria è di gran lunga di noleggiare un’auto. Ci sono anche un sacco di trasporti pubblico.
Noleggio auto

Avis (avis.co.uk) e Europcar (europcar.co.uk) noleggiano veicoli sia all’aeroporto di Santander che alla stazione ferroviaria della città.

Il trasporto pubblico

Aeroporto: gli autobus partono ogni mezz’ora dalle 06:30 alle 23:00 tra l’aeroporto di Santander e la stazione degli autobus.

Bus: il sistema di autobus di Santander è buono e relativamente semplice da usare. Ci sono pratiche fermate a La Catedral, Correos, Jardines de Pereda, Puerto Chico, La Magdalena, ed a Plaza de Italia (El Sardinero).

Treno: La FEVE (renfe.com / viajeros / feve) opera tra Santander e Oviedo, fermandosi a San Vicente de la Barquera.

Taxi: i taxi sono relativamente abbordabili.
Cose da fare a Cantabria
Paseo e Jardines de Pereda
E’ una grande strada di Santander che si snoda nel centro della città, ha una lunga passeggiata parallela alla linea primavera, e raggiunge Puertochico. Sfoggia grandi edifici del passato.

Indirizzo: Paseo de Pereda, 39004 Santander
Come arrivare: bus a Jardines de Pereda o Puerto Chico (più servizi)

Central Santander

Il centro di Santander è meravigliosamente compatto e suggestivo, caratterizzato da luoghi curiosi, da belle piazze, da vivaci bar e caffetterie, e da eleganti boutique. L’ufficio turistico (00 34 942 20 30 00; Jardines de Pereda) gestisce visite guidate ma è bello passeggiare senza una precisa meta. Tra le molte altre attrazioni c’è la maestosa Plaza Porticada, il bar di Plaza de Cañadίo, il vivace Mercado de la Esperanza e la Catedral de la Asunciόn, costituita da due chiese gotiche sovrapposte. Da non perdere la squisita Biblioteca de Menéndez Pelayo classe 1915 che detiene i 45.000 libri donati a Santander dall’ intellettuale locale Marcelino Menéndez Pelayo.

Indirizzo: West of Puerto Chico, a nord del Paseo de Pereda, ea sud di Calle de Santa Lucίa
Come arrivare: bus a Jardines de Pereda, Correos, o La Catedral (più servizi)
Orari di apertura: Biblioteca Menéndez Pelayo: da lunedì a venerdì, 9:30-11:30. Casa Museo Menéndez Pelayo: da lunedì a venerdì, 9:30-01:00 e 05:00-08:00; Sab 10:00-01:00. Catedral de la Asunciόn: tutti i giorni, 10:00-13:00 e 17:00-07:30

Plaza Sant Antonio

Plaza Sant Antonio

Foto CC BY-SA di Lourdes Cardenal

Mercado de la Esperanza

Per un viaggio nel cuore della gastronomia della Cantabria, si può girare nel vivace mercato alimentare secolare di Santander, che trabocca di prodotti freschi locali delle sue 80 bancarelle permanenti. Questo è uno dei posti migliori in giro per rifornirsi di formaggi Picόn, Potes orujo (acquavite) e altre prelibatezze tradizionali della Cantabria a prezzi accessibili.
Indirizzo: Plaza de la Esperanza, 39002 Santander
Come arrivare: bus per Ayuntamiento (più servizi)
Contatto: 00 34 942 20 31 14; mercadodelaesperanza.com
Orari di apertura: lun-sab, 08:00-02:00

Laredo

Playa Salvé, sulla baia di Santoña, a Laredo è un luogo di ritrovo estremamente popolare tra gli spagnoli in vacanza. Nell’estremità orientale della città, c’è una vasta selezione di meravigliosi piccoli bar. Le strade in leggera salita dell’epoca medievale di Puebla Vieja (in particolare lungo Rua Mayor) sfoggiano balconi traboccanti di fiori, fino a giungere alla Iglesia de Santa Marίa de la Asunciόn e fino alle rovine della fortezza Fuerte del Rastrillar. Vale la pena percorrere il tunnel lungo 220m risalente al 19 ° secolo che attraversa la collina di La Atalaya e che si apre a panorami costieri spettacolari.

Indirizzo: 39770 Laredo
Come arrivare: bus a Laredo da Santander, Castro Urdiales o Bilbao
Contatto: 00 34 942 61 10 96; laredoturismo.es
Orari di apertura: Iglesia de Santa Marίa de la Asunciόn: lun-ven, 10:00-01:00, 16:00-06:30; Sat, 10:00-13:00

Santillana del Mar

Un tesoro di storia locale, ricca di stradine acciottolate di vecchie case drappeggiate di fiori colorati, Santillana del Mar è pura perfezione medievale. Qui sembra che tutte le strade portano al 12 ° secolo.

Comillas

Questa piccola città di mare è zeppa di eccezionali opere di grandi nomi modernisti commissionati ad alcuni dei migliori architetti della storia spagnola dalla gente del posto nel tardo 19 ° secolo. L’ufficio turistico, vicino al centro città 1899 Fuente de los Tres Caños (Domenech), vi fornirà tutta la documentazione per una visita auto-guidata a piedi.

Potes

Capitale della lussureggiante della regione Liébana nella parte sud-occidentale della Cantabria, Potes è una città atmosferica. Ha un vivace centro fatto di ciottoli, con le sue case restaurate in pietra e legno, con un’architettura risalente all’ epoca medievale, con i ponti vestiti di verde che abbracciano il Rίo Quiviesa e con un cibo favolosamente ricco.

Monasterio de Santio Toribio de Liébana

Su una strada serpeggiante a soli 3 km fuori da Potes, questo bellissimo monastero si si dice abbia il più grande pezzo rimanente della croce di Cristo, i Crucis Lίgnum, nascosto all’interno di un crocifisso d’oro.
Indirizzo: 39589 Camaleño
Come arrivare: nessun mezzo di trasporto pubblico: in auto o prendere un taxi
Contatto: 00 34 942 73 05 50; santotoribiodeliebana.org
Orari di apertura: maggio-settembre: tutti i giorni, 10:00-13:00, 04:00-19:00. Da ottobre ad aprile: tutti i giorni, 10:00-01:00, 04:00-18:00

Le spiagge
Tra le le spiagge più belle di Cantabra troviamo Playa de Mataleñas, El Sardinero,
Playa del Puntal, Playa de Somo, Playas de Langre, Playa de Sonabia, Playa de Berria , Playa de Valdearenas, Playas de Merόn & El Rosal, Playa de Oyambre

Monastero de Santo Toribio

Monastero de Santo Toribio

Foto CC BY-SA di Dvdgmz

Ristoranti: dove mangiare

Cañadίo

Serve una cucina creativa e contemporanea ma che prende le radici della cucina tradizionale cantabrica, questo ristorante si affaccia sulla Plaza de Cañadίo nel centro di Santander. L’arredamento è sorprendente.

Indirizzo: Calle Gόmez Oreña 15, 39003 Santander
Come arrivare: bus a Jardines de Pereda (più servizi)
Contatto: 00 34 942 31 41 49; restaurantecanadio.com
Orari di apertura: da lunedì a sabato, dalle 11 a mezzanotte
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata

El Serbal
E’ uno dei migliori ristoranti di lusso di Santander, con una stella Michelin a dimostrarlo. Al suo interno, c’è un ambiente caldo, uno spazio intimo, con grandi tavoli rotondi decorati da una sola rosa. I piatti preparati con cura portano in tavola i sapori tradizionali della Cantabria, e c’è un’intera sala dedicata ai vini locali ed internazionali.

Indirizzo: Calle Andrés del Rίo 7, 39004 Santander
Come arrivare: bus a Puerto Chico (più servizi)
Contatto: 00 34 942 22 25 15; restaurantesdesantander.es
Orari di apertura: agosto: da lunedì a sabato, 13:30-04:00, 20:30-23:00; Sun, 13:30-16:00. Settembre-luglio: da martedì a sabato, 13:30-04:00, 20:30-23:00; Sun, 13:30-16:00
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata

El Jardίn de Gil Blas

Per un tocco di stile di lusso si può cenare sulla raffinata cucina cantabrica all’interno delle mura del grande vecchio Parador de Gil Blas. Il ristorante maestoso si affaccia sul giardino attraverso grandi finestre, e in estate è bello mangiare all’aperto. E ‘vegetariano e serve piatti senza glutine.
Indirizzo: Plaza Ramόn Pelayo s / ​​n, 39330 Santillana del Mar
Come arrivare: bus a Santillana del Mar da Santander
Contatto: 00 34 942 02 80 28; parador.es / it / Paradores / Parador-de-Santillana-Gil-blas
Orari di apertura: tutti i giorni, 08:00-11:00, 13:30-04:00, 20:30-22:30
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata


Las Redes

La vivace città di pescatori di San Vicente de la Barquera è la capitale di frutti di mare della Cantabria, ci sono un sacco di ristoranti a tema marino nel centro, e Las Redes è uno dei migliori. Tutto arriva fresco dai mari circostanti del Golfo di Biscaglia.

