Agosto in Spagna

Se c’è un paese al mondo in cui l’ethos oraziano del carpe diem è un principio di vita, è la Spagna. Con le numerose influenze esterne che vanno dal celtico al musulmano, con ben quattro lingue ufficiali, tutto gira a suon di castanietas, e gli spagnoli, con ogni probabilità con una piccola eccezione, condividono una notevole propensione per feste e corride. E mentre il flamenco o anche un piatto di paella generano sentimenti positivi, la corrida suscita inevitabilmente polemiche tra i sostenitori dei diritti degli animali. Ma la Spagna è molto più che corrida e feste. La Spagna è storia, paesaggio, colore e folklore, la Spagna ti entra nelle vene e ci scorre.

Chi ama il divertimento, non deve perdere la città di Buñol l’ultimo Mercoledì del mese di agosto per  lasciarsi andare a La Tomatina, una festa lotta del cibo che attira ogni anno migliaia di partecipanti provenienti da tutto il mondo. In alternativa, si può fare un soggiorno rilassante in una delle numerose località balneari lungo la Costa del Sol, Costa Brava o qualsiasi altra costa.

Eppure, la Spagna ha molto più da offrire rispetto a eventi e spiagge scintillanti. E ‘una terra di città vibranti abbaglianti con il colore e la diversità culturale: Barcellona, la cosmopolita Madrid, l’artistica Siviglia o Malaga, solo per citare alcuni dei tanti luoghi.
Indipendentemente dalla stagione, la Spagna è una scelta ben mirata. Si può sentire il profumo dei fiori a La Rambla in primavera, ascoltare il mormorio delle onde che lambiscono la costa atlantica in estate, gustare il Tempranillo dolce in un caffè accogliente di La Coruna in autunno, e quando l’inverno è alle porte si può fare un viaggio di sci per i Pirenei e sentire una brezza gelida sulle guance. Ma qui parliamo di estate, e consigliamo questa località per chi è alla ricerca di una vacanza in questo caldo mese di Agosto.

church-of-the-sacred-family

Chi sceglie la Spagna per le vacanze estive può optare per le isole Baleari. Galleggiano nel Mediterraneo al largo della costa orientale della Spagna continentale, le isole Baleari sono quattro diverse gemme nella corona spagnola. Baciata dal sole di Ibiza è tutto una susseguirsi di festa e gioie della vita, Minorca è un’oasi incontaminata di tranquillità e di grandezza naturale, Mallorca montagnosa ha quasi tutto ciò che si potrebbe aspettare di una destinazione di vacanza e Formentera offre favolose spiagge.

Ma oltre le spiagge e il sole in Spagna ci sono altre cose da non perdere, e così la vacanza non si limita alla sola tintarella con relax annesso ma va oltre. Scopriamo insieme dove.

the-alhambra-granada

Affacciato sulla città di Granada e scelto dal primo re nasride, el Ahmar, come una prestigiosa location per la sua corte, la Alhambra è un complesso di una bellezza sconcertante fatto di alti saloni, camere colossali con soffitti imponenti, bagni reali intimi, fontane di marmo, e giardini di melograno. Una visita guidata rivelerà i segreti degli angoli. Un luogo di quelli da non perdere sia per la bellezza architettonica sia per l’aspetto romantico del luogo.

city-of-the-arts-and-sciences

La costruzione futuristica tentacolare lungo un asse di circa 2 km, Ciudad de las Artes y las Ciencias è un pozzo senza fondo di attrazioni. Il design seducente è solo un assaggio di ciò che si nasconde dentro. Il complesso ospita l’Emisfero (Imax Cinema, Planetario e Laserium), l’Umbracle (con piante autoctone e una galleria d’arte a cielo aperto), il Museo delle Scienze Principe Felipe (un innovativo centro di scienza interattiva), l’Oceanografico (il più grande acquario d’Europa con oltre 500 specie marine) e il Palau de les Arts Reina Sofia (un centro di arti dello spettacolo e un teatro dell’opera). Questo posto vi lascerà a bocca aperta per la meraviglia, commuoverà per come la scienza possa essere tanto attraente.

great-cathedral-and-mosque

La Moschea di Cordoba è di gran lunga l’esempio più squisito ed esemplare del tessuto musulmano nel mosaico culturale spagnolo. I suoi archi giganteschi, le sue colonne di diaspro, i suoi pavimenti in marmo, le nicchie di preghiera riccamente dorate, e il maestoso santuario vi porteranno indietro nel secolo 10 °, quando la Spagna Cordova raggiunse il suo apice sotto un nuovo emiro Abd ar-Rahman III.

costa-del-sol

Circa 2 milioni di soggetti non residenti visitano ogni anno le località della Costa del Sol per godersi la moltitudine di delizie culturali, ricreative e storiche dislocate lungo il bordo meridionale della Spagna. Che si tratti di Torremolinos, Benalmadena, Marbella o Puerto Banus, oltre 300 giorni di sole all’anno e la benedizione della natura lo rendono un luogo meraviglioso. Con Ronda, Siviglia, Cordoba e Granada “a un tiro di schioppo”.