Indirizzo: Avenida Generalίsimo 24, 38549 San Vicente de la Barquera
Come arrivare: bus a San Vicente de la Barquera da Santander, Santillana del Mar o Comillas
Contatto: 00 34 942 71 25 42; restaurantelasredes.com
Orari di apertura: agosto: tutti i giorni, 13:00-03:45, 20:15-23:00. Mar-luglio, settembre-dicembre: da giovedì a lunedì, 13:00-15:45, 20:15-11:00; Mar, 13:00-15:45
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata

Annua
Proprio accanto alla foce dell’estuario Escudo a San Vicente de la Barquera e con vista imbattibile, questo luogo offre la possibilità di scegliere tra due eccellenti, altamente creativi, menu di degustazione.

Indirizzo: Paseo de la Barquera s / n, 38549 San Vicente de la Barquera
Come arrivare: bus a San Vicente de la Barquera da Santander, Santillana del Mar o Comillas
Contatto: 00 34 942 71 50 50; annuagastro.com
Orari di apertura: Annua: aprile-ottobre: martedì, mercoledì, Sole, 13:30-03:30; Da giovedì a sabato, 13:30-03:30, 21:00-23:00. Nacar: luglio-settembre: tutti i giorni, 12:30-02:00; Ottobre-giugno: martedì, mercoledì, Sole, 12.30-18:00; Da giovedì a sabato, 12:30-00:30
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazioni: essenziali

Mesόn Marinero

Per assaggiare i frutti di mare della Cantabria, provate questo ristorante.
Indirizzo: Calle de la Correrίa 19, 39700 Castro Urdiales
Come arrivare: bus a Castro Urdiales da Santander, Laredo o Bilbao
Contatto: 00 34 942 86 00 05; mesonmarinero.com
Orari di apertura: tutti i giorni, 09:00-01:00
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazioni: non necessario

Hotel del Oso

Se mai ci fosse un posto per provare la ricca cucina tradizionale cantabrica, quel posto è proprio questo. In una posizione sul lungofiume in Cosgaya, tra Potes e Fuente Dé, questo ristorante in stile rustico è immensamente popolare, in particolare con i grandi gruppi di spagnoli, e avrete bisogno di prenotare in anticipo o arrivare in anticipo per trovare posto.

Indirizzo: Cosgaya, 39582 Camaleño
Come arrivare: bus da Potes a Cosgaya (luglio e agosto); altrimenti guidare o prendere un taxi
Contatto: 00 34 942 73 30 18; hoteldeloso.com
Orari di apertura: da metà febbraio-dicembre: tutti i giorni, 13:30-03:45, 20:30-10:30
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata

La Conveniente

Nascosto appena sopra la frizzante Plaza de Cañadίo, La Conveniente centinaia di bottiglie di vino, di solito pieno fino all’orlo. Vassoi enormi pieni di eccellenti insaccati, paté, affettati, formaggi e peperoni compongono il menu piacevolmente semplice e sono la scelta ideale per la condivisione. Provate il piccante formaggio locale Picόn , maturato nelle grotte nei Picos de Europa. La Conveniente è incredibilmente popolare, si riempie velocemente e non prende prenotazioni, quindi arrivate presto (intorno alle 9).
Indirizzo: Calle Gόmez Oreña 9, 39003 Santander
Come arrivare: bus a Jardines de Pereda (più servizi)
Contatto: 00 34 942 21 28 87
Orari di apertura: lun-sab, 19:00 a mezzanotte
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazioni: non è possibile

Paseo_Pereda_-_Santander

Paseo_Pereda_-_Santander

Foto CC BY – SA di Juan

Asubio Gastrobar

Asubio è un ristorante realizzato in vero stile spagnolo.

Indirizzo: Calle Daoίz y Velarde 23, 39003 Santander
Come arrivare: bus a Jardines de Pereda o Puerto Chico (più servizi)
Contatto: 00 34 942 03 52 38; asubiogastrobar.com
Orari di apertura: tutti i giorni, a mezzogiorno, 16:00, 20:00-11:00
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata

Bodega del Riojano

In una delle vie più vivaci di Santander sfoggia botti di vino sorprendentemente colorate che espongono dipinti sgargianti – gatti, cibo, mare in tempesta – di artisti contemporanei. Il cibo è buono, spazia su tutte le specialità spagnole e piatti tradizionali della Cantabria.
Indirizzo: Calle Rίo de la Pila 5, 39003 Santander
Come arrivare: bus di Calle Santa Lucίa (5C-1 o 5C-2)
Contatto: 00 34 942 21 67 50; bodegadelriojano.com
Orari di apertura: lun-sab, 13:30-4:00, 8:30 a mezzanotte
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata

Gurea

Ospitato al piano terra di una casa degli inizi del 20 ° secolo a pochi passi dalla centrale Comillas, Gurea è molto popolare per la sua eccellente combinazione di cucina cantabrica e basca.

Indirizzo: Calle Ignacio Fernández de Castro 11, 39520 Comillas
Come arrivare: bus a Comillas da Santander, Santillana del Mar e San Vicente de la Barquera
Contatto: 00 34 942 72 24 46
Orari di apertura: luglio-agosto: tutti i giorni, 09:00-11:00. Settembre-Giugno: lun-mar, 09:00-04:00; Da mercoledì a domenica, 09:00-23:00
Tipo di pagamento: carte di credito accettate
Prenotazione: consigliata

Luglio nel Salento, mare eventi e manifestazioni

 

Tra i luoghi di vacanza più gettonati c’è senza dubbio il Salento. Una terra da sogno, con una mare cristallino e paesaggi paradisiaci. Una terra che ha tanto da offrire: paesaggio, arte, archittettura, gastronomia e cultura.

Martano Lecce Salento

Martano Lecce Salento

Il Salento è un luogo dove il tempo pare essersi fermato nonostante la ricettività ottima e la completezza dei servizi. E’ la genuinità dei salentini e il forte attaccamento alle tradizioni a rendere questo posto così speciale. Ogni zona del Salento è meritevole di visita. Quindi, se decidete di trascorrere qui le vostre vacanze ecco un bell’elenco di tutte le manifestazioni e gli eventi previsti per il mese di Luglio.

Il primo luglio e i giorni successivi a Salice Salentino in provincia di Lecce si  celebra la Madonna della Visitazione. Si tratta di un evento molto suggestivo e coinvolgente che generalmente si svolge  dal 30/6 fino al 2 o 3 luglio.
Oltre la celebrazione religiosa, trattandosi anche della festa patronale di Salice Salentino c’è anche la Fiera della Madonna della Visitazione durante la quale si può, tra l’altro, assaggiar il noto vino salentino DOC di questo territorio che viene prodotto da oltre 35 aziende locali.

A Salice Salentino si può visitare la Chiesa Madre di Santa Maria Assunta, il Convento dei Frati Minori e Chiesa della Visitazione e il Castello Monaci.
A Carpignano Salentino  dal 2 al 3 luglio si festeggia  la Festa di Santa Maria della Grotta una celebrazione che da generazioni si tramanda assieme alla leggenda che la accompagna, leggenda che narra la storia di un uomo anziano e cieco salvato in una grotta dai propri figli mentre era in atto un temporale; all’uomo apparì la della madonna che gli chiese di costruire proprio in quel luogo il suo santuario.

Così fu e da quel giorno ogni 2 di luglio a Carpignano Salentino si celebra la Festa di Santa Maria della Grotta con una processione e con la suggestiva consegna da parte del sindaco delle chiavi della città alla statua della Madonna.
Il 3 di luglio, le  luminarie della Festa di Santa Maria della Grotta illuminano a giorno la cittadina e i concerti bandieristici rallegrano questa meravigliosa terra.

Ogni prima domenica di Luglio a Supersano si celebra la Festa e Fiera della Beata Vergine di Coelimanna, la Santa protettrice, con San Michele Arcangelo, di Sueprsano.
Per le vie cittadine si svolge una processione con la Vergine fino alla Chiesa Madre dove la statua resta per 40 giorni.

In concomitanza c’è anche una fiera tra le vie di Supersano.

A Matino il 5 ed il  6 luglio di ogni annosi svolge la Sagra della Frisa, un prodotto locale tipico.

A Scorrano dal 5 al 9 luglio si celebra la Santa Domenica con gare pirotecniche e luminarie.
Molto commovente la processione della statua della Santa per le vie della città, che risplende di luminarie.

Nel mese di luglio ogni anno a Martignano si celebra la Sagra dell’insalata grika e della salsiccia, un’occasione per gustare le succulente salsiccie cotte alla brace, innaffiate dalle fresche e profumatissime insalate grike il tutto a suon di pizzica, la musica tradizionale salentina.

Nei primi dieci giorni di luglio, ogni anno, si svolge la Sagra te lu Ranu a Merine una frazione di Lizzanello con una fiera gastronomica e culturale.

Martano Lecce Salento

Martano Lecce Salento

A San Pietro Lama il 9 luglio si svolge la Festa Patronale di San Pietro Apostolo

A Galatone, il 9 luglio, si svolge la Festa patronale di San Sebastiano.

Dal 9 al 10 luglio di ogni anno a Cursi si celebrano i festeggiamenti in onore della Madonna dell’Abbondanza
Ad Arnesano, durante i primi dieci giorni di luglio si svolge l’annuale Festa Patronale del Santo Crocifisso. Sono tanti gli appuntamenti che celebrano questa festività: religiosi, gastronomici e musicali.

A Montesardo, una frazione di Alessando  nella seconda domenica di luglio, si festeggia Sant’Antonio da Padova una festa dedicata agli emigranti, ai quali è riservato il privilegio di portare il santo sulle spalle durante la processione.

Ci sono concerti dei gruppi locali, bancarelle con prodotti tipici ed artigianali.

A Campi Salentina si celebra la Festa di San Pompilio a metà luglio.

Golosissima la Sagra gastronomica degli Antichi Sapori che si svolge a San Pietro in Lama a metà luglio Un’occasione per conoscere i prodotti tipici e la cucina salentina.

Stesse date per la Sagra della Patatina che si svolge a Strudà, una frazione di Vernole. e per la Festa della Madonna del Carmine che si svolge nella meravigliosa Gallipoli.

Maglie, Salento

Maglie, Salento

Tra il 15 e il 17 luglio a Novoli si festeggia la Festa della Madonna del Pane, la patrona di Novoli, una festa che ha le sue origini nel 1700.

Alla festa è legata una leggenda che racconta che all’inizio del 1700  Novoli era minacciata da  un morbo; un giorno ad una pastorella del posto apparve la Madonna che diede alla fanciulla un pane miracoloso da distribuire alla popolazione. Immediatamente gli ammalati guarirono. Durante la santa messa viene distrubuito il pane benedetto
Durante la gesta la città risplende a giorno con le luminarie.

Sempre in tema religioso il  15 e il 16 di luglio, a Presicce, si festeggia la Madonna del Carmine. Durante la festa ci sono anche concerti bandistici
In tema gastronomico, il 16 e il 17 luglio, a Parabita, si svolge  la Sagra della Patata. E a Miggiano gli stessi giorni si svolge la Sagra te lu Paniri.

A Ruggiano, una frazione di Salve, ogni anno tra il 16 e il 18 luglio si celebra la festa di Santa Marina che abbina al lato religioso anche un mercato con i prodotti tipici, il bestiame ed i prodotti agricoli. E poi musica e tanti giochi.

Ad Andrano la terza domenica di luglio si svolge  la festa della Madonna del Carmine
A Nardò, il 17 luglio, c’è la golosissima Sagra delle Stuzzicherie

Il 20luglio a Felline, una frazione di Alliste che si trova poco distante dalle Marine di Ugento si svolge la Sagra della Patata e la Sagra te le cose nosce, una festa rallegrata dalla musica popolare salentina.
Da non perdere la Sagra della Peperonata che si svolge a Cerfignano una frazione di Santa Cesarea Terme la terza domenica di luglio.

Il protagonista è ovviamente il peperone, accompagnato da altri ottimi prodotti della cucina tradizionale salentina.
Il 21 e 22 luglio a Melpignano si festeggia Santa Maria Maddalena

La sagra della Puccia si svolge ad Ugento il 28 luglio.

Italian pasta, orecchiette e broccoli,

Piatto tipico salentino orecchiette e broccoli,

Il 22 luglio a Villaggio Santa Rita a Galatone, si svolge Villaggio in festa.
A Vitigliano, una frazione di Santa Cesarea Terme, il 22 luglio si svolge la gustosissima Sagra della Bruschetta.
La Sagra del Pane si svolge il 22 e il 23 luglio a Cursi.

Uno degli eventi più frequentati è l’Otranto Jazz Festival la manifestazione musicale che vede tre giorni di concerti con un ventaglio di nomi tra quelli più acclamati della scena internazionale.
A Montegrappa il 23 luglio, c’è invece la Sagra Benvenuta Estate.

Mentre il 23 Luglio, e per tre giorni, a Gallipoli http://www.gallipolionline.com si festeggia Santa Cristina che,  insieme a Sant’Agata, è la Santa Patrona di Gallipoli.
La leggenda narra che Santa Cristina, nel 1867, ha liberato Gallipoli dalla peste

A Uggiano la Chiesa, a fine luglio, si celebra la Festa di Santa Maria Maddalena.

Nelle giornate del 25 e del 26 di luglio è tradizione a Vernole celebrare la Festa di Sant’Anna.
Generalmente nella quarta domenica del mese di luglio ricorrono le celebrazioni per la Festa patronale di San Cesareo in onore di San Cesareo.

Il 26 e il 27 luglio, a Martignano, si celebra la Festa di San Pantaleone una celebrazione molto commovente con una processione e con i fuochi pirotecnici.

Il secondo giorno di festeggiamenti è tutto un susseguirsi di  messe e dall’esposizione del  simulacro di Santo Pantaleo con fuochi d’artificio.
Imperdibile il 26 luglio a Vitigliano, la Sagra della Cucuzzata, una focaccia tipica, impastata con zucchine, olive nere, pomodoro, peperoncino e olio d’oliva, i tipici prodotti di questa terra.

E’ una delle tante sagre culinarie del comune di Santa Cesarea Terme e di tutto  il panorama estivo salentino.
Nell’ultima domenica di luglio si celebra San Trifone ad Alessano.

La statua del Santo viene portata in processione. Si narra che San Trifone abbia liberato la cittadina di Alessando da un’invasione di cavallette nel 1545 e nel 1647.

Simpatica e golosa la Sagra te la Purpetta che si svolge il 30 luglio a  Montegrappa, una frazione di Tuglie.

A Cannole il 30 luglio si celebra la Festa di San Vincenzo Ferreri.

Avete ancora dei dubbi su dove trascorrere le vostre vacanze estive?

Vacanze a Leuca

 

Salento

Le acque trasparenti del Salento

Tempo di pensare alle vacanze estive: estate voglia di mare e di sole e cosa di meglio che una vacanza nel Salento? Un bellissimo luogo dove trascorrere le nostre sacrosante sudate vacanze estive è il Salento, una terra meravigliosa proclamata con una standing ovation la destinazione più apprezzata in Italia ed all’estero.

Tra i tantissimi luoghi che regala il Salento c’è Santa Maria di Leuca una frazione di Castrignano del Capo a Lecce nel punto dove il mare Adriatico si fonde con il Mar Jonio e, tra Punta Meliso e Punta Ristola sorge la stazione balneare. Il Capo di Santa Maria di Leuca è adagiato in una insenatura riparata dal promontorio, e sembra essere sospeso nel Mar Mediterraneo.
Per ammirare un panorama insuperabile su Mediterraneo e Ioio si puà salire sul terrazzo del faro a 102 metri sul livello del mare.

Santa Maria di Leuca è una località balneare perfetta per vacanze all’insegna del mare e del relax. Ma oltre al paesaggio ed alle spiagge a Leuca non manca la cultura che si può scoprire attraverso i tanti itinerari che ne raccontano la storia, una storia che è stata vissuta da diverse popolazioni mediterranee e che si può rivivere nelle maestose ville, nelle torrette, nei Santuari, nella zona archeologica.

Vediamo nel dettaglio tutti gli aspetti e tutte le sfumature di questa terra meravigliosa.

Spiaggia - le Maldive del Salento

Spiaggia – le Maldive del Salento

I luoghi di culto

Il Santuario di Santa Maria di Leuca, o De Finibus Terrae, è di certo il principale luogo di culto. La leggenda narra che chi visita il santuario ha già compiuto il primo passo per avere accesso al Paradiso.
E sempre la legge narra che San Pietro si fermò a Leuca durante un viaggio a Roma: il tempio dedicato alla dea Minerva si tramutò da un luogo di culto pagano a luogo di culto cristiano e diventò tra le principali mete di pellegrinaggio.