ciudad-de-ronda-ronda

Sita nel cuore dell’Andalusia, Ronda è di gran lunga una delle più belle città spagnole. Conserva ancora molto del suo fascino storico, ed è il vecchio quartiere, chiamato La Ciudad, che i turisti affollano in cerca di un granello di romanticismo e di luoghi adorabili. Trovando entrambe le cose. Isolato dalla parte nuova da un’immensa gola del fiume, ed ad esso collegata per mezzo di un apparentemente una delle strutture più fotografate in Spagna, La Ciudad è un enclave di ciottoli, folklore, e splendore storico.

guell-park-parc-guell-barcelona

Seduto sulla collina di El Carmel, nel quartiere Gràcia di Barcellona, Parco Guell è un riflesso tangibile di un sogno surreale. Accanto alla meravigliosa Casa Batll​​, Sagrada Familia e Casa Milà che adornano la città, è la più spettacolare manifestazione di talento di Antoni Gaudi. Qui davvero colori e luci si mescolano e, preparatevi, perché l’impressione è proprio quella di stare sognando.

the-walls-of-avila-avila-spain

I cinici dicono che Avila ha solo due beni: un muro alto e la temperatura bassa. Hanno ragione circa il muro colossale che abbraccia la città e il piacevole brivido che offre un po ‘di sollievo dal calore intenso del sud, ma tralasciano il lato romantico dato dai resti medievale, dalle sue feste dalla  leggenda di Santa Teresa de Avila, dai dolci fatti dalle suore locali e vendute nei piccoli negozi in tutta la città, dai musei, dai monumenti, dalle gallerie d’arte, dai ristoranti e bar. Quindi riassumendo direi che il muro cinge un fresco luogo meraviglioso e romantico. Da non perdere assolutamente.

 nou-camp-barcelona-spain

Con una capacità di 98.772 e lo status UEFA di un locale a 5 stelle, il Camp Nou è il più grande, il più prestigioso stadio in Europa. Niente è paragonabile al fervore e all’entusiasmo di quasi 100.000 persone che vanno in visibilio per 20 ragazzi che corrono dietro una palla. Anche chi non ama il calcio resterà affascinato, stordito ed abbagliato dall’imponenza di questo luogo.

Un mix di cartaginese, romano e moresco, Salamanca si è sviluppata così multiforme e affascinante che l’UNESCO ha deciso di inserirla nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità. Un unico tipo di pietra arenaria che da alle sue facciate un bagliore d’oro, un labirinto di stradine con un’atmosfera romantica, e la più antica università spagnola che riempie il posto di giovinezza. Centrata sulla brillante Plaza Mayor, che attraversa il fiume con un imponente ponte romano, con i suoi imponenti monumenti, la Città Vecchia di Salamanca è un luogo da non perdere.

merida

Fondata nel 25 aC, Merida un tempo era una fiorente capitale di Lucitania e può quindi vantare il maggior numero di marchi antichi romani di tutte le città spagnole. Oggi, la sua apparenza può sembrare un po’ giù di tono a prima vista, ma una volta che ci si abitua ad alcune brutture moderne, scoprirete che Merida è un luogo dei ricordi per l’impero che è stato. L’Anfiteatro, il ponte Guadiana, e il Tempio di Diana, sono solo alcuni dei punti salienti.

 

Quando si guardano le feroci sporgenze arancioni che spuntano fuori dalla massa di castagni, è difficile credere che il sito sia un prodotto dell’attività umana. Las Medulas è il luogo disseminato di tracce di antiche tecnologie utilizzate dalle autorità imperiali romane per sfruttare i giacimenti d’oro per mezzo della potenza idraulica. Un complesso sistema di canali che impiega la forza dell’acqua, che sgorga attraverso le gallerie, laghi e tunnel e che crea il contorno rossastro. E cos’ l’attività umana si mixa e si confonde con quella della natura per regalare un risultato davvero spettacolare.

Quando è stato rivelato al pubblico, il Museo Guggenheim è stato subito salutato come una delle realizzazioni più spettacolari al mondo di postmoderno. Come dare torto?

sobrino-de-botin-madrid-

Quando Jean Botin ha fondato la sua modesta locanda agli inizi del 18 ° secolo, poco faceva pensare che, dopo quasi 300 anni sarebbe finita nel Guinness dei primati. Signore e signori, benvenuti nel ristorante più antico del mondo. Situato appena fuori dalla Plaza Mayor di Madrid in un affascinante edificio storico nel Cuchilleros calle, ecco il luogo che vi incanterà con la sua decorazione d’epoca e con l’infinita tavolozza di sapori. Hemingway lo dichiarò uno dei suoi ristoranti preferiti, e Goya ha lavorato qui come lavapiatti. Beh riuscire a prenotare sarebbe davvero l’apice di una vacanza piena di colore, posti meravigliosi, musei, storia e gente che “coglie l’attimo”.

http://www.spagna.cc/

http://spagna.com/

 
Guarda il video