Gli abitanti di Leuca sono particolarmente noti alla Madonna, le attribuiscono infatti il miracoloso salvataggio di alcuni pescatori in preda ad una burrasca nel lontano 13 aprile 365
La chiesa ha al suo interno il dipinto della “Madonna con Bambino” chiamato “Madonna de finibus terrae” di Jacopo Palma il Giovane. A testimonianza dell’antico tributo alla Dea Minerva si trova, all’ingresso, un masso monolitico noto come “Ara a Minerva”

La Chiesa di Cristo Re sorge invece nel cuore della marina di Leuca, è realizzata in stile romanico e gotico. Paricolarissimo il pavimento a mosaico.

Ma Leuca venne visitata anche da diversi Papi: Papa Giulio I vi consacrò il Santuario nell’anno 343, Papa Costantino vi passò dopo una sosta ad Otranto nell’anno 710, nel 2008 Papa Benedetto XVI vi celebrò una messa.
Sempre in ambito religioso tra gli eventi organizzati durate l’estate è molto bella la processione del 15 Agosto sul mare del porto.

orecchiette con le cime di rapa

orecchiette con le cime di rapa

I dintorni

Nei dintori meritevole di visita è Patù che sorge nelle vicinanze del Capo. Qui ci sono un  castello risalente al XVI secolo ed una chiesa medioevale, dedicata a San Giovanni.
Da non perdere Centopietre, del IX secolo, qui si trovano affreschi risalenti all’ epoca bizantina.
Nella bellissima baia di S. Maria di Leuca, ci si può rilassare in spiaggia ma si può anche assistere a competizioni di vela e a gare di pesca subacquea.

Le grotte e la costa di Santa Maria di Leuca

Non si può parlare di Santa Maria di Leuca senza parlare delle sue grotte, del suo Mare che vale davvero la pena esplorare se si ama fare immersioni per scoprire i meravigliosi fondali e le straordinarie grotte anche con piacevolissime gite in barca.

Alcune sono raggiungibili solo via mare. Le grotte carsiche sono la “ciliegina sulla torta della costa di Santa Maria di Leuca, sono l’elemento distintivo. La costa si distingue per la sabbia sabbisa, per le pinete rifrescanti e profumate, per le casette bianche. Qui oltre al relax si possono fare tante attività sportive: sport acquatici ed escursioni nelle grotte.

Tra le più note citiamo quella alle grotte di Porcinara e del Diavolo, due grotte che si possono raggiungere via terra
Grotta Porcinara sorge nei pressi di Punta Ristola
Grotta del Diavolo sorge su Punta Ristola e porta direttamente a mare. Vi sono stati ritrovati ne 1871 reperti molto interessanti oggi custoditi nei musei di Lecce e Maglie.

E poi ancora Grotta del Morigio Grotte Cazzafri

A ponente troviamo la Grotta del Fiume, la Grotta del Presepe, la Grotta delle Tre Porte,  la Grotta del Bambino,  la Grotta dei Giganti, la Grotta della Stalla che offriva riparo ai pescatori, la Grotta del Drago molto spettacolae per uno scoglio che pare la testa di un drago.

A Levante troviamo le Grotte di Terradico, la Grotta di Ortocupo, la Grotta delle Vore, la Grotta delle Giole,
Le grotte continuano anche procedendo verso  Gagliano del Capo: Grotta delle Capeddhe, Grotta di Musconovo, Grotta della Totola, Grotta grande del Ciolo.

faro della Palascìa - Otranto

faro della Palascìa – Otranto

Altre attività all’aperto

Ma Santa Maria di Leuca non è solo mare, chi preferisce può fare superbe gite in bicicletta o trakking scoprendo paesaggi meravigliosi con Masserie, Agriturismi sparsi nel territorio circorstante, nel basso Salento.
Le ville ottocentesche
Leuca è famossisima anche per le sue ville ottocentesche realizzate con diversi stili.

Eventi

Sono tanti gli eventi che si svolgono a Leuca.

Il 15 agosto è dedicato al festeggiamento della Madonna di Santa Maria di Leuca. La statua della Madonna viene portata in processione, con la presenza del Vescovo, per tutto il paese fino al porto dove viene imbarcata su una paranza di pescatori e seguita in processione da tutte le altre paranze e da tantissimi natanti privati. Giunta nei pressi della marina di San Gregorio, sempre via mare ritorna a Leuca, dove nuovamente viene ricollocata nella chiesa del Cristo Re e poi trasferita nuovamente nel Santuario.

La festa termina intorno a mezzanotte con un superbo spettacolo pirotecnico.

Ogni anno, generalmente in una domenica di maggio, si svolge “Ville in festa”, un evento che apre le porte al pubblico delle meravigliose ville ottocentesche al cui interno ci sono degustazioni di specialità enogastronomiche.

La Sagra del Pesce fritto
Le specialità a base di pesce in questa sagra che si tiene a Punta Ristola
Info: Associazione Nazionale Marinai D’Italia, Castrigno Del Capo, Via G. Verga, 48, 73040 tel. 0833/530488

La Notte Bianca
Sono alcuni anni che si svolge la Notte Bianca Santa Maria di Leuca, un modo per vivere la città appieno, visitantdo negozi, assistendo ai tanti spettacoli nelle strade, assaporando la cucina tipica nei diversi stand. L’evento si svolge il 20 Agosto per le strade di questa meravigliosa città.

Il cielo è sempre più blu ad Algarve (Portogallo)

Portuguese_beach_Algarve

Algarve Portogallo – Foto CC BY Ricard12

Una vacanza all’insegna del colore: l’azzurro del mare che riflette il cielo quasi irreale. Questa è Algarve una terra  dove la luce la fa da padrona, dove la luminosità cura ogni male, di certo fa venire il buonumore.

Ma c’è molto di più ad Algarve. E ‘una regione di delizie nascoste, di spiagge dorate incorniciate da rocce calcaree, di piccoli ristoranti semplici dove si può assaporare il gusto del pesce appena pescato, cucinato alla griglia e condito con olio d’oliva locale.

Nell’entroterra, nelle colline di Monchique, si potrà vedere uno stil di vita che è scomparso da gran parte d’Europa. I giorni ruotano intorno le stagioni, i frutti vengolo raccolti dagli alberi e venduti nei mercati . Nei villaggi fatti di stradine acciottolate, si trovano case imbiancate a calce e si vedono le donne che grigliano sardine nelle strade .

Il mare è il protagonista di Algarve, lungo tutta la costa , i pescatori , che hanno imparato il mestiere dai loro padri , escono per pescare calamari e polpi, sardine e tonno.
Nel centro di Algarve, le località turistiche fiancheggiano le scogliere, alcune sono gradevolmente immerse in rigogliosi giardini, come Vila Joya o Vila Vita Parc.

A est, è come se il tempo si fosse fermato : ci sono meravigliose pensioni (Fazenda Nova , Vila Campina), e l’ondata di turismo di massa non ha ancora toccato questa regione, lasciando immacolato un paesaggio tranquillo fatto di villaggi imbiancati e boschi di sughero ed ulivi.

La selvaggia Algarve occidentale si arrende al potere dell’Atlantico. Qui è tutto natura: surf e mare, bird watching e avvistamento di delfini, sentieri in cima alla scogliera da una caletta di sabbia deserta ad un’ altra .
Qualunque parte del Algarve che si scega, si troveranno persone cordiali ed accoglienti, ottimi vini locali e cibo delizioso.

Quando andare

L’ ufficio del turismo portoghese potrebbe fare un manifesto delle stagioni di fiori , con il fiore di mandorlo nel mese di febbraio , l’albero di jacaranda blu per il mese di maggio , il rosa della buganvillea per indicare il mese di luglio, l’albero della poinsettia per il mese di dicembre. Per trovare le spiagge deserte si dovrebbe evitare il periodo delle vacanze scolastiche. I mesi migliori sono maggio, giugno e ottobre , quando il sole è caldo e visitatori sono pochi.

In piena estate – luglio e agosto – si possono trovare le strutture affollate nel centro di Algarvee si dovrebbe quindi optare per l’interno godendo di paesaggi fatti di uliveti e sughero con le cicogne che nidificano sui pali del telegrafo e sui camini, un paradiso rurale tranquillo che è cambiato poco nel corso dei secoli.

 

Nel mese di dicembre e gennaio c’è spesso il sole caldo nel bel mezzo della giornata e , naturalmente, le tariffe alberghiere sono molto più basse.

Come muoversi

Eva autobus (289 899760 ; eva – bus.com ) opera tra l’aeroporto e Faro , e da lì per tutto l’Algarve .

I treni non funzionano da e per l’ aeroporto, ma i treni regionali percorrono la costa .

La bicicletta

Per esplorare l’Algarve in bicicletta si può contattare Swift Momentum Sports ( swiftmomentumsports.com ) , che offre vacanze su misura per il ciclismo e mountain bike. I loro 18 percorsi , con diversi gradi di difficoltà , passano attraverso alcuni dei paesaggi più belli della regione .

La guida ad Algarve

Aziende di noleggio auto presso l’aeroporto di Faro includono Avis ( avis.com.pt ) , Budget ( budget.com ) , Europcar ( europcar.com ) e Hertz (hertz.co.uk ) . L’età minima per noleggiare un’auto è 21 anni.

Cosa fare ad Algarve

Le cose da fare qui sono tante, la maggior parte ha a che fare con la natura, con il contatto diretto con la gente del posto, con l’acqua.

Passeggiata lungo la Via Algarviana
Questo percorso a piedi lungo 186 miglia va da Alcoutim, vicino al confine spagnolo , a Capo San Vincenzo nel lontano ovest . E ‘ben marcato , e lungo la strada ci sono segni che indicano le distanze e i punti di interesse . Il percorso è particolarmente panoramico in primavera quando i campi sono coperti da fiori selvatici .
Contatto : Progetto Via Algarviana : Sede : Rua de S. Domingos N º 65 . 8100-536 Loulé ; 00 351 289 412 959

Visitare un mercato del pesce
Olhão, sul lato orientale dell’Algarve, è famosa per la pesca fin dal Medioevo , ha più di 80 bancarelle . La varietà e l’abbondanza di pesce che arriva dall’Atlantico è impressionante: orata, spigola, polpo, calamari e vongole.
Apertura: Da 07:00 fino a circa 01:00 ; chiuso domenica e lunedì si è limitata produzione .
Indirizzo: Avenida 5 de Outubro , 8700 Olhão

Giocare una partita di golf
Algarve è rinomata per i suoi campi da golf.
Indirizzo : Penina Hotel & Golf Resort , P.O. Box 146 , 8501-952 Portimao
Contatto: 282 420200 ; penina.com / campi da golf – e -academy

Visitare una chiesa
Le chiese, semplici e bianche punteggiano il paesaggio. Algarve non da alcuna indicazione delle ricchezze che si trovano all’interno . Spesso sono coperte con antiche piastrelle dipinte a mano ( azulejos) dal pavimento al soffitto, molte hanno anche altari dorati. Porte e finestre hanno uno stile di architettura tardo – gotico intitolata a re Manuelino (che regnò dal 1495-1521 ) che ostentano la ricchezza portata al Portogallo dal commercio delle spezie. Appena fuori Almancil c’è la piccola chiesa São Lourenço del 18 ° secolo, considerato uno dei gioielli del Algarve. Gli azulejos bianchi e blu, terminati nel 1730 , coprono la cupola , le pareti , la navata.
Aperto : 10:00-13:30 e 14:30-17:30 , Lunedi al Sabato
Indirizzo : Rua da Igreja , São Lourenço , 8135 – Almancil
Contatto : 289 395451

Pousada_de_Tavira-Algarve

Pousada de Tavira, Algarve

Foto CC BY José Barreiro

Vivere l’acqua
Algarve Seafaris offrono una gran varietà di programmi, tra cui pesca d’altura , pesca nella barriera corallina, crociere lungo la costa , esplorazioni nelle grotte e spiagge appartate . La scelta del trasporto spazia da grandi catamarani alle barche più piccole e crociere iniziano a Vilamoura Marina. Le fermate sono fatte per nuotare e immergersi, e per avventurarsi in alcune delle grotte più impressionanti .
Costo : crociere da 20 € ; pesca da € 40 , comprese le attrezzature e le esche
Contatto: 289 302318 ; Algarve- seafaris.com

Zoo Marine
Questa è la più grande attrazione turistica dell’Algarve. Ci sono tante opportunità per i bambini di interagire con gli animali e gli uccelli a distanza ravvicinata . I delfini , leoni marini e gli spettacoli sono eccellenti e bambini possono nuotare con i delfini in piccoli gruppi ( prenota in anticipo; 169 € a persona ) . Ci sono anche scivoli d’acqua.
Indirizzo : EN 125 – Km 65 , Guia , 8201-864 Albufeira
Contatto: 289 560 300/1 ; zoomarine.pt

I delfini in natura
Per vedere la vita di mare nel suo habitat naturale si deve andare a Mar Ilimitado a Sagres, specializzato in fauna marina. Accompagnati da una coppia di biologi marini , gli ospiti possono vedere le tartarughe marine e le focene e tantissimi altri animali.
Ingresso: adulti € 32 ; bambini € 25
Indirizzo : Rua do Poente , 8650-378 , Sagres
Contatto: 91 683 2625 ; marilimitado.com

I parchi acquatici
E ‘difficile perdere i parchi acquatici di Algarve , in quanto molti di essi sono punti di riferimento per molte agenzie di viaggi. I tre principali sono:

Aquashow Park Hotel, Quarteira
Popolare per il suo serpente scivolo.
Aperto : maggio a settembre, 10:00-05:00 con successiva chiusura in piena estate
Ingresso: € 27 per adulti; € 18 all’età di cinque anni a 10; sotto i cinque anni gratis
Indirizzo: Estrada Nacional , 396 Quarteira
Contatto: 289 389396 ; aquashowparkhotel.com

Aqualand, Alcantarillha
Aperto : Giugno-Settembre 10:00-05:00 , con successiva chiusura in piena estate .
Ingresso: € 22 per adulti; € 16 di età compresa tra 3-12 ; in gruppi di tre
Indirizzo : E.N. 125 Sitio das Areias Apartdao 11 , 8365 -908 Alcantarilha
Contatto: 282 322 828 ; aqualand.pt

Slide & Splash, Estombar
Aperto : apr-Ott 10:00-05:00 con successiva chiusura piena estate .
Ingresso: € 25; € 18 di età compresa tra cinque -10 ; sotto i cinque anni gratis
Indirizzo : E.N. 125 Vale de Deus , Estombar , 8401-901 Lagoa
Contatto: 282 340800 ; slidesplash.com

Gli Sport acquatici
La costa occidentale offre le condizioni ideali per il surf . Ci sono varie scuole per principianti , tra cui Sagres Natura ( lezioni a partire da € 50 al giorno , 282 824072 , sagresnatura.com ). Lo Sci d’acqua può essere fatto in acque più calme al largo Quinta do Lago ( 289 394929 o 96 403 8472 ; lagowatersports.com).

Calendario delle feste e degli eventi per il 2014

Ecco gli eventi ancora in corso per questo 2014!

FIESA Festival Internazionale di Scultura di sabbia , Pêra
Mag-ott
Questa imponente festa di sculture di sabbia si svolge ogni anno con un tema diverso .
Ulteriori informazioni : fiesa.org

Festival Med , Loulé
Ultima settimana di giugno
Questo Festival musica mediterranea dura cinque giorni e regala performance di danza , teatro di strada e mostre di artigianato, così come il cibo e la musica al centro storico della città. Aspettatevi musica dal Marocco, dalla Spagna,dall’ Italia e dalla Grecia , e ovviamente dal Portogallo .
Ulteriori informazioni : louleuncovered.com

Festival birdwatching , Sagres
SET-ott
La penisola di Sagres è un corridoio migratorio per le cicogne, avvoltoi , aquile, falchi e falconi . Il festival comprende workshop, gite, gite in barca e educazione ambientale .
Ulteriori informazioni : birdwatchingsagres.com

Portugal Masters , Vilamoura
09-12 OTTOBRE
Questo famoso torneo di golf è un evento annuale molto popolare.
Ulteriori informazioni : europeantour.com

Algarve, Portogallo

Algarve, Portogallo

Foto CC BY di Ronsaunders47

Una vacanza in questo luogo nel mese di giugno è perfetta per tutta la famiglia: per chi viaggia con bambini e potrà divertirsi con loro nei diversi parchi acquatici. Per chi vuole una vacanza avventurosa e potrà addentrarsi nei tanti sport acquatici e nelle tante escursioni; per chi cerca il contatto con la natura e qui di certo lo troverà in ogni dove. Per chi vuole una vacanza tranquilla e pacata e troverà nell’entroterra quel passato ancora presente che vede la vita scorrere lenta, tranquilla, rilassata come si viveva una volta e come spesso si vorrebbe vivere ancora oggi. Qui si può fare.

Tutti a Glasgow a fare festa!

University_of_Glasgow_Gilbert_Scott_Building

University of Glasgow Gilbert Scott Building

Foto CC BY di  Diliff

Glasgow è una città socievole che ha sempre saputo come far festa . Lo dimostra il fatto che nel 1920 aveva 81 sale da ballo un numero superiore a qualsiasi altro posto della Gran Bretagna.
Rimane una delle città architettoniche più eclettiche d’Europa, con una ricchezza di stravaganti edifici vittoriani realizzati in arenaria rossa con svolazzi artistici. Sfoggia meravigliosi palazzi con facciate  all’italiana, con Art Nouveau che ricorda Gaudi, con motivi greci e romani classici , e con lo stile spagnolo rinascimentale di Kelvingrove nell’Art Gallery.

La scena musicale Glasgow è  varia e dinamica , con decine di pub e locali che fanno musica di diversi generi  e sale da concerto che espongono i classici . Orchestre, opere e balletti nazionali della Scozia hanno tutti sede a Glasgow e gli MTV Europe Music Awards di quest’anno sono andati in scena nella splendida nuova arena SSE Hydro della città.

I punti salienti delle celebrazioni di quest’anno sono in estate, quando in teoria il tempo dovrebbe essere migliore, ma la città, lo ripetiamo, ama far festa tutto l’anno.

Senza dubbio questo spirito festaiolo ha favorito la trasformazione della città un periodo di declino economico alla sua proclamazione di capitale europea della cultura , seguito dalla proclamazione di Città di Architettura e Design , e dal riconoscimento dell’Unesco di Città della Musica. Si tratta della prima città britannica a vincere questo riconoscimento . I cantieri arrugginiti sono un ricordo sbiadito, e al loro posto c’è na sorprendente architettura futuristica, ci sono premiati musei e luoghi di spettacolo .

Questo è anche un anno di celebrazioni multiculturali , quando i Giochi del Commonwealth XX verranno a Glasgow per circa 11 giorni nei mesi di  luglio e agosto. La Ryder Cup verrà nella vicina Gleneagles nel mese di agosto , seguita dalle MTV Awards nel mese di novembre .

Per coronare tutto questo c’è l’anno di Homecoming Scotland 2014, ed i clan si stanno radunando per le celebrazioni che culmineranno nel 700 ° anniversario della Battaglia di Bannockburn vicino a Glasgow.

La Celtic Connections prevede un paio di settimane con stravaganze celtiche del mondo della musica contemporanea e tradizionale con più di 2.000 musicisti che alleggeriranno buie notti invernali in gennaio. Il Glasgow Film Festival si svolge ogni anno nel mese di febbraio , seguito da un Comedy Festival Internazionale nei mesi di  marzo e nel mese di aprile si svolge il  Book Festival nella più grande biblioteca di consultazione pubblica in Europa.

Nel mese di giugno si svolge il West End un festival multi- culturale con 400 artisti in 80 sedi , mentre il resto della città, ospita un Festival Internazionale di Jazz .

Il Merchant City , un vivace quartiere dei divertimenti , organizza i Giochi del Commonwealth nel mese  luglio con una festa di strada con musica dal vivo, danza , spettacoli e mostre.
La comunità gay della città si unisce nel mese di ottobre con Glasgay ! una celebrazione di un mese della cultura gay, per l’occasione ci saranno commedie, cinema , arti visive, performance e progetti artistici.

Come muoversi

Difficilmente vale la pena noleggiare una macchina in quanto la città è ben servita dal trasporto pubblico.

Autobus
Si può viaggire ovunque in città su un First Bus ( firstgroup.com )
metropolitana
La metropolitana di Glasgow ha 15 stazioni in una rete circolare tra il centro città e il West End , con treni ogni quattro minuti nelle ore di punta.

Taxi
Non c’è carenza di taxi , ma i taxi privati ​​come 50-50 (0141 882 5050) sono più economici.

A Glasgow può mancare la grandezza maestosa di Edimburgo , ma è ricca di musei di fama mondiale e di gallerie d’arte , oltre che di una serie di splendidi parchi e zone lungo il fiume perfette per splendide passeggiate.

Glasgow_Finnieston_area

Glasgow Finnieston area

Foto CC BY di  innoxiuss

Le dieci attrazioni di Glasgow

Kelvingrove Art Gallery and Museum
8.000 reperti in questa galleria d’arte imponente e vittoriana
Indirizzo : Argyle Street, G3 8AG
Contatti : 0141 276 9599 ; glasgowlife.org.uk
Orari di apertura : tutti i giorni , 10:00-05:00 ( venerdì e domenica , 11:00-17:00 )
Ingresso: libero tranne mostre speciali

Glasgow School of Art
Il capolavoro di Charles Rennie Mackintosh , architetto, designer e artista celebrato per la sua particolare visione del 20esimo secolo.
Indirizzo : 167 Renfrew Street, G3 6RQ
Contatti : 0141 353 4500 ; gsa.ac.uk
Orari visite : tutti i giorni , 11:00 , 01:00 , 15:00 e 05:00

Pollok Country Park
Un paese delle meraviglie di oltre 360 ​​ettari , votato Miglior Parco d’Europa nel 2008, dove bovini vagano nei pressi del fiume tra radure boschive. Vicino al fiume si trova una grande casa di campagna con giardini e più bella collezione del Regno Unito di arte spagnola , tra cui dipinti di El Greco , Goya e Murillo.
Indirizzo : 2060 Pollokshaws Road, G43 1AT
Contatti : 0141 287 5064 ; glasgow.gov.uk
Orari di apertura : Burrell Collection : tutti i giorni , 10:00-17:00 ( venerdì e domenica 11:00-05:00 ) ; Pollok House : tutti i giorni , 10:00-05:00

Sharmanka Kinetic Theatre
Un mondo strano e meraviglioso di sculture cinetiche , un negozio di giocattoli magico che aleggia tra arte e performance teatrali.
Indirizzo: 103 Trongate , G1 5HD
Contatti : 0141 552 7080 ; sharmanka.com

Glasgow Green e Palazzo del Popolo
Parco centrale della città, è il più vecchio spazio pubblico della Gran Bretagna. Oggi ospita il museo di storia sociale di Glasgow. Cibi e bevande vengono serviti nei suoi “giardini d’inverno”, una splendida serra vittoriana piena di alte palme e altre piante tropicali.
Indirizzo: Glasgow Green , G40 1AT
Contatti : 0141 276 0788 ; glasgowlife.org.uk
Orari di apertura : Ma-Sa , 10:00-17:00 ; Venerdì e domenica , 11:00-17:00
Ingresso: gratuito

Casa in an Art Lover
Un elegante rifugio di campagna in un parco pubblico. Luce e spazio abbondano in interni eleganti. Si tengono regolarmente mostre d’arte e in un ottimo ristorante si servono  pranzi.
Indirizzo: Bellahouston Park, 10 Dumbreck Road, G41 5BW
Contatti : 0141 353 4770
Orari di apertura : generalmente tutti i giorni 10:00-04:00 , ma verificare le modifiche . L’Art Lovers Café è aperto tutti i giorni , 10:00-17:00

Riverside Museum
Museo con oltre 3.000 reperti che ricordano un’epoca in cui tram, autobus  e auto d’epoca hanno scosso le strade acciottolate.
Indirizzo : 100 Pointhouse Road, G3 8RS
Contatti : 0141 287 2720 ; glasgowlife.org.uk
Orari di apertura : tutti i giorni , 10:00-05:00 ( venerdì e domenica , 11:00-17:00 )
Ingresso: gratuito

Botanic Gardens
Cinquanta ettari di prati a foglia verde e vicoli nel cuore del West End dominati dal Palazzo Kibble , una magnifica serra in ferro battuto e muratura pieno di felci arboree esotiche . Esposte in 11 altre serre orchidee rare e una collezione nazionale di begonie .
Indirizzo : 730 Great Western Road , G12 0UE
Contatti : 0141 276 1614 ; glasgowbotanicgardens.com
Ingresso: gratuito

Hunterian Museum and Art Gallery
Il più antico museo pubblico della Scozia , fondato nel 1807 nello splendore gotico della Glasgow University , è un tesoro di arte, scienza e resti di civiltà passate . Il museo ospita la più grande mostra permanente al mondo di dipinti di Whistler e strumenti scientifici utilizzati da James Watt.
Indirizzo: University Avenue , G12 8QQ
Contatti : 0141 330 4221 ; gla.ac.uk
Ingresso: gratuito

Il Titan
La maggior parte dei cantieri sono andati perduti, ma la silhouette in acciaio scheletrico del Titan rimane come muta testimonianza di un’epoca nella quale sono state fiume prodotte le migliori navi al mondo . Indirizzo : Garth scacciare Carrello Street, Queens Quay , Clydebank , G81 1NX
Contatti : 0141 952 3771 ; titanclydebank.com
Orari di apertura : sabato e domenica , 10:00-16:00 ; aperta dal 10 maggio

Ristoranti
The Ubiquitous Chip
Una venerabile mecca della buona tavola creato in una vecchia stalla. La cucina tradizionale scozzese ha colpi di scena creativi.

Indirizzo : 12 Ashton Lane, G12 8SJ
Contatti : 0141 334 5007 ; ubiquitouschip.co.uk

Rogano
Una leggenda di Glasgow. In stile Art Deco stile, risalente al 1935 evoca un’eleganza senza tempo , con piatti classici e creativi di pesce e frutti di mare delle acque scozzesi . Diverse classi di sale da pranzo, con prezzi variabili , ma standard elevati.
Indirizzo : 11 Exchange Place , G1 3AN
Contatti : 0141 248 4055 ; roganoglasgow.com
Orari di apertura : tutti i giorni , 12:00-17:45 ( ultimi ordini 02:30 ) e 6:00 fino a tardi ( ultimi ordini 22:30 )
Prenotazione : consigliata

Café Gandolfi
Un elegante ristorante con cucina scozzese -mediterranea di classe. In una giornata fredda è come un caldo abbraccio .
Indirizzo : 64 Albion Street, G1 1NY
Contatti : 0141 552 6813 ; cafegandolfi.com
Orari di apertura : da lunedì a sabato , 8:00-23:30 ; Sun 9:00-23:30

Glasgow

Glasgow

Foto CC BY di   Finlay Mc Walter

Lo shopping

Lo chiamano il Mile Style , un miglio quadrato che comprende il più grande centro di vendita al dettaglio in Gran Bretagna non considerando ovviamente Londra , con centinaia di boutique indipendenti , outlet di grandi firme internazionali. L’arteria principale del cuore commerciale della città è Buchanan Street, un viale pedonale ricco di gioielli architettonici e negozi come Russell & Bromley , Diesel , Panchina e Zara .

Ad una estremità della strada House of Fraser vanta la più grande sala di bellezza della Scozia, con boutique di Hermes , Gucci e Prada . Dall’altro , Buchanan Galleries ( buchanangalleries.co.uk ) ha più di 90 punti vendita su quattro piani , e Princes Square è un elegante centro commerciale sotto un tetto in vetro decorato con i ristoranti per il pranzo in una luminosa, atmosfera frizzante.
Glasgow guida rottura

Per i punti vendita indipendenti si può passeggiare per i vicoli lastricati vicino alla stazione della metropolitana Hillhead nel West End . Ashton Lane e Cresswell Lane hanno un mix di negozi d’arte e artigianato , e Jolly Molly ( 5 Cresswell Lane) vende articoli eccentrici per la casa . Dowanside Lane e Ruthven Lane sono una meta per chi cerca  abiti vintage e gioielli ( Glorioso e Starry Starry Night ) , stranezze e rarità da soffitta e mobili antichi , ceramiche , tessuti , giocattoli e molto altro ancora.

I tessuti e le carte da parati di Timorous Beasties sono surreali e provocatorie.

Per una grande collezione di oggetti d’antiquariato , è bene visitare l’Antiquariato Warehouse ( 121-127 Lancefield Street, G3 8HZ ).

Primavera a New York

New York City

New York City

Foto CC BY di Niklem

 

New York City è una città dove c’è qualcosa da fare o da vedere in ogni suo quartiere ed in ogni suo borgo. La Grande Mela non delude quando si tratta di divertentimenti: attrazioni e spettacoli dal vivo sono all’ordine del giorno. Non è facile scegliere tra le tantissime attività. Visitare New Yoirk nel mese di giugno da la possibilità di godere di belle giornate e di assistere ai tanti spettacoli che danno inizio alla stagione estiva.

Ecco i classici imperdibili per chi trascorre una vacanza qui.

Statua della Libertà
Vedere il più grande simbolo di libertà e democrazia è davvero emozionante. La Statua della Libertà in tutta la sua gloria misura oltre 111 metri , mentre l’intero monumento è alto oltre 300 metri . Oltre alla bellezza della statua c’è la meravigliosa vista panoramica della città che si può ammirare dall’interno della corona della statua dopo aver salito 154 gradini. La vista è meritevole della fatica.

Times Square
Times Square è un luogo di festa ogni giorno ed ogni notte della settimana . Si può cominciare la  giornata con lo shopping pranzare in Restaurant Row , dove c’è a possibilità di scegliere tra una immaginabile gamma di ristoranti e cucine, si può terminare la giornata in una  pista da ballo in un locale notturno oppure si può ascoltare musica jazz dal vivo in uno dei tanti jazz club presenti.

Central Park
Trascorrere un pomeriggio in bici intorno a Central Park e fare un bel pic-nic con la famiglia o con gli amici sotto uno dei grandi alberi verdi negli 843 ettari di terreno di Manhattan è davvero un’esperienza imperdibile. Non importa in quale periodo dell’anno si arriva , l’entrata gratuita con diversi eventi divertenti che vengono organizzati praticametne sempre .

Rockefeller Center
Stare sulla cime del Rockefeller Center e godere di una  vista a 360 gradi di New York da tre ponti di visualizzazione . Uno dei monumenti più famosi di New York.

Empire State Building
Un’altra destinazione che a New York rappresenta un punto di riferimento è il ben noto Empire State Building . Ci ci sente in cima al mondo quando si ammira New York City ad un’altezza di  1.250 metri.

Broadway
Un viaggio nella Grande Mela non è completo se non si assiste ad uno spettacolo di Broadway . Si possono vedere alcuni dei talentuosi artisti di Broadway in un coinvolgente musical.

Yankee Stadium
Nel South Bronx c’è uno dei più popolari stadi di baseball nel paese . Yankee Stadium gode di una ricca e coinvolgente atmosfera sportiva.

Ellis Island

Milioni di immigrati sono passati attraverso il porto di New York a Ellis Island più di 100 anni fa. Si può cercare di tracciare la propria storia di famiglia ed imparare di più sulla storia ed il significato di questa isola.

Ponte di Brooklyn
Fate una passeggiata , in bicicletta o in auto, sul ponte di Brooklyn è un’esperienza da non perdere.

Bronx Zoo
Il Bronx Zoo è la più grande riserva della fauna selvatica urbana , con i suoi 265 ettari è  la patria di più di 5.000 specie di animali provenienti da tutto il mondo. E’ un posto perfetto per ambini, ragazzi e adulti che amano la natura selvaggia che si respira qui .

Metropolitan Museum of Art
Trascorrere una giornata ad interpretare dipinti , sculture e ogni altro tipo di arte nel più grande museo d’arte negli Stati Uniti. The Metropolitan Museum of Art ha più di 2 milioni di pezzi. La sua arte è esposta sia nella collezione permanente che nelle mostre speciali temporanee mostre speciali.

Madison Square Garden
Madison Square Garden è  conosciuta per essere l’arena per i New York Knicks . Ma è anche un luogo di intrattenimento e un’arena per altri eventi sportivi . Si può assistere ad una partita di basket , ad una partita di hockey o ascoltare un concerto di una band.

OneWorldTradeCenter

OneWorldTradeCenter

Foto CC BY di Joe Mabel

9/11 Memorial
L’11 settembre è un giorno che gli americani, ma anche il resto del mondo, non dimenticheranno mai . Rendere omaggio a tutte le vittime che persero la vita in quel tragico giorno al 9/11 Memorial e visitare il Museo è un’esperienza educativa e storica .

Lincoln Center
Lincoln Center è il luogo dove si assiste un evento artistico. Si possono ascoltare I cantanti Metropolitan, guardare i membri di The Ballet che svolazzano sulle note di New York City o perdersi nei suoni e ritmi dell’  Orchestra The Philharmonic.

The Tonight Show interpretato da Jimmy Fallon
Il comico esilarante e talvolta ridicolo Jimmy Fallon è l’ospite del The Tonight Show . Avere i biglietti per il suo show per vedere i suoi  illustri ospiti musicali e di intrattenimento , e per vedere Jimmy Fallon all’opera ascoltando le sue battute di persona è un’esperienza divertentissima se conoscete bene la lingua.

La cucina di New York
Gli chef di New York sono sempre in continuo rinnovo . Il difficile visto il traffico, le otto corsie ed i grattacieli è coltivare un orticello che possa garantire verdure fresche. La soluzione arriva da  Richard Farnabe, executive chef presso il Soho Grand , che ha avuto la brillante idea di piantare un orto biologico sul tetto di una struttura di 17 piani , con la coltivazione di erbe , verdure , verdi e più di 27 varietà di pomodori.

Qualsiasi siano le tendenze ci sono sempre i classici , e New York li prepara come nessun altro . Non perdete le ostriche a Grand Central Oyster Bar nel seminterrato del famoso terminal del treno; o una bistecca Porterhouse presso l’istituto del Brooklyn Peter Luger ( istituito 1887).

Eleven Madison Park

La più bella esperienza culinaria a New York , merito del genio culinario svizzero Daniel Humm. Il locale si trova sopra Madison Square Park ed è abbastanza grande. Il cibo è infinitamente reinventato : ostriche, capesante, aragosta, anatra, manzo . La terrina di foie gras con prugne e mandorle amare è una delizia.

Indirizzo : 11 Madison Avenue, 24th Street , Gramercy / Flatiron District.
Contatto: 001 212 889 0905 ; elevenmadisonpark.com
Orari di apertura : Pranzo: da giovedì a sabato dalle 12 alle 01:00 ; Cena: lun-dom 17:30-10:00 .

Club dell’Agnello

Situato appena fuori del glamour Chatwal Hotel , il lussuoso nuovo bar e grill di Geoffrey Zakarian è un edificio di sei piani edificio georgiano del 20esimo secolo . Sulle orme di Fred Astaire , WC Fields e John Barrymore , gli ospiti cenano su divanetti di peluche realizzati in pelle rossa sotto le lampade art déco: insalate, ostriche sulla conchiglia, bistecche . Un bar al piano superiore altrettanto eccentrico si affaccia sulla 44th Street ed offre un cocktail del maestro barman Sasha Petraske .

Indirizzo : 132 W 44th Street , nr 6th Avenue , Midtown .
Contatto: 001 212 997 5262 ; thelambsclub.com
Orari di apertura : Pranzo: lun-ven 11:45 – 2 : 30pm ; Cena: mar-sab 17:00-23:00 , Sun- Mon 05:00 – 9 : 30pm .

Il ristorante al Mark

La cucina dello chef francese Jean -Georges Vongerichten è servita nel ristorante del Mark Hotel splendidamente restaurato. A pranzo , ereditiere con i cani nelle loro borse mangiano gustose insalate, ostriche e foie gras; a cena , magnati di Wall Street e milionari vengono per le specialità dello chef Vongerichten come tartare di tonno e branzino alla griglia con finocchio . La scena nella adiacente zona bar rosa illuminata avrebbe potuto benissimo essere una copertina di Vogue.

Indirizzo : 25 E. 77th St. (nr Madison Ave)
Contatto: 001 212 606 3030 ; themarkrestaurantnyc.com
Orari di apertura : lun-dom 07:00-01:00 .

 

-Lincoln_Center_Twilight

Lincoln Center, New York

Foto CC BY di Nils Olander from Panoramio
   


Torrisi Italian Specialità

Questo accogliente locale di mattoni  con 18 posti assomiglia ad una cucina rustica -chic italiana . Offre nove un menu con nove superbe portate a prezzo fisso con i classici italiani conditi da colpi di scena moderni . Il menu cambia regolarmente, ma le recenti delizie comprendevano tortellini di zucca in brodo, melanzane alla parmigiana e tanto altro.

Indirizzo : 250 Mulberry Street , Little Italia .
Contatto: 001 212 965 0955 ; piginahat.com
Orari di apertura : Pranzo: da venerdì a domenica , a mezzogiorno , 2:00 ; Cena: lun-dom , 18:00-09:30

Tomoe Sushi
Non stupitevi aspettare 30 minuti per un tavolo . Qui servono il pesce più fresco in città . Il menu offre di tutto, dalle vongole giganti ai ricci di mare.

Indirizzo : 172 Thompson Street , nr Houston Street.
Contatto: 001 212 777 9346 ; tomoesushi.com
Orari di apertura : Lu , 05:00-23:00 ; Mar-sab , 01:00-15:00 e 05:00-23:00 ; Sun , 17:00-10:00 .

Prime Meats
Uno splendido locale  con pannelli in legno in stile del  19 ° secolo. La pancetta di maiale e i brasati di petto di manzo in cavolo rosso sono ottimio, mentre il personale del bar in papillon e bretelle mescolano cocktail come il Applejack Sazerac o Rubens Cooler.

Indirizzo : 465 Court St , Carroll Gardens , Brooklyn .
Contatto: 001 718 254 0327 ; frankspm.com
Orari di apertura : da lunedì a mercoledì dalle 11 alle 12 a mezzanotte ; Gio – Ven 11:00-01:00 ; Sab 08:00-01:00 ; Sun 08:00 – 12 a mezzanotte .

Abboccato

Un elegante ristorante italiano  con pasta fatta a mano e piatti tipicamente italiani: polipo alla griglia , tartufo, pane appena sfornato.
Indirizzo : 136 W. 55th St , ( tra 6 e 7 Ave)
Contatto: 001 212 265 4000 ; abboccato.com
Orari di apertura : Lu 07:30 – 10 : 30am , ore 12 , 03:00 , 17:00-22:00 ; Mar-sab 07:30 – 10 : 30am , ore 12 , 03:00 e 17:00-11:00 ; Sun 7:30 am- 10 : 30am , 16:00-22:00 .

Di Mario Restaurant
Arthur Avenue è una strada stretta a sud del Bronx Zoo con decine di panifici italiani, ristoranti , bar e negozi di gastronomia. Ci sono diversi ristoranti classici , ma Mario , fondato nel 1919 , è il migliore di tutti. Mario Puzo è citato nel film Il Padrino ,  Francis Ford Coppola ha chiesto se poteva girare una scena nel suo locale. Il design è sopra le righe : colonne romaniche bianche , dipinti del Paese Vecchio e camerieri in smoking che canticchiano le canzoni di  Dean Martin. La cucina è napoletana: vongole ripiene, vitello, scaloppine alla pizzaiola e Barolo .

Indirizzo : 2342 Arthur Avenue, The Bronx
Contatto: 001 718 584 1100 ; mariosrestarthurave.com
Orari di apertura : Sole e da martedì a giovedì ore 12 – 9 : 30pm ; Ven-sab ore 12 -10 : 30pm ; Lun chiuso .

Di Sardi
Ogni turista ama assitere ad uno spettacolo di Broadway , e questo venerabile ristorante appena fuori la Great White Way è una tappa essenziale per una cena pre o post – teatro. I suoi divanetti rossi , i suoi paralumi ornati e le sue centinaia di caricature di personaggi famosi del mondo dello spettacolo – Liza Minnelli , Joan Rivers , Jackie Gleason – che adornano le pareti, fanno parte della meravigliosa atmosfera che si respira qui.
Per quanto riguarda la cucina ecco cosa si serve: torte di granchio, gamberetti saltati in salsa di aglio e altri cibi leggendari.

Indirizzo : 234 W 44th Street , Midtown
Contatto: 001 212 221 8440 ; sardis.com
Orari di apertura : mar-sab 11:30-11:00 ; Sun – 12noon 19:00 , lunedì chiuso .

Focacceria da Ferdinando
Appena si entra in questo locale si viene trasportati indietro al tempo quando il gangster Joey Gallo ed i suoi fratelli governavano queste strade . Martin Scorsese, non a caso, ha girato una scena di The Departed qui.

Fondato nel 1904, questo locale serve piatti tipici siciliani come il panino Vastedda ( milza a strati con ricotta e formaggio grattugiato ), pasta con sarde, sardine con finocchietto selvatico , pinoli , uva passa e spezie .

Indirizzo : 151 Union Street , Red Hook , Brooklyn
Contatto: 001 718 855 1545 ; ferdinandosfocacceria.com
Orari di apertura : lun-gio 11:00-20:00 , ven-sab 11:00-22:00 , domenica chiuso .

Manhattan_from_helicopter

Vista dall’alto della Statua della Libertà

 Foto CC BY di Germàn Ramos

Eventi a Giugno a New York

Shakespeare in the Park
Giugno-agosto
Contatto: 001 212 967 7555 ; shakespeareinthepark.org

Summer Stage
Giugno-agosto
Spettacoli teatrali, concerti, molti dei quali gratuiti , in circa 75 parchi in tutti i cinque quartieri della città.
Contatto: 001 212 360 2789 ; cityparksfoundation.org

Celebrate Brooklyn
Giugno-settembre
2014 è la 36a edizione di arti. .
Contatto : bricartsmedia.org